Cosa vale la pena guardare su Netflix a marzo

Un po' di empowerment, un po' di cheesy e anche un'inaspettata quota cringe.

di Benedetta Pini
|
01 marzo 2021, 3:43pm

Still dal film "Girl Power"

Eccoci a marzo 2021, a pochi giorni dall’anniversario di quel fatidico giorno in cui è stato indetto il primo lockdown nazionale. Quindi sì, è tutto vero: è passato un anno intero da quando un virus è entrato nelle nostre vite stravolgendole completamente e imponendo al mondo ritmi, visioni e prospettive del tutto nuove.

È strano: pensando ai mesi appena trascorsi appare tutto immensamente difficile, faticoso e doloroso; ma, allo stesso tempo, questi mesi sembrano essere volati via, come se qualcuno ce li avessi rubati, cancellandoli con una stasi imposta e soffocante—per quanto salvifica e necessaria.

Così, come a ogni giro di boa significativo, viene da trarre le somme dei 12 mesi appena trascorsi, cercando di individuare quelle due o tre cose che ci hanno tenuto in vita in questo periodo, facendoci compagnia, aiutandoci a distrarci, portandoci a un bel pianto catartico o a una risata liberatoria. Tra queste c’è il cinema, portato direttamente a casa nostra da piattaforme streaming come MUBI e, ovviamente, Netflix.

Questo mese è decisamente meno generoso del precedente, ma proprio per questo siamo sicure che abbiate ancora qualcosa da recuperare—vi basta andare qui per fare un check delle uscite di febbraio su Netflix. Le nuove uscite di marzo 2021 su Netflix, invece, le trovate qui sotto!

Girl Power - La rivoluzione comincia a scuola (disponibile su Netflix dal 3 marzo 2021)

Com’è (o come sarebbe) avere una madre femminista in lotta contro il patriarcato? Lo sa bene solo chi ha la fortuna di avere una madre ex Sessantottina, a chiunque altro non resta che sognare, immaginando quanto sarebbe stimolante, formativo e illuminante, quanto ci avrebbe permesso di individuare con lucidità e sguardo critico i comportamenti tossici e sessisti attorno a noi—soprattutto in un’età confusa e travolgente come l’adolescenza, con tutte le terribili dinamiche liceali annesse. Ecco, questo film, diretto da Amy Poehler, racconta proprio la storia di una sedicenne, Vivian (Hadley Robinson), che decide di ribellarsi alle disuguaglianze di genere e alla mortificazione della donna che dilagano nella sua scuola.

Martin Eden (disponibile su Netflix dal 4 marzo 2021)

Luca Martinelli è Martin Eden, proletario nell’epoca dei grandi movimenti politici di massa. Innamorato di un’altolocata donna aristocratica e inebriato dal fascino decadente dei versi baudelairiani, da illetterato bracciante diventa presto avido studente e aspirante scrittore autodidatta. Nel mare di letture che divora appassionatamente, la scoperta del darwinismo sociale di Herbert Spencer lo coinvolge in una spirale ideologica di stampo individualista, in opposizione tanto al dilagante socialismo popolare, quanto al borghese liberalismo: attraverso l’individualismo Eden si riscatta come uomo, colto e finalmente rispettabile, ma l’individualismo lo trascina in un abisso di alienazione ed egocentrismo che lo consuma fatalmente.

Waffles + Mochi (disponibile su Netflix dal 16 marzo 2021)

Michelle Obama: da first lady a cringe queen in soli quattro anni.

Sulla stessa onda (in uscita su Netflix dal 25 marzo 2021)

La quota cheesy del mese che non può mancare in tempi di pandemia. E se non dovesse bastarvi, potete implementarla con A Week Away—guardate il trailer qui.

Gli Irregolari di Baker Street (disponibile su Netflix dal 26 marzo 2021)

Se pensavate di avere già visto e letto anche l’impossibile su Sherlock Holmes ma non ne avete mai abbastanza, ecco l’ennesimo nuovo prodotto sul detective più famoso di sempre. Gli Irregolari di Baker Street è la versione dark e horror del ciclo di romanzi Arthur Conan Doyle, sempre ambientata nella Londra del XIX secolo, ma con un’infusione di soprannaturale e magia nera.

Crediti

Testo di Benedetta Pini
​Immagine: still dal film "Girl Power"

Tagged:
Netflix
Streaming
Coronavirus
cosavedere