Pubblicità

10 video musicali che forse vi siete persi nel 2016

Una classifica alternativa di video musicali che, secondo noi, hanno meritato la nostra attenzione nel 2016.

di Tom Ivin
|
19 dicembre 2016, 3:20pm

Al di sotto del Pantheon di musicisti dei MTV VMA che ormai conosciamo benissimo, c'è sottobosco di nuovi artisti che, secondo noi, meritano la nostra attenzione. Alla vetta di ogni classifica per il 2016 troveremo sicuramente Lemonade, Nikes, Views o qualsiasi cosa porti la firma di Kanye West. Alla fine di questi tumultuosi 12 mesi, però, pensiamo sia giunta l'ora di dare un po' di spazio agli eroi dei video musicali che non sono stati celebrati a sufficienza nel 2016.

Come sappiamo, la storia del mondo è fatta di cicli. Ora è giunto il momento che i grandi personaggi, le idee rivoluzionarie e i caratteri esplosivi tornino a venir messi in evidenza in politica, sulle passerelle e sui grandi schermi. Persino la televisione e i suoi equivalenti online pullulano di idee bizzarre dai budget stratosferici, facendoci dimenticare la tendenza che, negli ultimi 10 anni, ha fatto sì che i nostri schermi venissero invasi da commedie docu-style dalla qualità discutibile.

Stessa sorte per i video musicali che per definizione sono i più adatti ad tradursi in opere concettuali, artistiche e cerebrali. Nonostante questi tempi difficili e la mancanza di fondi, gli artisti stanno continuando ad avere successo e le idee stanno continuando a fluire. Grazie ai social media e canali come Youtube, i musicisti si possono esprimere liberamente non essendo più vincolati dal loro rapporto con grandi etichette discografiche o dalle politiche della Top 40. Ciò che è certo è che l'estetica e il messaggio dietro a un video non sono mai stati più importanti di ora.

Obongjayar - Creeping (regia Frank Lebon)
In questo video ricco di stile per Creeping, Obongjayar è una figura inquietante, illuminata mentre si muove tra strade inghiottite dall'oscurità. Canta le sue verità con gli occhi puntati verso la telecamera prima di farsi largo nell'aurora a South London. Il regista Frank Lebon è riuscito a dare nuova linfa al classico video performance, commentando a modo suo i problemi sociali in un anno in cui nessuno era lì per prendersi la colpa, ma tutti erano pronti a puntare il dito.

Nadia Rose - Skwod (regia Reece Proctor)
Nadia Rose ci fa ballare con questo clip vincitore dei MOBO Awards per Miglior Video, dei capi adidas estremamente cool e delle dance moves che avrebbero dovuto essere il trend per la fine dell'anno, altro che #Mannequin Challenge. È impossibile non farsi coinvolgere dal video per Skwod diretto dal frequente collaboratore Reece Proctor. Nadia Rose non è tornata. Nadia Rose non se n'è mai andata.

Mura Masa - What If I Go? (regia Yoni Lappin)
Prima della collaborazione con A$AP Rocky, Mura Masa ha pubblicato questo inno all'amore giovanile e ai cool kids che abitano le città. Con quasi 8 milioni di visualizzazioni su Youtube, il clip diretto da Yoni Lappin cattura l'attenzione dello spettatore con delle immagini stile GIF dall'effetto ipnotizzante. Si tratta di un video che rispecchia i nostri tempi più di quanto riusciamo ad immaginare al momento.

Clams Casino & Vince Staples - All Nite (regia Ryan Staake)
Tecnicamente ineccepibile, il video diretto da Ryan Staake per All Nite è la ciliegina sulla torta che va a coronare un anno visivamente molto elettrizzante per Vince Staples (se non sapete di cosa stiamo parlando, date un'occhiata a Prima Donna, un corto di 10 minuti diretto da Nabil). Colori pastello e inquadrature spettacolari accompagnano la performance di Vince Staples vestito in una felpa firmata Palace.

Mykki Blanco - Loner (regia Anthony & Alex)
Video dalla storia travagliata: bannato su YouTube per poi essere reintrodotto con il limite d'età. Come tutti i grandi artisti Mykki Blanco è un provocatore e qui crea, grazie alla sapiente regia di Anthony & Alex, un codice visivo che sfida i canoni etero-normativi. Che sia stato censurato per l'alto tasso di queerness o per altre ragioni, tutto il polverone che Loner ha suscitato non fa altro che renderlo ancora più apprezzabile ai nostri occhi.

Grimes - The Ac!d Reign Chronicles (regia Claire Boucher)
Questa alternativa a Lemonade è l'ultima fatica della regina canadese del Grime. Ambientato in diverse zone d'Europa, diretto ed editato da Claire Boucher in persona, The Ac!d Reign Chronicles dimostra come nessuno sia in grado di concretizzare una visione meglio della mente che l'ha partorita.

Happy Meal Ltd - Stained (regia Jenkin Van Zyl)
Questo è il primo (e finora unico) singolo degli Happy Meal LTD. Il video diretto da Jenkin Van Zyl è un'esperienza punk, incalzante e psichedelica che accompagna perfettamente il ritmo coinvolgente di Stained.

Cosima - Girls Who Get Ready (regia Cosima)
Nel video multi-formato del singolo sognante Girls Who Get Ready, Cosima si prepara per una serata decisamente non convenzionale. Nel clip diretto da lei stessa, la vediamo accompagnata da una girl gang dallo stile invidiabile, una capra, un maialino e una deliziosa torta al cioccolato. Non vediamo l'ora di vedere cosa ha ancora in serbo per noi la stella di South London!

Charli XCX + Sophie - Vroom Vroom (regia Bradley and Pablo)
Una Charli XCX tutta in pelle diretta da Bradley and Pablo si muove in una danza dai tratti futuristici. È come una versione più splendente di Single Ladies con un finale in technicolor che preannuncia come sarà la musica del 2017: dark, graffiante e irriverente.

Keith Ape - Diamonds (regia BRTHR)
Una psichedelica avventura interattiva nel video di Keith Ape che segue It G Ma. L'utente può manipolare le immagini al neon, che cambiano ritmo ad una velocità allarmante tra viaggi in macchina notturni e piogge di diamanti. Non sbattete le palpebre, o potreste perdervi qualcosa.

Crediti


Testo Tom Ivin

Tagged:
2016
video musicali