La food blogger che ti insegna tutte le ricette dello Studio Ghibli

Vuoi provare la colazione di Howl? Gli onigiri de "La città incantata"? Ecco i tutorial che cercavi.

di Frankie Dunn
|
01 aprile 2021, 9:39am

Still dal film La Città Incantata di Hayao Miyazaki

Quello che probabilmente è il più famoso dei film dello Studio Ghibli, La città incantata di Hayao Miyazaki, racconta le avventure della piccola Chihiro, rimasta bloccata in un complesso termale dove una strega malvagia la costringe a lavorare al servizio dei clienti—tutti demoni. Si fanno il bagno, mangiano chi gli capita a tiro per assorbirne l’anima e fanno razzia di banchetti strabordanti di pietanze deliziose, come nella scena in cui si abbuffa lo spiritello solitario Senza-Volto. Gelatine arcobaleno, pesce affumicato, ravioli, arrosto di maiale con patate e montagne di frutta fresca.

Tra i vari motivi per cui la casa produttrice giapponese è amata in tutto il mondo, c’è il modo dettagliatissimo in cui rappresenta i piatti tradizionali giapponesi. E la food blogger Sylvia Wakana lo sa bene. L’anno scorso, infatti, ha iniziato a realizzare dei tutorial su TikTok in cui spiega passo passo tutte le ricette dei suoi piatti preferiti tratti dal mondo dello Studio Ghibli. E sono guardati da centinaia di migliaia di fan con l’acquolina in bocca. “Quando guardavo gli anime Ghibli, ho sempre desiderato poter mangiare quei piatti,” continua Sylvia. “Quindi ho deciso di provare a farli!” Lei non solo li ricrea, ma lo fa anche sembrare facile, spiegando le ricette in modo semplice sullo sfondo di musichette carine e con la sua narrazione un po’ ASMR.

“Sono per metà giapponese, quindi guardo i film Ghibli da sempre,” ci dice la food blogger di base a Los Angeles. “Sono film talmente iconici da essere diventati parte integrante della cultura giapponese, per questo ho la sensazione che siano anche parte di me.” In effetti, il cibo è cultura: gli ingredienti che usiamo, il modo in cui prepariamo, presentiamo e mangiamo i nostri piatti ogni giorno ha un significato culturale. Nei film, Ghibli, infatti, è spesso in occasione di pasti o banchetti che i personaggi costruiscono e sviluppano i rapporti tra loro. La rilevanza del cibo in queste produzioni è talmente centrale che il museo Mikata di Tokyo, interamente dedicato allo Studio Ghibli, ha allestito la mostra Delicious! Animating Memorable Meals, dedicata ad esplorare i piatti culinari di questi film.

Se sei fan della pescatrice magica, potrai preparati il ramen di prosciutto e uova di Ponyo; se ami Il mio vicino Totoro, puoi ricreare il bento fatto con tanto amore di Satsuki; mentre se preferisci una bella frittura cucinata da un demone del fuoco, puoi rifarti alla ricetta della colazione de Il castello errante di Howl. E poi il pasticcio di sgombro e zucca di Kiki - Consegne a domicilio o le polpette di riso de La città incantata (al momento, questo tutorial ha più di mezzo milione di visualizzazioni), seguite dal latte e miele di Ponyo sulla scogliera.

Oltre ai suoi tutorial di TikTok dedicati allo Studio Ghibli, Sylvia condivide anche altre ricette ispirate da diversi anime popolari, tra cui My Hero Academia, Jujutsu Kaisen e Food Wars, insieme a spiegazioni su come usare le bacchette in modo corretto, la pronuncia giusta di vocaboli essenziali della lingua giapponese; e ancora ti svela qualche trucchetto che ti cambierà la vita, come il segreto dietro al secondo beccuccio della tua bottiglietta di salsa di soia (che, secondo il calcolo di visualizzazioni, fino a oggi ha cambiato la vita a più di 1.2 milioni di persone).

Abbiamo parlato con Sylvia per scoprire di più riguardo al suo amore per lo studio Ghibli, il suo obbiettivo di fare da ponte tra culture differenti e gli anime che consiglia per crogiolarsi in rappresentazioni del cibo.

Qual è lo scopo che vuoi raggiungere con il tuo canale TikTok?
Il mio scopo è quello di sfruttare le mie radici, che affondano in due culture diverse, per fare da ponte tra due mondi, attraverso la condivisione di tradizioni e ricette con cui sono cresciuta. Siamo in un momento storico in cui abbiamo bisogno di coltivare connessioni e tolleranza. Spero di suscitare interesse verso qualcosa che alcune persone potrebbero considerare diverso, di normalizzare cose che altre potrebbero definire “strane” e di dare libero sfogo alla creatività, sia a tavola che nel modo di pensare.

Hai un film Ghibli preferito?
La città incantata! È così magico e stravagante, ha una soundtrack fantastica e rappresenta in modo approfondito la cultura giapponese, sia moderna che tradizionale. Inoltre, è lì che ci sono alcune delle migliori scene di cibo della produzione Ghibli.

Quale piatto Ghibli che non hai ancora ricreato vorresti mangiare IRL?Tutto quello che c’è nelle scene dei banchetti ne La città incantata… tipo all’inizio, quando i genitori di Chihiro si abbuffano; oppure quando Senza-Volto banchetta alle terme. Tutto ha l’aria di essere delizioso ed estremo, ma mi servirebbe un intero entourage per ricreare un banchetto di quella portata!

Quali altri anime consigli di guardare per vedere delle scene pazzesche di cibo e banchetti?
Penso che Food Wars sia uno dei miei anime preferiti incentrati sul cibo. Dalla creazione dei piatti alla loro forma finale, tutto è davvero bellissimo e informativo (attenzione, però, includono anche rappresentazioni dettagliate di foodgasm). 

Come sono stati accolti i tuoi tutorial dalla community? Quale messaggio speri che le persone portino con sé dopo averli guardati?
È davvero fantastico vedere quante persone guardano gli anime e poi vogliono riprodurne il cibo! Specialmente chi non ha mai provato il piatto prima ma ne è comunque attratto. Spero che questo aiuti a rendere la gente più interessata alla cucina del Giappone e alla sua cultura in generale.

Questo articolo è apparso originariamente su i-D UK.

Crediti

Testo di Frankie Dunn

Leggi anche:

Tagged:
Film
Social Media
Hayao Miyazaki
Studio Ghibli