LVMH ha comprato Off-White

Il gruppo di lusso più grande del mondo diventa la quota di maggioranza nella casa costruita da Virgil Abloh. E quindi?

di Mahoro Seward
|
21 luglio 2021, 9:37am

Fotografia di Mitchell Sams

Ormai è il caso di dirlo, il nuovo trend pandemico è il "revenge shopping", ovvero lo shopping sfrenato in cui spendere tutti i nostri sudati guadagni nel disperato tentativo di riconquistare il tempo perso lo scorso anno tra un lockdown e l’altro. E se la maggior parte di noi si accontenterebbe di una nuova borsa o di un cappotto col fitting perfetto, Bernard Arnault, il presidente di LVMH, quando fa shopping, lo fa in grande. Dopo l'annuncio della scorsa settimana del suo acquisto di una quota di minoranza nell'azienda di Phoebe Philo, ieri è stato rivelato che il più grande gruppo di lusso del mondo è destinato ad acquisire una quota del 60% di Off-White di Virgil Abloh.

Sebbene i termini precisi dell'acquisizione non siano stati resi noti, possiamo dire con certezza che l'interesse di maggioranza nel marchio—che alcuni hanno stimato valere circa 170 milioni di dollari [circa 144 milioni di euro, NdT] di entrate annuali—tirerà fuori dalle tasche del secondo uomo più ricco del mondo una bella cifra. Per quanto sorprendente possa sembrare, soprattutto considerando che Off-White è stato a lungo il fiore all'occhiello dei suoi attuali proprietari (il New Guards Group di Farfetch), è una mossa che ha molto senso. Il rapporto di Virgil con LVMH è noto sia a livello pubblicitario che privato: come probabilmente saprete già, è lui a ricoprire il ruolo di direttore artistico di Louis Vuitton Uomo, ovvero una delle posizioni creative di più alto profilo all'interno della scuderia di megabrand di LVMH. Un ruolo che ha anche un’enorme rilevanza culturale, dato che Virgil è "il più potente dirigente nero del più potente gruppo di beni di lusso del mondo", come ha scritto Vanessa Friedman nel suo pezzo per il New York Times.

Secondo i termini dell'acquisizione, Virgil Abloh continuerà a ricoprire sia il suo ruolo in Louis Vuitton sia a tenere il timone creativo di Off-White, e manterrà anche il 40% dell'etichetta da lui fondata. Un buon affare, secondo noi, e un segnale chiaro che Virgil è qui per restare.

Inoltre, anche se i dettagli restano pochi, sembra che le sue responsabilità all’interno di LVMH sono destinate a espandersi. Secondo un articolo pubblicato sul Business of Fashion, Virgil lavorerà "per lanciare nuovi marchi e dare energia a quelli esistenti, all'interno e al di fuori delle sue fashion holding.” Che cosa significhi esattamente tutto questo, resta da vedere, ma se possiamo basarci su ciò che Virgil è riuscito a realizzare gestendo le sfilate da Louis Vuitton e Off-White, ci sono buoni motivi per esaltarsi.

Questo articolo è apparso originariamente su i-D UK.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Crediti

Testo di Mahoro Seward

Leggi anche:

Tagged:
Louis Vuitton
Virgil Abloh
LVMH
Moda
off-white