matt lambert esplora le comunità queer per il primo libro di grindr

Il fotografo che da anni vive a Berlino ha scattato le comunità gay in giro per il mondo.

di Hannah Ongley
|
21 dicembre 2016, 9:55am

Tutti quelli che non hanno votato Trump in questo momento si stanno chiedendo quale sia il loro posto in America, ma alla comunità LGBTQ è stato sferrato un colpo particolarmente pesante. Le elezioni presidenziali sono avvenute solo sette mesi dopo il massacro di Orlando che ha ucciso 49 persone lasciandone milioni nel terrore, ignari di cosa gli riserverà il futuro. Gridr sta aiutando a creare dei luoghi in cui i ragazzi gay possono sentirsi se stessi attraverso un nuovo progetto fotografico chiamato Home. Attraverso l'obbiettivo fotografico di Matt Lambert, il progetto ha lo scopo di rispondere ad una domanda che si sta ponendo l'intera comunità: "E ora che si fa?"

Grazie al casting durato sei mesi Lambert ha incontrato ragazzi di tutto il mondo, da Toronto a Parigi, Londra, Praga, New York, Los Angeles e ovviamente la città in cui vive, Berlino. Ha utilizzato sia piattaforme digitali che fisiche per riuscire ad entrare nelle chiuse comunità queer, e la serie ci mostra l'importanza del creare connessioni con persone con idee simili alle proprie. A volte il soggetto è ritratto da solo con il suo iPhone, con gli occhi fissi verso l'obbiettivo, mentre altre immagini vedono coppie in momenti intimi. Il libro include una prefazione di Bruce LaBruce che riflette su "com'era" -- lasciando a Lambert la possibilità di illustrare il presente e le prospettive future.

Crediti


Testo Hannah Ongley
Fotografia Matt Lambert

Tagged:
LGBTQ
Matt Lambert
Cultura