Fotografie di Mario Sorrenti

Kim Kardashian West: "Non potrebbe importarmene di meno di quello che dicono o pensano di me"

L'icona d'America ci parla di Skims, della sua formazione come avvocato e di quanto le piaccia guardare anime con i suoi figli.

di Douglas Greenwood
|
13 dicembre 2021, 5:01pm

Fotografie di Mario Sorrenti

Questo articolo è apparso originariamente sul numero di i-D “Out Of The Blue Issue”, n. 366, Inverno 2021. Ordina la tua copia qui.

La silhouette parla da sola. New York City, Met Gala 2021, secondo lunedì di settembre. Le celebrità hanno percorso le scale in moquette color crema del Costume Institute presso il Metropolitan Museum of Art. Il tema di quest'anno era "Indipendenza americana". Le interpretazioni erano, come sempre, molto libere; un frivolo tuttз contro tuttз per l'evento più stellato della stagione. Ma un’ospite si è presentata poco dopo l’inizio della festa. Indossava un body Balenciaga nero attillato, che la copriva completamente dalla testa ai piedi, mostrando solo l’inimitabile silhouette e la coda di cavallo. Tuttз sapevano esattamente chi fosse.

Kim Kardashian West一donna d'affari, avvocata, designer, colei che ha inventato il mestiere di influencer一è una delle poche figure contemporanee che gli Stati Uniti ricorderanno tra un secolo. Quando quella notte si è presentata sul tappeto del Met Gala senza un look in total denim o a tema stelle e strisce e indossando invece una distinta, vuota, assenza di se stessa, è stato un modo per commentare il paese, la fama e quel singolare e primordiale processo attraverso il quali i due si fondono nel 21° secolo.

Per molti versi, lei è sinonimo degli Stati Uniti proprio come lo sono i volti incisi sul Monte Rushmore, la Coca Cola o il motivo a stelle e strisce. Se chiedi a qualsiasi persona sotto i quarant’anni di nominare unə americanə famosə, probabilmente Kim sarà uno dei primi nomi che sentirai dire.

kim kardashian i-D
Kim indossa top SKIMS. Gonna BALENCIAGA, e collana HardWear a maglia graduata in oro rosa 18 carati con pavé di diamanti TIFFANY & CO.

Quindi, come ha fatto una donna—dapprima famosa per essere l'assistente di un'ereditiera di una nota catena di hotel—a superare le aspettative del suo pubblico attento e a emergere, elevandosi non solo a bene culturale internazionale, ma anche un potente bene finanziario?

Una volta sarebbe stato facile inquadrare Kim come una semplice meteora nel mondo delle celebrità, come il risultato di un mero colpo di fortuna. A metà degli anni Duemila, sono poche le figure che sono riuscite a lasciare una vera e propria impronta culturale grazie allo status di famous for being famous. Eppure Kim, crescendo, ci ha aperto le porte alla sua vita e a quella della sua famiglia per quattordici anni attraverso il reality show Al passo con i Kardashian. Ben presto, anche i suoi fratelli acquisirono sempre più notorietà, e insieme diventarono il pane quotidiano della cultura dei tabloid, che trovarono il modo di raccontare i Kardashian attraverso una visione inedita rispetto a quella che li aveva sempre accompagnati fino a quel momento.

Oggi, Kim è CEO di KKW Fragrance e dell'azienda di shapewear Skims, e si sta muovendo sempre di più anche nel mondo della giustizia. Ha fatto pressioni a favore di Alice Marie Johnson, una nonna condannata all'ergastolo per il suo coinvolgimento non violento in un'organizzazione di trafficanti di droga. Ha incontrato Donald Trump alla Casa Bianca nel 2018 per discutere del caso e Johnson successivamente è stata finalmente rilasciata. Il 2021 è stato per Kim un anno di realizzazione e nuovi inizi. Sarà ricordato come l'anno in cui si è separata da Kanye West (sebbene la sinergia creativa dei due rimanga intatta), in cui ha lanciato una collaborazione tra Skims e il colosso del lusso Fendi e ha scalfito la barriera di un patrimonio personale da più di 1 miliardo di dollari. Non solo, ma il reality che ci ha permesso di dare un primo sguardo alla sua vita da celebrity si è concluso, mettendo la parola fine a un capitolo della vita di Kim.

Tuttavia, i membri della famiglia Kardashian stanno girando un nuovo show sulla sua vita e si vocifera che riguarderà nello specifico le sorelle Kardashian e la semantica della nuova vita di Kim come praticante avvocato. In un certo senso, sembra un momento di rinascita per Kim. Qualunque decisione stia prendendo dietro le quinte, sta funzionando.

C'era un'altra persona al Met Gala quella notte la cui ascesa nel regno dell'alta moda è stata altrettanto inaspettata. Da tempo nel mondo del teatro non si aveva a che fare con unə drammaturgə dall’enorme talento e così ben vestito, capace di garantirsi l’appoggio di brand di lusso, come Jeremy O. Harris. L'uomo responsabile del controverso e incredibile film Slave Play, candidato a più Tony Award, e della sceneggiatura del stripper thriller Zola, è diventato uno deз nuovз carismaticз personaggi del settore.

Portrait of Kim Kardashian wearing sunglasses and a leather jacket with a diamond necklace over the collar
Top e occhiali da sole BALENCIAGA. Collana Schlumberger® con diamanti taglio marquise in platino e oro 18k TIFFANY & CO.

Come diverse volte nel corso delle loro carriere, la notte del Met Gala, le strade di Jeremy e Kim si sono incrociate. Ancora una volta, si sono incontrati per questo numero di i-D, mentre Kim era sul set di un servizio fotografico a New York. Il suo team la circondava, facendo domande, chiedendo la sua autorevole opinione sugli scatti. Quello che dice è sempre stato importante, solo che ora le persone stanno finalmente imparando a rispettarlo. È qualcosa con cui Kim, dopo quasi due decenni sotto i riflettori, sta facendo i conti: ci sono pochi tempi morti per una donna di cui il mondo intero vuole un pezzo.

Kim: Ciao, come stai?

Jeremy: Ciao. Molto bene. Tu come stai?

Kim: Molto bene. In questo momento sono nel bel mezzo di un servizio fotografico.

Jeremy: Ah, davvero?

Kim: Sì, sono stata alla cerimonia di premiazione del Wall Street Journal ieri sera e proprio oggi ho un servizio fotografico. È pazzesco.

Jeremy: Capisco bene. Ultimamente non ho fatto altro che passare da un evento all’altro. Per esempio, sono appena statǝ al fashion show di Gucci a Los Angeles. Faccio fatica ad organizzare la mia vita in queste settimane frenetiche. Tuttз stavano aspettando di fare e vedere un sacco di cose dopo il Covid, e ora sta succedendo. Siamo di nuovo alla normalità. Ti senti sopraffatta in questo momento?

Kim: Non mi sento sopraffatta. Sono entusiasta di essere di nuovo così impegnata, anche se mi è piaciuto molto prendermi tutto quel tempo libero, staccare per un po’. Onestamente, penso che sia stato davvero un bene per la mia anima avere la possibilità di ricalibrarsi, di avere questo momento di rinascita. Cerco di guardare tutto nel modo più positivo possibile, anche quando il mondo intero sta cadendo a pezzi e siamo tuttз preoccupatз per з nostrз carз. Ma sono entusiasta che le cose stiano tornando alla normalità.

Jeremy: Ero davvero spaventato per з miз carз durante il Covid, ma questo mi ha anche fatto capire che la mia priorità nella vita sono la mia famiglia, mia sorella e з miз nipotз. Ha davvero cambiato molte cose per me. Mi ha avvicinato molto al mio partner, aз miз amicз. A chi o a che cosa pensi ti abbia avvicinato questo periodo di pandemia? Aз tuз figlз, a te stessa, o a qualcun altro?

Kim: Aз miз figlз di sicuro. Mi sono avvicinata molto anche a mia nonna. In realtà ci ha avvicinato molto come famiglia in generale, soprattutto quando abbiamo avuto tuttз il ​​Covid insieme. Anche quando pensi che la relazione sia già forte con qualcuno, in realtà, a volte succede che possa stringersi ancora di più.

Jeremy: Ci siamo incontratз un paio di volte, al Met Gala e poi una volta con Travis Scott, ma mi piacerebbe sapere come fai ad affrontare l'incontro con nuove persone in questi ambienti altolocati e emotivamente intensi con tanta gentilezza. Ti viene naturale? 

Kim: Oh, beh, è ​​molto carino da parte tua. Per me è molto importante essere gentile. È qualcosa che ho cercato di trasmettere anche aз miз figlз: ho cercato di crescere esseri umani gentili. È importante trattare tuttз con rispetto e gentilezza. Sinceramente, penso che sia il mio obiettivo principale. Quindi sentirti dire questo è probabilmente il più grande complimento di sempre.

Close up of Kim's black leather glove with a diamond bracelet on it.
Guanto BALENCIAGA. Bracciale Schlumberger® Stitches con diamanti in platino e oro 18k TIFFANY & CO.

Jeremy: Sai, parlando di come stai crescendo з tuз figlз, e di quanto sia importante essere gentili, una delle cose di cui mi sono più meravigliato quando ho visto il tuo show al Saturday Night Live è il tuo saper essere così autoironica. 

Kim: O quanto sono stata scortese?

Jeremy: No, mi sembrava—

Kim: O quanto sono stata scortese con tutta la mia famiglia?

Jeremy: No, mi sembrava che avessi un forte senso dell'umorismo nei confronti della tua famiglia. Mi è sembrato un atto generoso per l'America. Questa ironia nei confronti di te stessa e del mondo in cui vivi è una caratteristica comune nella tua famiglia? O piuttosto una rarità?

Kim: È assolutamente comune. Penso che le persone facciano fatica a capire quanto effettivamente non ci prendiamo mai troppo sul serio. Non lo abbiamo mai fatto. Soprattutto non me ne frega un cazzo di quello che la gente pensa o dice. E così, ho pensato: "Ascoltate, se ho intenzione di fare questa cosa, voglio che sappiate che siamo tuttз coinvoltз. Parliamo di questo quando siamo a casa.” Abbiamo un grandissimo senso dell'umorismo. Ci sfottiamo a vicenda come una famiglia tutto il giorno. A nessunə di noi importa. Volevo che le persone vedessero una parte della mia personalità che tuttз з miз amicз conoscono, che tuttз quellз a me vicinз conoscono. Ma sai, quello del SNL era un pubblico completamente diverso per me. Era la mia occasione. Volevo mostrare alla gente un lato della mia personalità. Ed è stato divertente.

Jeremy: Ci sono state delle battute che sei stata costretta a riscrivere o che hai dovuto evitare, perché semplicemente non andavano bene alla tua famiglia?

Kim: Tuttз in famiglia mi dicevano: "Puoi fare quello che vuoi." Ognunə di loro era tranquillamente dispostə a farmi fare o dire quello che volevo. Ho fatto una battuta molto divertente su Tristan e Khloé che poi ho tagliato, però mi sarei potuta spingere ancora più in là. Ma tuttз dicevano: "Usami. Fai quello che vuoi. Questo è il tuo momento." È stato fantastico.

Jeremy: E da quanto tempo volevi farlo? Voglio dire, uno dei tratti distintivi dell'essere Kim è sempre stato quello di non aver mai bisogno di stare sotto i riflettori in quel modo.

Kim: Non avrei mai pensato di farlo. Mi era stato chiesto in passato, ed ero tipo, "Oh mio Dio, non posso farlo. Non posso farlo. Non mi appartiene, non ho la stoffa." Questa volta mi sembrava il momento giusto. E una volta che mi metto in testa di fare una cosa, la faccio. In realtà non ero per niente nervosa. Mi sono divertita tantissimo! Sono rimasta stupita dalla quantità di lavoro che c’è dietro quello show. È pazzesco. Un giorno abbiamo lavorato ventitré ore, è stato folle.

Jeremy: Cosa? Oh mio dio.

Kim: E non facevamo nemmeno pausa pranzo. Mangiavamo nel mentre. Tutta la mia squadra, il glam team, tuttз eravamo sveglз, stavamo facendo tutti i nostri sketch preregistrati. La quantità di rispetto che ho per queste persone che hanno lavorato così duramente è semplicemente immensa. È stato folle. Ma è stata la migliore esperienza della mia vita. Mi sono divertita tantissimo.

Jeremy: Sono amico di tre diverse persone del cast e mi hanno detto tuttз separatamente che sei stata una delle persone più gentili che siano mai state ospitate allo show. Hai scritto lettere a tuttз.

“Spero di aver cresciuto deз bambinз gentili e a modo. Tra dieci anni spero solo di potermi godere la vita e di poter aiutare altre persone. Questo è l’obiettivo.”

Kim: Sì, l'ho fatto.

Jeremy: L'hai fatto. E me ne hanno parlato tuttз. Penso sia stato bellissimo da parte tua.

Kim: Ho scritto a ognunə di loro. Volevo lasciare a tuttз una nota sulla scrivania, in modo che sapessero che ho apprezzato davvero tanto la loro accoglienza. 

Jeremy: Qual è stata la persona con cui ti è piaciuto di più lavorare lì? 

Kim: Amo Bowen Yang. Era divertentissimo. Però tuttз erano fantasticз. Mi è piaciuto vedere la grande macchina che è il SNL. Ho grande rispetto per il glam team e з stylist. È stato molto divertente. 

Jeremy: Come ti senti riguardo a tutti i rumor che ci sono in questo momento?

Kim: Cerco di non prestare molta attenzione a ciò che c’è là fuori e a ciò che viene detto. Cerco solo di vivere la mia vita.

Jeremy: Chi è che sta parlando in sottofondo?

Kim: Sono Mario Dedivanovic e Chris Appleton. [rivolgendosi a loro] Ragazzз, sto facendo un'intervista e non riesco a sentirmi perché state parlando. Quindi state zittз, cazzo!

Jeremy: Stupendo. Spero che i-D non tagli questo pezzo. Dì a Chris Appleton che lo saluto. Tornando a noi. Vivere la vita è una grande lezione che ho imparato negli ultimi due anni. Mi stavo focalizzando solo sul futuro, sull’andare avanti in un mondo dove mi sono fatto il culo ogni giorno per gli ultimi tre anni. E poi d’un tratto mi sono dovuto fermare, e mi sono reso conto che non volevo lavorare tutto il tempo. Volevo anche leggere e guardare anime. 

Kim: Ti capisco. Gli anime sono la fissazione della mia famiglia.

Side profile of Kim Kardashian wearing a black leather jacket.
Cappotto e pantalone BALENCIAGA. Top SKIMS. Spilla Elsa Peretti® Amapola con seta e diamanti in platino e orecchini Diamonds by the Yard® in platino TIFFANY & CO.

Jeremy: Ma dai! Che cosa guardavate?

Kim: Non lo so nemmeno. Oddio come si chiama? [Rivolgendosi a Tracy Romulus, KKW's Chief Marketing Officer] Trace, come si chiama quell'anime che з ragazzз guardano tutto il tempo? Non Naruto, l’altro. 

Jeremy: My Hero Academia?

Kim: No. Qualcos'altro? [In sottofondo tuttз gridano nomi di diverse serie di anime] Non Naruto. Era un po' sanguinolento. C'è unə ragazzə che ad un certo punto muore.

Jeremy: Di cosa si tratta? Dimmi di cosa si tratta e riesco a indovinarlo.

Kim: Si trova su Netflix. Parla di unə bambinə che muore e la sorella o il fratello, non ne ho idea, sono tipo nella neve. E si uccidono a vicenda, non lo so, sono come dei samurai o cose così.

Jeremy: Oh, sì, sì. C'è un vampiro?

Kim: Sì, penso di sì. Credo di si.

Jeremy: Demon Slayer!

Kim: Sì, sì, sì! Demon Slayer. Lo guardiamo tutto il tempo. È così divertente.

Jeremy: È fenomenale. Non vedo l’ora che esca la prossima stagione.

Kim: Me lo hanno fatto scoprire з miз figlз. Però non penso che sia appropriato per loro.

Jeremy: Essendo cresciuto nel sud, da bambino facevo mio qualsiasi pezzo di cultura con cui entravo in contatto, e gli anime erano la cosa migliore che riuscissi a trovare. Hanno plasmato il mio gusto fino ad oggi. Quindi, se з tuз figlз stanno guardando anime, sono sulla strada giusta.

Kim: Li ho portati in Giappone un paio di volte, la cultura giapponese per me è una vera ispirazione. La nostra casa degli ospiti è in realtà la vecchia casa di un samurai che il mio mercante d'arte, Axel Vervoordt, possedeva. Abbiamo preso le fondamenta di questa vecchia dimora in Giappone e abbiamo costruito la nostra attuale casa. Aveva un'energia così diversa. L’energia di un guerriero.

Straight Up of Kim Kardashian wearing a black bodysuit with a long black oversized leather jacket.
Cappotto e pantalone BALENCIAGA. Top SKIMS. Spilla Elsa Peretti® Amapola con seta e diamanti in platino e orecchini Diamonds by the Yard® in platino TIFFANY & CO.

Jeremy: Pensi che altre cose nella cultura giapponese abbiano in qualche modo ispirato il modo in cui hai vissuto la tua vita negli ultimi due anni?

Kim: Adoro il modo in cui tutto è progettato, lo trovo super stimolante, che si tratti delle ceramiche, dei piatti, del design, del packaging. Tutto è davvero divertente, ambizioso e stimolante.

Jeremy: Come sfondo del telefono ho un immagine di Kiyomi Mizushima. È unə deз miз scrittз preferitз in assoluto e sono un grande studioso di letteratura giapponese. 

Kim: Mi piace molto l'architettura giapponese, ho una casa a Palm Springs che verrà costruita da Tadao Ando. E in un altro posto che non voglio rivelare, perché nessuno sa che ho una casa lì, è di Kengo Kuma. Amo così tanto il loro lavoro. Sono davvero entusiasta per questi progetti.

Jeremy: Che cosa hai provato quando hai rilasciato Skims per la prima volta sotto il nome di Kimono, e ti hanno accusato di appropriazione culturale? Come hai gestito la cosa?

Kim: È stata una decisione molto rapida. Voglio dire, ho inventato il nome Kimono perché era un gioco di parole con il mio nome e perché sono sempre stata ispirata dalla cultura giapponese. Per me era solo un omaggio, ma ho capito subito che non era visto in quel modo. Non proverei mai intenzionalmente ad appropriarmi della cultura altrui in questo modo. Non era affatto mia intenzione. Quindi ho pensato: "Ok, fermiamo tutto. Non importa se abbiamo già così tanta merce pronta. Dobbiamo capire come sistemare le cose e prenderci il nostro tempo, rallentare un secondo, processare il tutto e trovare un nuovo nome.”

Jeremy: Sono un grande fan di Skims e adoro il nuovo nome.

Kim: Anche io. Ha funzionato, non trovi? Forse Kimono avrebbe creato confusione perché, pensandoci con il senno di poi, sarebbe passata l'idea che creiamo e vendiamo solo kimono. 

Jeremy: Mi piace il fatto che il nome Skims sia agender. Lo trovo innovativo da questo punto di vista. Sembra che Skims possa far parte del guardaroba di tuttз, nessunə esclusə. 

Kim: Sì esatto.

“Penso che le persone facciano fatica a capire che non ci prendiamo mai così troppo sul serio. Non lo abbiamo mai fatto.”

Jeremy: Questo mi porta a farti una domanda che mi rende un po’ nervoso, perché non ho mai sentito nessuno chiedertelo, ma al SNL ti sei dimostrata molto consapevole del modo in cui le persone hanno scritto e parlato di te, in quanto madre di quattro bambini neri, e prima ho visto i tuoi post @norisblackbook. Quindi voglio chiederti: come hai affrontato le critiche su cose come il blackfishing?

Kim: Ovviamente, non farei mai nulla per appropriarmi di una cultura. Ma in passato sono stata accusata di blackfishing per essermi fatta le treccine e lo capisco. Onestamente, molte volte mia figlia mi chiede di pettinarci i capelli nello stesso modo. E ho avuto delle conversazioni con lei del tipo: "Ehi, forse questa pettinatura sta meglio a te che a me". Ma voglio anche sentirmi libera di farmi un taglio di capelli con lei senza che diventi un grosso problema, soprattutto se è qualcosa che lei vuole davvero. Nel corso degli anni ho imparato molto e sono cresciuta da questo punto di vista, trovando anche il modo giusto di affrontare l’argomento con з miз figlз e di passare questo interesse per l’apprendimento e la consapevolezza anche a loro. E, a dire il vero, anche in Armenia c’è l’usanza di intrecciarsi i capelli, e la gente dimentica che anche io sono armena.

Jeremy: Deve essere complesso essere un’immigrata in America quando provieni da quei paesi e questo sicuramente modella il modo in cui ti integri in questo paese. Ero entusiasta di parlarne con te, per via di quel riconoscimento. Quando pensi ai prossimi dieci anni di Kim Kardashian West a cosa pensi? Dove ti vedi tra dieci anni? Sei una donna d'affari e una magnate, cos’altro?

Kim: Sicuramente mi vedo sempre di più nel mondo della giustizia, continuando a fare quello che sto facendo a scuola. Principalmente spero solo, come dicevamo prima, di aver cresciuto bambinз gentili e a modo. Spero ci staremo godendo la vita e che continueremo ad aiutare altre persone. Questo è il mio obiettivo più grande.

Jeremy: E ti vedi ancora in TV tra un decennio? C'è ancora qualche possibilità che questo accada?

Kim: Sì c'è. Abbiamo già filmato qualcosa di nuovo. Sono emozionata. Sta uscendo su Hulu. La TV è stata la mia vita per tantissimo tempo, ed è divertente, ma ad un certo punto ti rendi conto che forse non dovrebbe essere tutta la tua vita. Se sei in grado di aiutare altre persone, allora quella dovrebbe essere la tua vita. Voglio solo essere in grado di continuare ad aiutare altre persone. Alla fine questo mi rende felice.

Jeremy: Quando hai iniziato a frequentare la facoltà di legge c’è stato un grandissimo clamore. Ma, in un certo senso, l’attenzione mediatica su questo aspetto della tua vita si è fatta sempre meno presente. A che punto sei del tuo percorso ora? 

Kim: Beh, per ora ho fatto due anni di legge e me ne mancano ancora due. Aspetta un secondo. [Parlando con qualcuno] Possiamo togliere lo smalto? È troppo arancione.

“Credo che le persone non capiscano quanto siamo effettivamente autoironici in famiglia. Lo siamo sempre stati.”

Portrait of Kim Kardashian wearing a necklace in the style of a snake biting itself.
Body SKIMS. Gonna BALENCIAGA. Collana Elsa Peretti® Snake in oro 18k e orecchini Diamonds by the Yard® in oro giallo 18 carati TIFFANY & CO.

Jeremy: Adoro il fatto che passi da "Sto parlando della facoltà di legge” a “lo smalto è troppo arancione."

Kim: La facoltà di legge è un processo lungo e richiede un sacco di lavoro. Ci sono dentro da due anni, una volta che sarà finita non cambierà il lavoro che faccio, ma forse avrò del tempo libero per aiutare più persone. Mi piace poter usare la mia voce per difendere le persone che non possono aiutarsi da sole, e che a volte non sanno a chi rivolgersi e sono semplicemente impotenti e senza speranza. Spero di poter aiutare dove posso e fare la differenza.

Jeremy: Si tratta di qualcosa che hai sempre voluto fare o che invece hai scoperto lungo la strada? Naturalmente, tuo padre era un avvocato molto famoso, quindi forse è sempre stata un po’ una tua idea?

Kim: Ci sono arrivata sicuramente più tardi. Ho sempre amato e rispettato il lavoro di mio padre. Ma ci sono voluti alcuni anni prima che ne fossi davvero coinvolta e mi sono imbattuta in questo caso che mi ha spinto a iniziare questo percorso. Nel mondo di Hollywood ci sono sempre persone che cercano di coinvolgerti in qualche organizzazione perché pensano che possa essere un bene per la tua carriera, ma ho davvero dovuto scoprire tutto questo da sola, ho dovuto fare e sentire queste esperienze di vita prima di esserne realmente coinvolta. La mia vita è davvero cambiata. Ho trovato la mia strada quando era il momento. 

Jeremy: Qual è stato il caso che ti ha fatto vedere la legge e il suo potere sotto una nuova luce?

Kim: Il caso di Alice Johnson. Era il suo primo reato, un reato di droga non violento e ha avuto la stessa condanna di Charles Manson. Questo mi ha scosso. Ero veramente confusa e non capivo come potesse accadere una cosa del genere. Non aveva senso per me e volevo capirlo e aiutare Alice. Volevo solo sapere come fosse possibile.

Jeremy: Mi piacerebbe concludere parlando di un'altro lato di Kim一la tua collaborazione con Kim Jones e Fendi.

Kim: Amo follemente Kim Jones. È il massimo一l'essere umano più dolce del pianeta. Quando stavamo per fare questa collaborazione mi ha raccontato che durante un meeting tutte з ragazzз nel suo ufficio sono rimasti in silenzio e hanno smesso di prestare attenzione, guardavano solo i loro telefoni. Lui non capiva cosa stesse succedendo e quando chiese spiegazioni gli dissero che era appena stato lanciato Skims e che quindi tuttз volevano fare un’ordine. E lui ha pensato "Cos’è questa cosa?”, così ho mandato un intero carico di prodotti per tuttз з ragazzз dell'ufficio e per far vedere a Kim i tessuti e i materiali. Gli è piaciuto molto e mi ha detto "Dobbiamo fare una collaborazione”, e così l’abbiamo fatta. Ricordo che è venuto a casa mia e abbiamo passato la giornata a  cercare tra tutte le mie vecchie borse e vestiti Fendi, ci siamo divertiti tantissimo. È stato pazzesco一era durante la pandemia, quando l'intera squadra non poteva raggiungermi dall'Italia, ma avevamo assolutamente questo fitting da fare. Così ci siamo incontratз in Messico, perché era l'unico paese in cui potevamo stare nella stessa stanza. Quindi, abbiamo fatto la prima prova in Messico e, appena è stato possibile, siamo andatз a Roma per la prova finale. È stato davvero sorprendente vedere come il team ha lavorato e come tutto ha preso forma. Davvero magico. È divertente lavorare con persone che ami, rispetti, ammiri e con cui sei amicə. Rende tutto divertente e fantastico. Ho imparato molto.

Kim Kardashian holds her hips wearing a necklace in the style of a snake biting itself, a black bodysuit and a black pleated skirt.
Bodysuit Skims. Skirt BALENCIAGA. Elsa Peretti® Snake necklace in 18k gold and Diamonds by the Yard® earrings in 18k yellow gold TIFFANY & CO.

Jeremy: Kim è una mente brillante. Stavo impazzendo quando ho visto per la prima volta questa collaborazione. Farò parte della nuova stagione di Emily in Paris quest’anno, nel ruolo di unə stilista di un marchio di alta moda, che一allarme spoiler一nell'ultimo episodio fa una specie di versione d'alta moda di Skims con i suoi vestiti. La cosa fa molto scalpore. Quando ho visto questa collaborazione tra te e Kim ho pensato "Kim ne ha parlato con Darren Star?" Come è successo?

Kim: È stato bellissimo. Un sogno che si avvera, il desiderio che non avrei mai pensato si potesse avverare. 

Jeremy: La mia ultima domanda riguarda Madonna: mi ha detto che tu e tua madre siete state una delle ragioni per cui si è trasferita nel suo nuovo quartiere a Hidden Hills e che fate tantissime passeggiate insieme. Beh, lei è la migliore.

Kim: Lei è divertentissima, e poi abbiamo entrambe un milione di figlз. Lei è davvero la mia massima ispirazione.

Jeremy: E la mamma migliore.

Kim: La migliore! Mi piace vederla così, vedere quanto ami davvero з suз figlз. È bello passare il tempo con lei e averla così vicina.

Jeremy: Fantastico. Beh, spero che la prossima volta che verrò a Hidden Hills potremo fare una passeggiata insieme. 

Kim: Assolutamente.

Jeremy: Lo sto segnando sul mio calendario, nella mia lista delle cose da fare prima di morire..

Kim: Andata. 

Jeremy: Grazie mille per la tua generosità e la tua gentilezza.

Kim: Grazie mille a te. 

Crediti

Un ringraziamento a Tiffany & Co.

Fotografie: Mario Sorrenti
Moda: Alastair McKimm
Capelli: Chris Appleton per The Wall Group con prodotti Color Wow Hair
MUA: Mario Dedivanovic con prodotti Forward Artists
Assistente alla fotografia: Kotaro Kawashima e Javier Villegas
Operatore digitale: Chad Meyer
Assistenti styling: Madison Matusich, Milton Dixon III, Jermaine Daley e Casey Conrad
Sarto: Joel Gomez
Assistenti capelli: Jacqualin Martinez
Assistente MUA: Kuma
Produzione: Katie Fash e Layla Néméjanski
Assistente alla produzione: Steve Sutton e William Cipos
Direttore casting: Samuel Ellis Scheinman per DMCASTING
Tutti i gioielli (indossati in tutto l’editoriale) sono TIFFANY & CO

Introduzione: Douglas Greenwood
Intervista: Jeremy O. Harris

Tagged:
Kim Kardashian
Mario Sorrenti
Moda
SKIMS