tiktok sta ridefinendo gli standard di bellezza della generazione z

Per gli influencer sta arrivando la fine. Ma le E-Girl e gli E-Boy sono pronti a prendere il loro posto.

di Roisin Lanigan; traduzione di Benedetta Pini
|
29 luglio 2019, 7:21am

Il regno del terrore degli influencer sta crollando. È arrivato il momento di uscire allo scoperto: smettetela di togliervi i brufoli con FaceTuning e di avere paura di mostrarvi per ciò che siete, perché tutti i segnali ci dicono che gli influencer di Instagram non stanno più influenzando davvero nessuno. Di recente il loro engagement rate sull'app è crollato drammaticamente, anzi, stando a uno studio elaborato da Facebook ha toccato il picco più basso di sempre. Dopo la decisione di Instagram di togliere il sistema dei like in un certo numero di paesi nel giro delle prossime settimane, non sembra più così florido il futuro di tutti quei blogger photoshoppati che tentano di smerciare integratori alimentari, tè per dimagranti e strisce per denti bianchissimi a chiunque.

L'impressione è che l'ultra-patinato mondo degli influencer abbia ormai stancato un po' tutti, e finalmente siamo in grado di vedere quanto sia falso e nocivo (anche Instagram stesso ha ammesso che gli standard di bellezza e di stile di vita totalmente finti fissati dall'app sono dannosi per la salute mentale dei suoi utenti). La popolarità, soprattutto negli Stati Uniti, di subreddit - ovvero le sottocategorie di Reddit - come Instagramreality e di blog stile Celebface, che dimostrano quanto sia deleterio l'uso di photoshop su un social network e promuovono un'estetica completamente diversa, è salita alle stelle negli ultimi mesi, registrando il primo 493.000 membri e il secondo 1,1 milioni follower. Sempre più persone, inoltre, si affidano per consigli di stile e bellezza a TikTok. Se Instagram ha fornito una serie di standard ai millenial, TikTok sta facendo esattamente la stessa cosa con la Generazione Z, ma in un modo molto più costruttivo e diversificato.

Addio finti piatti di pancake e benvenute E-Girl. Probabilmente le hai già viste in giro - e sarebbe impossibile il contrario. Per tutti i profani di TikTok che stanno leggendo, si tratta di ragazze con un'estetica ben precisa: gonnelline da tennis a righe, dolcevita sotto a una maglia a maniche corte, trecce, calze al ginocchio e trucco pesante. Chili di fard su naso e guance, che sono un affronto per tutti quelli che hanno investito ben 12 minuti della loro vita a guardare su YouTube un tutorial sul contouring ispirato a Kim Kardashian, un cat-eye precisissimo e cuoricini e stelline disegnate sugli zigomi. Questa è la nuova tipologia di cool girl.

"All'interno della comunità di TikTok c'è un mood molto propositivo... non è come Instagram, dove ognuno è chiuso nella propria individualità, limitandosi a postare foto e ogni tanto qualche video."

In un articolo di BuzzFeed che individuava nel mese di febbraio il picco di questo canone di bellezza, l'autrice Lauren Strapagiel ha paragonato il fenomeno all'ascesa delle ragazze emo e delle scene queen avvenuta all'inizio degli anni Duemila, sostenendo che anche in questo caso si tratta di una reazione diretta a un'estetica mainstream eccessivamente curata. Le E-Girl non si sognerebbero mai di photoshoppare i video in cui ballano sulle note delle cover delle Spice Girl o in cui prendono in giro il loro stesso stile come se fossero state create da una "E-Girl factory". "L'estetica delle scene girl e delle ragazze emo era il contrario del look preppy e della Juicy Couture degli '00", ha scritto Lauren. "Allo stesso modo le E-Girl potrebbero essere considerate la controparte delle influencer di Instagram di adesso, tutte così patinate e phoshotoppate."

La comunità di TikTok, comunque, non ha alcun intento didattico. Nessuno dice alle E-Girl di vestirsi da E-Girl: la loro popolarità è semplicemente una conseguenza della capacità di TikTok di coinvolgere i suoi utenti. La 17enne Priscilla [non vuole che venga usato il suo nome per intero, NdR] ha iniziato la sua carriera ancora prima che l'app esistesse, iniziando a postare i video su quello che è stato il suo predecessore, Musical.y. Adesso su TikTok Priscilla posta slow mo, video di lip-sync o in cui balla e ha 900.000 follower, di contro ai 14.000 su Instagram. Il solo fatto di essere su TikTok ha formato il suo stile e la sua estetica. "Sono stata parecchio influenzata dall'estetica delle ragazze VSCO", ci ha spiegato - ovvero le ragazze che prendono in giro in modo parodistico i classici post basic sui social network, quelli eccessivamente studiati, curati e photoshoppati. "Il mio mood è davvero rilassato. Potrebbe sembrare un po' eccessivo a volte, ma in realtà scelgo semplicemente la ciò che mi fa sentire a mio agio."

"La comunità di TikTok è piuttosto coesa, al suo interno vige un mood molto positivo", racconta Priscilla. "Ognuno crea la propria dimensione, è vero, ma tra utenti ci si aiuta a vicenda per crescere, facendo collaborazioni e cose del genere. Non è come Instagram, dove ognuno vive il social network in modo individualistico postando foto e ogni tanto qualche video."

Anche Maddy sostiene che TikTok ha fortemente influenzato l modo in cui si veste e si trucca. "Ho sempre indossato vestiti che mi permettessero di esprimere chi sono e come mi sento", ha spiegato, descrivendo il suo stile come il risultato di un mix tra una stereotipata E-Girl e una bella dose di estetica soft-grunge. "Chiaramente conosciamo tutti lo stile delle E-Girl e sono sicura di non essere l'unica ad adorarlo. Quell'estetica mi ha senza dubbio aiutata a costruire il modo in cui mi vesto ora."

"Non ho un solo stile", continua Maddy, che usa TikTok anche per postare brevi video tutorial di makeup. "Indosso semplicemente ciò che mi fa stare bene. E le persone su TikTok tendono a incoraggiarsi molto a vicenda a fare lo stesso, e in ogni ambito della loro vita. È come se fosse una grande famiglia in cui tutti si supportano. La piattaforma permette ai creativi ancora giovani ma pieni di talento di emergere e ottenere il riconoscimento che meritano, che siano registi, make up artist o semplicemente persone a cui piace fare video."

Probabilmente, per via della dell'aumento della popolarità di TikTok - dal lancio, avvenuto nell'agosto del 2018, è ora disponibile in 150 paesi e 75 lingue, con oltre 500 milioni di utenti -, l'app è tutto fuorché esclusiva, e l'estetica delle E-Girl ha contribuito creare questo mood. Come ci hanno spiegato Maddy e Priscilla, lo stile standard delle E-Girl è poi personalizzabile e customizzabile, quindi non c'è da stupirsi che esistano anche gli E-Boy. Uno di loro è Mouse Rodriguez, che si è iscritto a TikTok per gioco, scherzando con gli amici, ma ben presto i suoi video hanno superato i 10 milioni di visualizzazioni e si è auto-dichiarato un E-Boy, con 155.000 follower. Mouse è uno studente del college che vive a New York, sull'app posta principalmente sketch comici, ma ha anche una serie di post incentrati sulla sua estetica e i suoi outfit.

"Su TikTok ho trovato un paradiso sicuro in cui potermi esprimere, come molte altre persone. Inizialmente ero l'ennesima imitazione del trend E-Boy", racconta. "Mi vestivo sulla base di quello che gli altri E-Boy avrebbero indossato. Ma ora che quel trend è calato un po' mi sono reso conto che volevo essere il ragazzo di cui tutti vogliono copiare lo stile. Infatti non prendo più spunti dallo stile degli altri, ho semplicemente accentuato il mio, che lo descriverei come soft e audace allo stesso tempo. Di fatto, significa che mi vesto come gli emo che frequentavano il liceo nel 2009, cupi ma con qualche debole accenno di colore, e va benissimo così."

La sicurezza di un paradiso in cui esprimere la propria creatività è la condizione necessaria affinché possa nascere un nuovo stile e, al contempo, anche un tend estetico completamente nuovo e spontaneo. La comunità di TikTok si sente come quella che abitava Tumblr o, andando ancora più indietro nel tempo, a MySpace o al primissimo Facebook. Ha tutta la sua terminologia e le sue nicchie, ma al contempo difende una serie di valori e di atteggiamenti incredibilmente inclusivi. "Accettiamo e supportiamo ogni forma creativa d'espressione di sé," - mi ha spiegato un rappresentante di TikTok del nuovo London HQ - "nella misura in cui rispettano le nostre policy e linee guida." TikTok è convinto che sia il mood generale dell'ambiente ad aver permesso alle E-Girl di sbocciare e diffondersi come un vero e proprio fenomeno di internet. "È un modo per le ragazze per condividere la loro creatività e il loro stile unico ispirato al goth, al K-Pop e ai cosplay. Ogni cosa condivisa su TikTok [da queste ragazze] è reale e spontanea e riflette quanto sia diversificata e inclusiva la nostra comunità. Qui queste estetiche così originali e irriverenti possono trovare una casa, sentirsi a loro agio e sicure di esprimersi."

È il brand a parlare? Sicuramente, ma basta una breve occhiata alle orde di video condividi dalle E-Gil, tra tutorial di makeup, sketch di lip-synch e sfide di ballo, per capire che è tutto vero. L'engagement degli influencer potrebbe anche essere sul punto di crollare a picco, ma le E-Girl hanno appena iniziato il loro percorso verso la conquista del mondo.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

A proposito di bellezza non convenzionale:

Questo articolo è comparso originariamente su i-D UK.

Tagged:
Instagram
Social Media
Tik Tok
influencer
Gen Z
e-girl
e-boy