i nudi più controversi visti sul red carpet

Seni, sederi e capezzoli a cui ispirarsi per il prossimo party.

|
13 novembre 2014, 5:15pm

Rihanna
Dimostrando di essere davvero diventata una bad girl, per ricevere il suo Fashion Icon of the Year all'inizio di quest'anno la nostra RiRi si è presentata in una rete da pesca di Adam Selman, totalmente (s)vestita di cristalli Swarovski. Oh, aveva anche una stola in pelliccia ovviamente, nel caso fosse un po' troppo nuda.

J-Lo
A J-Lo piace andare davvero in profondità. Molto tempo dopo il "block", nel 2000 Jenny fece parlare tutti ai 42esimi Grammy Awards presentandosi con un vestito la cui scollatura precipitava così in basso da toccare il pavimento. Tinteggiato di verde giungla e trasudando del glamour firmato Versace, questo vestito è diventato uno dei più iconici del mondo. Ha anche una pagina su Wikipedia tutta sua.

Sophie Dahl
Bannata in quasi tutti i paesi, la campagna pubblicitaria del 2000 per Opium di YSL è stata una delle più controverse di tutti i tempi. Scattata da Steven Meisel per Tom Ford, ritraeva una super sexy Sophie Dahl mentre si concerceva su un letto di velluto, completamente nuda tranne che per un paio di scarpe con il tacco e alcuni gioielli luccicanti.

Janet Jackson
Soprannominato "Nipplegate" da tutti coloro che lo videro, quello che successe durante il primo tempo del Superbowl XXVIII fu il "malfunzionamento da guardaroba" più sensazionale di tutti i tempi. Mentre dondolava il suo corpo in duetto con Justin Timberlake, il seno ingioiellato di Janet Jackson si scoprì. La stampa si scatenò, e fedele alla sua canzone JT riuscì ad avere Janet nuda alla fine della canzone.

Lil' Kim
Più bootilicious di Beyoncé e più impertinente di Sister Sledge, Lil 'Kim è una delle tipe più cool del pianeta. Conosciuta per le sue rime sexy e i suoi abbigliamenti furbi, nel '99 ha fatto notizia con la sua scelta per il red carpet dei VMA. Con una parrucca blu elettrico, una tuta lilla e un piccolo cerotto che le copriva un capezzolo, Lil 'Kim era la più bella del ballo. Anche Diana Ross non era riuscita a resisterle appena lei era salita sul palco. Ti amiamo Kim!

Crediti


Testo Tish Weinstock