Immagini su gentile concessione di Dover Street Market

il pop-up store di balenciaga: tutto quello che c'è da sapere

Finalmente tutti possiamo collaborare con Demna.

di Douglas Greenwood
|
07 dicembre 2017, 8:30am

Immagini su gentile concessione di Dover Street Market

Pochi direttori creativi sanno generare un'isteria collettiva paragonabile a quella che ogni collezione di Demna Gvasalia suscita. Può mettere su un pop-up nel porto di Hong Kong o tra i magazzini di Seoul con 24 ore di anticipo e comunque ad attendere l'apertura ci sono immancabilmente code chilometriche. Considerando l'hype che si è creato attorno ai passati eventi targati Vetements, non sorprende che lo stilista abbia portato questo approccio di vendita al dettaglio anche in casa Balenciaga.

Dopo l'enorme successo registrato dal takeover di Colette la scorsa estate, il "brand più cool del mondo" trasformerà il piano terra di Dover Street Market a Londra in una copisteria, dove i fan del brand potranno personalizzare e stampare le loro t-shirt Balenciaga con grafiche studiate appositamente da Demna.

Lanciato insieme a un nuovo modello delle ultra-famose sneaker Triple S (che sono già ovviamente sold-out), l'evento vuole portare gli affezionati della maison di tutta Europa a Londra prima del Natale.

Se state già controllando i voli per Gatwick, qui potete prepararvi a dovere per il vostro viaggio alla volta di Dover Street Market.

Ci sono delle fasce orarie, quindi arrivate presto!
Non aspettatevi di arrivare davanti a DSM ed entrare immediatamente nel pop-up Balenciaga. La mattina dell'inaugurazione i fan del marchio si sono pazientemente messi in coda per avere la possibilità di accaparrarsi una delle t-shirt, ma per evitare che il tutto si trasformi in una gara di resistenza a freddo e agenti atmosferici avversi gli store manager hanno ideato un sistema di prenotazione. Basta presentarsi lì di buon'ora, lasciare il proprio nome e avere la pazienza di un Santo. Ti verrà dato una fascia oraria in cui tornare e cercare di mettere le mani su una o più magliette.

Il design è ispirato ad Americana, al wrestling e alle rockstar
Sarebbe stato troppo semplice dare una rinfrescata a qualche vecchia idea e propinarla poi ai clienti, ma il design di questa edizione limitata non hanno nulla a che fare con altre collezioni Balenciaga e fanno spesso l'occhiolino agli elementi più trash e ridicoli di Americana. Altre reference degne di nota: John Cena sul ring, la distorsione della celebre traccia di Drake in 'Shotline Bling' e gattini.

Ogni singola t-shirt sarà unica
Gli sfondi, i loghi e gli altri elementi grafici tra cui scegliere sono così tanti che sarebbe praticamente impossibile creare due t-shirt identiche. Il sistema messo a punto da Balenciaga permette di modificare forma, dimensioni e posizione delle decine di grafiche presenti. Aggiungete la possibilità di scegliere la t-shirt da personalizzare in cinque diversi colori e il risultato è una t-shirt originale e unica di Balenciaga per 295 sterline. Un affare.

Lo staff non ha nessuna fretta di servirvi
Sarebbe stato semplice sfornare migliaia di t-shirt personalizzate al giorno grazie a un sistema automatizzato di stampa, ma Demna ha preferito rimanere fedele alla sua filosofia di domanda che supera (di molto, aggiungiamo noi) l'offerta. Il personale del pop-up non deve infatti superare i dieci pezzi all'ora, un modo per assicurarsi che ogni singolo capo venga prodotto con la necessaria cura e attenzione. Non male, vero?

La storia di quelle date del tour sul retro è piuttosto carina
I clienti hanno l'opportunità di modificare a loro piacimento la parte anteriore della t-shirt, ma la stampa sul retro è la stessa per tutti. La somiglianza con le magliette vendute in tour da cantanti e gruppi è palese: c'è il logo Balenciaga, c'è la scritta 'DO IT YOURSELF Ts' e un elenco di città e date. A prima vista si potrebbe supporre siano le prossime, oscure metropoli in cui il pop-up aprirà le sue porte, ma il personale ci ha spiegato che sono in realtà data e luogo di nascita dello staff Balenciaga.

In esposizione è presente anche una scultura di Mark Jenkins—vestita Balenciaga, ovvio
Mark Jenkins è un artista conosciuto per le sue sculture iperrealistiche di donne e uomini, alcune così veritiere e scomode da aver spinto alcuni passanti a chiamare la polizia. Per la sua prima collaborazione con Balenciaga, Jenkins ha dato forma alla perfetta riproduzione di un hypebeast che indossa uno degli outfit visti sulla passerella autunno/inverno 2017 del brand, Triple S comprese. L'omino è seduto su alcune scatole all'interno della copisteria, il volto coperto dal cappuccio della felpa.

Le Triple S sono già finite. Ci dispiace.
Per celebrare l'apertura della copisteria/pop-up, Balenciaga ha collaborato con il team di Dover Street Market e ha messo in vendita una nuova versione super-limitata delle Triple S. La scarpa—conosciuta per la suola XXL, i diversi materiali a contrasto tra loro e le irriverenti palette di colori—è andata sold-out praticamente ovunque a poche ore dal momento in cui è stata messa in vendita, ed è esattamente quello che è accaduto anche questa volta, ma in meno di 60 secondi.

Balenciaga’s Copyshop è il pop-up del brand aperto da Dover Street Market a London fino al 17 dicembre 2017.