Getty ImagesImma

Nessuno ha incarnato il glam dei Duemila meglio di Lindsay Lohan

Nostalgia degli anni '00? Ci pensano Lilo e i suoi outfit più iconici di sempre.

di Tom George
|
27 maggio 2021, 4:00am

Getty ImagesImma

A volte non ci rendiamo conto di quanto lo stile di Lindsay Lohan abbia influenzato la moda e la cultura pop degli ultimi vent’anni. Protagonista di almeno una miriade di film Disney, la star è diventata una delle teen-celebrity più famose al mondo grazie alle sue iconiche prove attoriali (Genitori in trappola, Quel pazzo venerdì, Mean Girls, per citarne alcuni), due album musicali, infinite imboscate di paparazzi e il suo incredibile senso dello stile.

Dai mini abiti ai jeans a vita bassa, passando per le scarpe con la zeppa, Lilo ha incarnato alla perfezione lo stile dei primi anni 2000 e il glam di Los Angeles—lo stesso che idolatravano i teenager di The Bling Ring. Così, Lindsay ci ha regalato dei look impregnati di tutta l’essenza del glam di quegli anni e imbevuto del suo impareggiabile senso dell’umorismo. Ma la star non ha mai smesso di influenzare i trend e la cultura mainstream, lanciando linee di moda, sfoggiando look streetwear iconici e apparendo sui red carpet fino ad oggi.

L’attrice, modella, cantante, anima della festa, star di una delle cover di i-D, proprietaria di un club a Mykonos e giudice di Masked Singer oltre che meme vivente sembra aver vissuto mille vite. E anche se ci aspettiamo ancora moltissimi altri momenti di moda indimenticabili da parte di Lilo, vogliamo comunque dare uno sguardo ai suoi outfit più iconici dagli anni ‘90 a oggi.

La campagna per Calvin Klein Kids, circa 1998

Prima del suo debutto come attrice nel ruolo di Annie e Hallie—le due gemelle ghiotte di oreo e burro d’arachidi del film Disney Genitori in Trappola (1998)—Lindsay Lohan era già diventata famosa come modella di linee per bambini. Con un contratto sotto Ford Models già dall’età di tre anni, ha partecipato alle campagne di Ambercrombie & Fitch, Tommy Hilfiger e Jell-O, ed è stata la protagonista di diversi editoriali di moda. Qui, Lindsay posa con sua sorella Allie in un’iconica pubblicità di Calvin Klein Kids, inconfondibilmente anni ‘90.

Alla premiere di un film a New York, 2001

lindsay lohan in piedi su un marciapiede in pantaloni mimetici ad una proiezione del 2001
Foto di Evan Agostini/Getty Images

Molto prima che questa iconica battuta di Mean Girls fosse stata concepita dalla sceneggiatrice Tina Fey, la nostra Lilo aveva già sfoggiato questo look camo-casual ad un evento organizzato da HBO a Southampton, New York. Con dei pantaloni patchwork color khaki, una canottiera nera aderente e un choker di perline, questo look—insieme alle sue famose tute Juicy Couture—è emblematico dello stile di Lindsay anni 2000: cute e casual con un tocco di grunge.

Ai Teen Choice Awards del 2003

lindsay lohan  sul red carpet dei teen choice awards del 2003
Foto di Jeffrey Mayer/WireImage

Con all’attivo una serie di successi firmati Disney e prossima all’uscita di Quel Pazzo Venerdì, Lindsay arriva ai Teen Choice Award per presentare assieme alla co-star Jamie Lee Curtis il premio al Miglior Attore in un Film Comedy (vinto quell’anno da Ashton Kutcher per That 70’s Show). Qui, il look di Lindsay è divertente e audace, con un reggiseno nero abbinato a un cardigan trasparente e un paio di jeans a vita estremamente bassa—un pezzo immancabile del suo guardaroba.

All’anteprima di “Mean Girls” nel 2004

lindsay lohan indossa un vestito verde acqua con scarpe dorate alla premiere di mean Girls
Foto di Dave Benett/Getty Images

Lindsay ha sempre sentito una forte affinità con Marilyn Monroe, l’attrice, cantante e icona sexy degli anni ‘50, perseguitata dalla stampa esattamente come lei. Alla prima di Mean Girls—il film che ha portato Lilo da star bambina a un tour de force di praticamente tutte le teen-comedy sfornate negli anni 2000—l’attrice sfoggiava il suo look preferito: un miniabito bianco, candido e fresco che rimandava chiaramente al suo idolo del cinema. Lindsay avrebbe continuato a omaggiare Marilyn durante tutta la sua carriera, dall’hairstyle arruffato per la copertina di New York Magazine e Playboy, passando per qualsiasi cosa sia questo sketch comedy, fino alla lettura di estratti dal diario di Marilyn per un documentario del 2012.

Sfoggiando una nuova acconciatura alla premiere di un film nel 2005

lindsay lohan posa sul red carpet in un vestito attillato nero
Photo by Jon Kopaloff/FilmMagic

In quel periodo storico, Lindsay ingaggiò la stylist delle star Rachel Zoe—vero e proprio oracolo della moda di Nicole Richie, Paris Hilton e Mischa Barton—per diventare la pioniera dello stile ‘boho-chic’ di Los Angeles. Sia i tabloid che i fan si resero conto che lo stile di Lindsay era migliorato di parecchio, adattandosi all’immensa fama che aveva ormai ottenuto da tempo. Sul red carpet della prima del film di spionaggio firmato Brangelina, Mr & Mrs Smith, Lindsay indossa un sensuale vestito metallico Gucci e delle scarpe con il tacco Chloe, sfoggiando le sue nuove beach wave platino.

Con Nicole Richie e Tommy Hilfiger a un ballo di beneficenza nel 2006

lindsay lohan, tommy hilfiger e nicole richie che sui tengono a braccetto a un ballo di beneficenza
Foto di Jason Merritt/FilmMagic

Oltre a Marilyn e agli anni ‘50, un’altra grande fonte di ispirazione per lo stile di Lindsay sono state le flapper girl dei Ruggenti Anni ‘20. A braccetto con Tommy Hilfiger e la BFF Nicole Richie, prima di passare la serata a chiacchierare con altre icone di quegli anni, tra cui la star di Gossip Girl Michelle Trachtenberg e Sophia Bush di One Tree Hill, Lindsay ha stupito l’audience con questo mini abito bianco con frange di cristallo.

Agli MTV VMAs del 2008

lindsay lohan in tacchi e vestito nero agli mtv vmas del 2008
Foto di Jon Kopaloff/FilmMagic

Un tema ricorrente dello stile di Lindsay Lohan sono la stravaganza e leggerezza che ama esprimere attraverso le sue scelte sartoriali. La stampa avrebbe sempre e comunque trovato qualcosa da ridire su di lei, quindi perché non dar loro qualcosa di cui poter effettivamente parlare! E quale posto migliore per farlo se non ai controversi MTV VMAs? Prendiamo come esempio il vestito indossato ai VMAs del 2008—l’anno in cui Britney vinse il suo primo Moon Man. Il vestitino attillato firmato House of Holland aveva delle zip aperte sul fondoschiena e sul seno di Lilo, sfacciatamente visibili quando si girava o quando muoveva la sua chioma.

Per far pubblicità alla propria linea di vestiti da Bloomingdale’s nel 2009

lindsay lohan da bloomingdale's con in mano dei leggings disegnati da lei stessa
Foro di Jerritt Clark/Getty Images per Bloomingdale's

Nel 2008, Lindsay ha lanciato una linea di leggings come parte del suo brand 6126, il cui nome fa riferimento al compleanno di Marilyn. Ogni pezzo della sua collezione conteneva nel nome parole tipicamente Lohan: “fama”, “lussuria” e “star”. I leggings furono un successo enorme, e vennero venduti in ogni negozio degli US, compreso DASH, quello delle Kardashian. Il successo dei leggings portò alla creazione di una più larga collezione di vestiti che debuttò nel 2010. Mahoro Seward di i-D sottolinea che “Lindsay rese i leggings così mainstream che orde di ragazzine affollarono i centri commerciali di tutto il paese indossandoli e comprandoli mentre andavano a fare shopping.” The power that that has.

Seguita dai paparazzi a Los Angeles nel 2010

lindsay lohan che cammina a los angeles fotografata dai paparazzi
Foto di Jean Baptiste Lacroix/WireImage

L’opinionista di moda Shane Watson ha inserito Lindsay nel “gruppo delle tre F”—le F stanno per “famous and fashion-forward” [“famose e alla moda”, NdR]—ossia quelle figure che stavano rivoluzionando l’industria della moda con la loro influenza mediatica. Constatò che il fascino enorme esercitato da Lindsay, Kate Moss e Sienna Miller sui fan, comportava che questi volessero emulare il loro stile nell’immediato, e non a distanza di sei mesi, quando quei vestiti sarebbero stati disponibili per le masse.

Questo convinse le catene di moda a creare dei look ispirati a quello che Lindsay & Co indossavano sui red carpet, invece che seguire le passerelle delle Fasion Week. Anche se il lavoro di Lindsay come Artistic Advisor per Ungaro non è stato un successo, il suo street style continuava ad avere un enorme appeal. In fondo, ci dev’essere stato un motivo se sette teenager hanno deciso di fare irruzione nella sua casa a Hollywood Hills, rischiando la galera per rubarne i vestiti.

All’anteprima di Liz e Dick nel 2012

lindsay lohan si aggiusta i capelli mentre indossa un vestito di satin beige sul red carpet
Foto di Jason Merritt/Getty Images

Lindsay venne scelta per interpretare un’altra delle sue icone della vecchia Hollywood: la starlet del grande schermo Elizabeth Taylor, nel film del 2012 Liz and Dick. Il film racconta l’amore travagliato dell’attrice con Richard Burton, che incontrò sul set di Cleopatra (1963). Grandissima fan dell’attrice, Lindsay le aveva reso omaggio sulla cover di Interview magazine scattata da Karl Lagerfeld nel 2006. Alla prima del film, l’attrice ci deliziò con uno stile Old Hollywood indossando un vestito Donna Dashini e una stola molto chic.

Al concerto di Natale della stazione radio Z100 nel 2013

lindsay lohan che parla in un microfono al concerto di natale di Z100
Foto di Kevin Kane/WireImage

Dopo uno sketch al Saturday Night Live moto autoconsapevole e l’iconica scena con Chalie Sheen in Scary Movie 5, l’autoironia di Lindsay e il suo humour schivo hanno conquistato letteralmente tutti (più tardi divenne il volto di lawyer.com, trollando Donald Trump). Questo lato della sua personalità emergeva spesso anche nei suoi outfit. Per presentare Miley Cyrus al concerto natalizio della radio Z100, sua collega Disney altrettanto perseguitata dai paparazzi, Lindsay indossò una t-shirt oversize del designer londinese Ashish con scritto “same old chic”, con un paio di pantaloncini corti e stivali alti fino alla coscia.

Alla festa per il 35esimo anniversario di i-D nel 2015

lindsay lohan che posa alla festa per il trentacinquesimo anniversario di i-D magazine
Foto di David M. Benett/Dave Benett/Getty Images

Dopo essere apparsa sulla copertina del numero di i-D “The Wealth Issue” del 2006, la star si è presentata al party per il 35esimo anniversario del magazine alla Moschino Mansion a Londra indossando un Little Black Dress, un luminoso kaftano a fantasia e dei sandali da gladiatore. Ha posato per le foto indossando una corona di Jeremy Scott, e festeggiando tutta notte con A$AP Rocky e Kate Moss, gli stilisti Pam Hogg e Sam Hughes, lo skater Blondey McCoy, DJ dell’East London Princess Julia e anche una giovanissima Dua Lipa.

Alla sua casa di vacanze a Mykonos nel 2018

Più di recente, Lilo si è ritirata a vita quasi del tutto privata a Dubai, dove la legge che vieta di scattare e pubblicare foto senza il permesso della persona immortalata tiene a distanza le orde di paparazzi. L’abbiamo vista in occasione del reality di MTV sulla sua vita come proprietaria del Mykonos Beach Club, e la star ha suggerito di poter essere in procinto di tornare a Hollywood e ritornare a fare musica.

Ad ogni modo, quando questa clip di Lindsay che balla sulle note di Pillowtalk di Zayn Malik è diventata virale, ogni fan ha tirato un sospiro di sollievo nel vederla così felice e spensierata dopo una tumultuosa ascesa alla fama. Indossando una tuta metallica che riassume perfettamente la vibe da dea greca che pervade il suo stile più recente, Lindsay scuote i capelli davanti a una bandiera arcobaleno circondata da drag queen e da una serie di corpi coperti di glitter. È così che si fa festa a Mykonos!

Questo articolo è comparso originariamente su i-D UK.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Crediti

Testo di Tom George

Leggi anche:

Tagged:
Hollywood
Mean Girls
lindsay lohan
anni '00
look iconici