6 film da non perdere al Biografilm Festival

Dal 10 al 12 giugno 2022 torna in formato ibrido online e irl il Biografilm Festival, per affrontare trasversalmente le tematiche sociali di oggi grazie al cinema.

di Enea Venegoni
|
07 giugno 2022, 4:09pm

Pleasure, Ninja Thyberg (Paesi Bassi/Svezia/Francia, 2021)

Ad aggiungersi al fitto calendario di eventi culturali che nell’ultimo periodo stanno animando Bologna arriva la XVIII edizione del Biografilm Festival. Raggiunta ormai la maggiore età, il festival propone una programmazione che si confronta con racconti di formazione in diverse accezioni, riflettendo sulla cultura della violenza, portando avanti i diritti LGBTIQ+ e approfondendo il legame tra cinema e scrittura. Andrà in scena dal 10 al 20 giugno in formato ibrido, dal vivo a Bologna e online sulla piattaforma streaming di MyMovies.

Il tema centrale di questa edizione è l’odio come portavoce di dolori, divisione, guerre e oppressione nei confronti di gruppi sociali specifici e nazioni. Ed è per questo che il festival si apre il 10 giugno con la proiezione di The Princess, documentario di Ed Perkins sull’indimenticata Lady D—recentemente interpretata sul grande schermo da Kristen Stewart nel film Spencer—, creato esclusivamente con materiali d’archivio. Il programma prosegue con un ventaglio di titoli da Ucraina, Siria, Libia e Gaza, oltre a lungometraggi che affrontano tematiche legate a gruppi sociali marginalizzati. Ne sono un esempio il film ucraino Boney Piles (Terykony) di Taras Tomenko, il lungometraggio prodotto da Elliott Page Nel mio nome di Nicolò Bassetti e The Story Won’t Die di David Henry Gerson—che racconta di un gruppo di artistɜ sirianɜ che si ribellano al regime militare di Bashar al-Assad, visibile in anteprima dal 20 giugno in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato.

Menzione speciale per Pleasure di Ninja Thyberg—di cui puoi vedere il trailer qui. Selezionato al Festival di Cannes 2021, il film racconta la storia di Bella, ragazza svedese appena ventenne che raggiunge Los Angeles con lo scopo di diventare la più famosa pornostar al mondo ma che, poco a poco, scoprirà quanto può essere tossico questo ambiente quando a governarlo sono esclusivamente uomini cishet. Il film arriva in Italia in anteprima italiana grazie alla collaborazione con MUBI—piattaforma dove sarà disponibile in streaming dal 17 giugno 2022—, con la presenza della regista durante la proiezione e un talk di Inside Porn, il collettivo delle ricercatrici dell’Università di Bologna che i occupano di fare divulgazione e ricerca sulla pornografia.

Quest’anno, buone notizie per chi è fan della letteratura: il Biografilm Festival prevedrà anche il percorso tematico “Playlist cinema e scrittori”, per esplorare le interconnessioni tra il linguaggio audiovisivo e letterario. Tra i vari ospiti del programma, ci sarà anche David Grossman, presente il 18 giugno insieme a Adi Arbel, la regista di Grossman—film dedicato allo scrittore e a come la sua vita personale abbia ispirato le sue opere letterarie. E poi A noi rimane il mondo di Armin Ferrari, focalizzato sul collettivo letterario militante Wu Ming—presente alla proiezione. Infine, nella categoria del festival Art&Music troviamo anche Loving Highsmith di Eva Vitija, il lungometraggio sulla scrittrice di Carol—da cui è stato tratto il film con Cate Blanchett e Rooney Mara—e Paul Auster di Sabine Lidl, che racconta il lato politico del famoso scrittore statunitense.

Per aiutarti a orientarti meglio nel programma, ecco 6 film che ti consigliamo assolutamente di non perdere!

Pleasure, Ninja Thyberg (Paesi Bassi/Svezia/Francia, 2021)

Myanmar Diaries, The Myanmar Film Collective (Norvegia/Myanmar/Paesi Bassi, 2022)

Excess Will Save Us, di Morgane Dziurla-Petit (Svezia/Francia 2022)

Heroji radničke klase (Working Class Heroes), Miloš Pušić  (Serbia, 2022)

Nel mio nome, Nicolò Bassetti (Italia, 2022)

Boney Piles (Terykony), Taras Tomenko (Ucraina, 2022)

La XVIII edizione di Biografilm Festival 2022 si terrà dal 10 giugno 2022 al 20 giugno 2022 a Bologna. Trovi più informazioni qui.

Crediti

Testo: Enea Venegoni
In copertina: still dal film Pleasure di Ninja Thyberg

Leggi anche:

Tagged:
cinema
Festival
2022
mubi
biografilm festival