Immagini courtesy di Balenciaga 

Balenciaga ha sbaragliato la Paris Fashion Week S/S 22

Come? Con una mossa che sarà anche non particolarmente innovativa, ma si è dimostrata estremamente efficace: trasformare la presentazione dell’ultima collezione nella premiere di un episodio speciale crossover Balenciaga x Simpson.

di Felix Petty
|
04 ottobre 2021, 6:24am

Immagini courtesy di Balenciaga 

“Quand’è la sfilata?” 
“Aspetta, ma è questa la sfilata?” 
“Sì, è questa la sfilata!”

Queste le parole che rimbombavano sulle pareti della hall del Théâtre de Châtelet, location dove sabato sera ha avuto luogo la sfilata della collezione S/S 22 Balenciaga e spazio in cui campeggiava lo schermo su cui veniva proiettato il video della processione di invitati sul red carpet. Chiamarla “sfilata”, infatti, non sarebbe del tutto corretto—non è di certo stata la tradizionale camminata in passerella che tutti si stavano aspettando. Al contrario, è la presentazione è stata una spettacolare messa in scena di una delle domande più rilevanti nella moda contemporanea: qual è il significato, il valore e, sopratutto, il punto dell’organizzare una sfilata?

È un esercizio di branding fatto e finito? Un evento di lavoro per giornalistə e buyer? Oppure è una scusa per celebrità e amici del brand di riunirsi e fare festa? Con la sua S/S 22, Balenciaga ha dimostrato che tutti questi aspetti possono applicarsi perfettamente a questa occasione, e che è possibile divertirsi e svagarsi allo stesso tempo.

Mentre il pubblico sfilava nei corridoi del teatro per prendere il proprio posto, gli invitati si sono presto resi conto che, anche loro, facevano parte della sfilata e che le immagini dell’orda di editor, celebrità, giornalisti e buyer veniva costantemente intervallata da modellə che indossavano i capi della collezione del brand—cosa che si poteva intuire solo nel momento in cui ci si soffermava a guardare il megaschermo in cerca delle caption della sfilata. Una volta che i partecipanti hanno finalmente preso posto a sedere, la linea sottile tra modellə, ospiti, TikToker, celebrità e giornalistə era diventata sottilissima. E, a quel punto, tuttə erano delle vere e proprie star.

BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK4.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga

Per quanto possa sembrare anticonvenzionale, non esiste alcuna maison di moda per cui una mossa del genere potesse avere altrettanto senso. A poche case di moda si deve la stessa naturalezza con cui Balenciaga si è giostrata all’interno della celebrity culture—vogliamo parlare della campagna con Cardi B? Dei look di Kim K e Rihanna per il Met Gala? Sono tutti casi vincenti, e questa era solo un’estensione del modus operandi adottato dalla maison, un progetto che ha celebrato il culto delle celebrità, riducendolo in pezzi allo stesso tempo.

A sfilare era una serie di look total black di stampo couture, grunge, goth e gabber—e il fatto che fossero tutti look monocromo non ha fatto altro che spostare l’attenzione sulla silhouette, texture e forma dei capi. A seguire una sfilza di Demna-ismi—esercizi di logomania, denim stressato, stivali con zeppa e una sartoria lineare e squadrata.

Ma quello che ha portato realmente i capi in vita era la commistione eterogenea tra modellə e pubblico, che ha sfilato sul red carpet totalmente ignaro del fatto che fosse parte integrante della sfilata. Un progetto espositivo che ha giocato con il concetto di esclusività—alcunə modellə erano cosplay di celebrità e figure come Juergen Teller, Dev Hynes, Isabelle Huppert e Elliot Page hanno tutte calcato la passerella. La standing ovation più clamorosa c’è stata quando i membri del team di Balenciaga sono apparsi sullo schermo, mentre gli invitati che sono arrivati tardi non hanno fatto in tempo a realizzare che stessero facendo parte dell’evento—o che quel momento fosse di per sé una la sfilata. Anche Demna è apparso sul red carpet, indossando un look integrale simile a quello che aveva scelto per accompagnare Kim Kardashian al Met Gala, prima di prendere anche lui posto a sedere nell’auditorium.

In quel momento, almeno in teoria, è iniziato l’evento reale—e se quello che era successo fino a quel momento aveva già elettrizzato gli invitati, quello che stava per accadere era del tutto inaspettato. Mentre le luci si offuscavano, un episodio de I Simpson in collaborazione con Balenciaga è apparso sullo schermo, guidando il pubblico in una favola tra Springfield e Parigi. Era tutto così frivolo, ed è questo che l’ha reso altrettanto impattante. Un progetto capace di spezzare la serietà che spesso domina il sistema della moda, inondandolo invece di humor, leggerezza e divertimento. E dimostrando al tempo stesso quanta confidenza, consapevolezza e agio il brand abbia in se stesso.

BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK7.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK8.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK18.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK22.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK26.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK32.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK36.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK38.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK43.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK49.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK52.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK58.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK62.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga
BALENCIAGA_SUMMER22_LOOK64.jpg
Immagine courtesy di Balenciaga

Questo articolo è apparso originariamente su i-D UK.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Leggi anche:

Tagged:
Balenciaga
Paris Fashion Week
Review
S/S 22