hair

una magica visita nel salone di susy, creativa hair stylist di brooklyn

i-D ha prenotato un appuntamento da Hair by Susy, salone newyorkese in cui la proprietaria ci ha raccontato la sua complessa e sfaccettata idea di stile, tra bantu knots e mambo.

di André-Naquian Wheeler
|
26 giugno 2017, 10:25am

hair


"Non voglio che le mie clienti stiano comode quando sono nel mio salone," spiega Susy, la proprietaria di Hair by Susy, mentre ritocca i capelli ramati di una ragazza. "Voglio che siano sveglie! Quando parlo con loro, voglio che pensino 'ehi, sto per capire qualcosa della mia vita finalmente!'" Forse Susy ha scelto questa missione perché lei stessa ha capito molto della sua vita grazie ai capelli. Dall'età di 16 anni lavora come parrucchiera professionista, investendo i soldi guadagnati durante le vacanze estive nell'acquisto di costose extension. "Sono entrata in questo mondo come creativa," afferma orgogliosa. "Volevo creare opere d'arte pazzesche." Poi si ferma, mi guarda strizzando gli occhi e mi dice che tipo di opera d'arte creerebbe con i miei ricci (finti dread con all'interno ciocche color acquamarina intrecciate).

Susy ha dovuto lottare con le unghie e con i denti per poter acquistare il suo salone, situato nella parte est di Brooklyn, a New York (zona non ancora toccata dalla gentrificazione). Ha affittato alcune stanze del suo appartamento ad altri hair stylist, ha vissuto in un rifugio per senzatetto (facendo i capelli, gratis, a chi stava per fare un colloquio di lavoro) ed è pazientemente riuscita a convincere l'ex proprietario dell'edificio a vendere il locale proprio a lei. "Avevo capito che dovevo iniziare a pensare in grande. Se non hai fiducia nel tuo lavoro, nessuno ti prenderà mai sul serio! Non potevo essere tipo 'sì, lavoro ancora a casa mia.'"

Susy ha creato uno spazio sicuro nel suo salone. I sentimenti più profondi vengono raccontati senza remore, le battutine si sprecano e le difficoltà della vita condivise. Quando si entra, ci si sente come abbracciati con calore. C'è Susy con le sue treccine fino alla vita (alcune biondo platino, altre color verde lime), le agili dita che non si fermano mai mentre ride e chiacchiera con le clienti. Ha una voce larga e melodica, da cui trapela un'indomita sincerità che costringe a rispondere con attenzione quando casualmente ti chiede qual è il tuo obiettivo nella vita e come vuoi cambiare il mondo.

Il suo gruppo è formato da clienti e gente del quartiere che s'incontra nel salone, anche se non deve necessariamente farsi fare i capelli. Tutti dicono la loro quando va in onda il The Wendy Williams Show. "Alle Kardashian piace credere di essere nere!" urla qualcuno. Quando sono stato per la prima volta da Susy, mi aspettavo di trovare persone insicure del loro aspetto esteriore perché consapevoli dell'esistenza di bias e pregiudizi legati a determinate pettinature, come i cornrow e i dreadlock. Ma così non è stato.

"Ti senti mai a disagio a causa delle tue treccine?" chiedo a un adolescente con un bel sorriso disteso sul volto (che si stava ovviamente godendo l'iniezione di fiducia in sé stesso data dai capelli appena fatti.)

Mi ha guardato con aria smarrita, come se non capisse come e perché mi fosse venuta in mente una domanda simile: "No."

"Questo è chiamato mambo. È una pettinatura africana, con le perline e le trecce che si uniscono a formare un cerchio. Anche la modella era piuttosto regale, quindi volevo creare una pettinatura che la rappresentasse. Ho deciso di fare qualcosa che ricordasse una corona. In questo momento sono fissata con le perline, quindi ho voluto incorporarle alle treccine. Perline e freccine di diverse misure e colori sono cose che le persone di colore fanno da secoli. Quando l'ho guardata, ho immaginato un cerchio infinito. Perché per me, i suoi capelli sono i crescita costante." - Susy

"La modella ha la pelle molto chiara e di solito sceglie freccine bionde, quindi ho pensato al rosso per sottolineare la sua carnagione. Amo il rosso perché rappresenta la passione, il fuoco. Ogni hairstyle dipende dal colore, dai sottotoni e da ciò a cui sto pensando in quel preciso momento. Per lei volevo qualcosa di fiero e sexy, che mettesse in evidenza il suo viso. Il triangolo mi è venuto in mente guardando la piramide sulla banconota da un dollaro. Amo la forma e la consistenza dei capelli!" - Busy

"Ho sempre amato i bantu knots, perché se vuoi sistemati velocemente i capelli e uscire, questa è la pettinatura giusta. Bantu significa "persone", quindi rappresenta il mondo intero. Oggi le sfoggiano persone africane di etnie diverse, ma sono nate nella tribù Zulu. È così facile: basta fare qualche treccia, non troppo precisa, e poi arrotolarla su sé stessa." - Susy

"Amo i colori" Mi fanno così felice. Mi piace giocare con sfumature diverse, ma il viola è il mio colore preferito per i capelli. Per creare questo hairstyle ho pensato: "non ho mai visto una ragazza di colore con i capelli giallo fluo, quindi proviamoci! Alla gente di solito piacciono le mie creazioni, però qualcuno non li considera così belli... ma va bene così! I colori mi fanno felice. Quando ho i capelli neri sono un po' sottotono, mentre se scelgo qualcosa di colorato sono felice, e anche chi mi circonda lo è!" - Susy

Hairbysusy.com

Crediti


Testo André-Naquian Wheeler
Fotografia Christine Hahn