La nuova piattaforma streaming dove scoprire tutti i documentari dedicati alle icone dell'arte italiana

Si chiama Audiovisiva, ed è come inoltrarsi in una Wunderkammer dove scoprire tutte le curiosità della storia della cultura italiana dal Novecento a oggi.

di Gloria Venegoni
|
08 aprile 2021, 9:35am

Celia Forner. Sevilla, 1988. Fotografia di Ferdinando Scianna

Vi avevamo già parlato di MUBI e più recentemente di YouMovie, e sì, questa è l’ennesima nuova piattaforma di streaming. Ma Audiovisiva ha uno scopo e un contenuto molto diversi dalle altre. Il progetto nasce a marzo 2021 con lo scopo di dare spazio alla cultura italiana, e lo fa attraverso una selezione di documentari che raccontano quelle storie sconosciute da cui si è sviluppata l’arte italiana dal Novecento a oggi, ponendosi come pietre miliari imprescindibili per chiunque sia venuto dopo—anche se magari nemmeno lo sapevate.

Ma Audiovisiva ha un occhio puntato anche sul presente, proponendosi come luogo virtuale che dà spazio a tutti quei documentari presentati a festival più o meno indipendenti destinati a non trovare una distribuzione nei circuiti mainstream e a finire in quella dimensione parallela dove vengono dimenticati, insieme a quei titoli di cui si parla come dei capolavori ma non riusciamo mai a trovare online.

Pezzo di pellicola cinematografica di Memoria dei fluidi
Still da 'Memoria dei fluidi', di Giampaolo Penco, 2012, 56’

Fondata da Alessandra de Antonellis, Francisca Parrino  e Barbara Carneglia con il contributo di  di Fondazione Cariplo, Audiovisiva ricorda una Wunderkammer dove trovare curiosità prese da ogni ambito dell’arte contemporanea, dalla fotografia all’architettura, dal design alla musica, ponendosi anche come archivio storico. Gli oltre 300 documentari in catalogo—di cui i primi 40 già disponibili—sono accessibili senza dover sottoscrivere alcun abbonamento: potete noleggiarli oppure acquistarli, mentre altri sono gratuiti o tramite pacchetti agevolati per scuole e università—il 70% del ricavato della piattaforma è destinato a chi detiene diritti dell’opera.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Gloria Venegoni
Immagine di cover su gentile concessione dell’ufficio stampa © Ferdinando Scianna, utilizzate precedentemente per questo articolo.

Leggi anche:

Tagged:
Film
cinema
Streaming
documentari
audiovisiva