i giovani londinesi ci raccontano come vedono il futuro

Il 2016 ci è sembrato spesso la fine del mondo, ma non è ancora finito! Il fotografo Finn Constantine è andato per le strade di Londra per conoscere le speranze per il futuro e i sogni dei giovani della città.

di i-D Staff
|
25 novembre 2016, 10:24am

Anna Sharon, 21, Londra via Tel Aviv, Israel

Che cosa fai? Studio cinema alla London Film School e il resto del tempo seguo il mio cuore.
La tua canzone preferita del 2016?  Mi piace Shama dell'album Swissa. L'hip hop israeliano si sta risvegliando! 
Come vedi il 2016 dopo la Brexit e le elezioni americane?  Noi giovani creativi liberali dobbiamo prestare più attenzione al mondo reale per combattere il razzismo. Ora.
Se potessi cambiare una cosa del 2016 quale sarebbe?  Trump.
Quali sono le tue speranze per il 2017?  Fare qualcosa che sia d'ispirazione per altri, andare in qualche posto nuovo e lasciarmi sorprendere. 
Quali sono i tuoi propositi per il nuovo anno? Guardare la gente negli occhi per più di 5 secondi. 

@annasharon

David Spence, 25, Toronto, Canada

Che cosa fai? Studio.
Descriviti in 5 parole? Forte, un finto pessimista.
La tua canzone preferita del 2016? The Wickerman di Meatraffle o Kyiv Blues di Buttechno.
Come vedi il 2016 dopo la Brexit e le elezioni americane? Il mondo ha bisogno di amore.
Se potessi cambiare una cosa del 2016 quale sarebbe? Essere più caritatevole e libero.
Quali sono le tue speranze per il 2017? La pace nel mondo.

@ddspence

Olivier Francois David Huband, 22, Londra

Che cosa fai? Studio recitazione al Drama Centre London.
Descriviti in 5 parole? Non sono una macchina.
La tua canzone preferita del 2016? Dracula Teeth dei Last Shadow Puppets.
Come vedi il 2016 dopo la Brexit e le elezioni americane? Siamo molto disillusi, ma come in ogni periodo difficile c'è la possibilità di ricaricarsi, riflettere e generare nuove idee. 
Se potessi cambiare una cosa del 2016 quale sarebbe? Non dovremmo sempre dipendere dagli altri quando decidiamo qualcosa per noi stessi.
Quali sono le tue speranze per il 2017? Vorrei che il problema della diversity venisse superato nell'industria del cinema. Dobbiamo lottare per le pari opportunità. 

@olivierguidy

Olivier Gaston Pagy, 19, Turchia e Francia

Che cosa fai? Dipingo e creo abiti da Velvet Plaza.
Descriviti in 5 parole? Preoccupato, sensibile, cosciente, distaccato, dipendente.  
La tua canzone preferita del 2016? Creeping di Obongjayar.
Come vedi il 2016 dopo la Brexit e le elezioni americane? La maggior parte dei giovani hanno votato no al referendum perciò saranno più uniti e creeranno un futuro migliore per se stessi.
Se potessi cambiare una cosa del 2016 quale sarebbe? La morte di mio nonno. 
Quali sono le tue speranze per il 2017? Una mostra su Marcel Duchamp a Londra. 
Quali sono i tuoi propositi per il nuovo anno? Meno cazzata e più produttività.

@pagyolivier

Pauline de Blonay, 21, Svizzera 

Che cosa fai? Studio Fashion Design Womenswear alla CSM.
Descriviti in 5 parole? Ottimista, appassionata, ritardataria, curiosa e organizzata. 
La tua canzone preferita del 2016? Crazy Dream di Tom Misch ft Loyle Carner.
Come vedi il 2016 dopo la Brexit e le elezioni americane? Sono preoccupata. Molti problemi sono emersi e la gente non sta incanalando la propria rabbia nella giusta direzione. Tuttavia sono speranzosa, in tempi bui come questi l'arte funge da catarsi per esprimere ciò che sentiamo e cambiare le cose.
Se potessi cambiare una cosa del 2016 quale sarebbe? Spegnere la TV.
Quali sono le tue speranze per il 2017? Trovare l'idea del secolo.  

@paulp__

Yasmina Atta, 19, Nigeria

Che cosa fai? Studio moda.
Descriviti in 5 parole? Una parola diversa ogni giorno.
La tua canzone preferita del 2016? Bluff di Kelela.
Come vedi il 2016 dopo la Brexit e le elezioni americane? Sento che la mia generazione si interessa più di politica visto che la gente ora parla di più dei problemi e spero questo cambi le cose. 
Se potessi cambiare una cosa del 2016 quale sarebbe? Essere progressisti come pensiamo di essere. 
Quali sono le tue speranze per il 2017? Dare più importanza all'ecologia.
Quali sono i tuoi propositi per l'anno nuovo? Ricordarmi di rispondere ai messaggi.  

@yasmina.tv

Monique Lucas, 19, Londra e Felix Flint Wood, 19, una piccola isola delle Bahamas 

Che cosa fai? ML: Studio architettura d'interni all'Università di Westminster. Sono anche un'artista. FW: Vivo a Londra per il momento e sto dando vita ad un brand chiamato Idle Assembly.
Descriviti in 5 parole? ML: Sicura, ambiziosa, calma, affettuosa, estroversa. 
La tua canzone preferita del 2016? ML: Tutte quelle di Kodak Black. FW: NINES - PIFF.
I vostri propositi per l'anno nuovo? ML: Tenermi informata su ciò che succede nel mondo e cercare di aiutare. 

@moniquelucas97@idle_boy

Crediti


Foto Finn Constantine