la bisessualità maschile è il nuovo tabù?

Spesso viene ritenuta una fase, altre volte discriminata. Perché la società sembra non accettare la bisessualità maschile?

di Jean Kemshal-Bell
|
04 settembre 2015, 11:49am

Photography David Pomponio. Getty Images.

Ci sono stati numerosi commenti riguardo a quanto riportato di recente da Vogue, ovvero che l'interesse di Cara Delevingne per le donne sarebbe soltanto una "fase" (la modella e attrice al momento esce con Annie Clark) giocando sul banale cliché che le donne bisessuali scelgono altre donne fino a che non decidono di trovarsi un uomo. È una generalizzazione frustrante, senza dubbio, tuttavia ci sono molte donne famose che parlano apertamente della loro libertà sessuale. Ci sono Miley, Cara, Gaga, Azealia e K-Stew - ma dove sono gli uomini bisessuali? Frank Ocean? Ha detto che si era innamorato di un uomo - questo è tutto quello che sappiamo. Giovani attori come Ezra Miller e Josh Hutchinson rappresentano la nuova generazione di giovani che non vedono la sessualità divisa in gruppi distinti, ma sfortunatamente questi esempi sono ancora una rarità.

Come le donne bisessuali, gli uomini bisessuali devono affrontare la solita vecchia generalizzazione - sono solo gay che non sono ancora usciti allo scoperto. Come un mio amico gay mi ha detto recentemente "la società etichetterà sempre e per tutta la tua vita un uomo bisessuale come un succhiacazzi, fregandosene di quanta attrazione possa sentire per le ragazze o da quanto tempo si identifichi come bi." Ora che Gavin Rossdale ha rivelato che in passato è stato con alcuni uomini, le riviste hanno subito identificato nella sua repressa omosessualità la causa della fine del suo matrimonio durato 13 anni con Gwen Stefani. Oggi la scala Kinsey, che ha teorizzato che la sessualità esiste come continuum, è ampiamente condivisa dalla società - ma nella vita reale sembra che non ci crediamo ancora fino in fondo. 

Una veloce ricerca su Google riguardante la bisessualità ci può mostrare le numerose ricerche fatte in ambito accademico per dimostrarne l'esistenza. Uno di questi studi suggerisce che le donne possono essere bi ma gli uomini, invece, sono probabilmente solo gay. Lo studio è stato rivisto nel 2011, questa volta facendo una selezione più ristretta dei partecipanti, col risultato che sì gli uomini possono essere attratti da entrambi i sessi ma è meno comune rispetto alle donne. Dubbi riguardo l'affidabilità di questi studi sono legittime - in particolare riguardo al fatto che essi pretendano di determinare l'orientamento sessuale basandosi sull'eccitazione sessuale-  il vero problema è che che questi studi esistono. Immaginatevi anche solo di dover fare outing quando la comunità scientifica dubita della tua identità sessuale? 

Le persone bisessuali di entrambi i sessi spesso devono affrontare anche l'essere discriminati da parte della comunità gay, dove l'opinione che "o sei gay o menti" è piuttosto diffusa. Quando pensi al quanto lotti la comunità gay per essere riconosciuta - per affermare che la propria identità sessuale non può essere cambiata - fa capire perché alcuni omosessuali potrebbero vedere la bisessualità come discriminatoria. Ma questo è il fatto - mentre la preferenza sessuale di una persona bi può cambiare la sua inclinazione, la capacità di amare sia uomini che donne, no. In un articolo per Slate, Nathaniel Frank aiuta ad abbattere queste barriere: "Sei etero o gay anche quando sei ancora vergine. Allora perché non bisessuale?... Sono ebreo, non importa cosa faccio. Sono bisessuale, non importa cosa faccio, non ho bisogno di rinnovare la mia bi-card dormendo con una donna ogni 10 anni." L'idea che bisogna continuare a stare con entrambi i sessi per essere bisessuale è vero specialmente per gli uomini, la cui libertà sessuale è raramente presa sul serio anche se si trovano al momento coinvolti in una relazione con una donna. 

Gli stereotipi circa la bisessualità maschile non devono allora sorprendere. Viviamo in un mondo patriarcale, in cui una donna che va con una donna è considerato figo e un uomo con un uomo è visto come un duro colpo alla mascolinità, e viene denigrato come effemminnato o disgustoso. I film 'bromance' esercitano regolarmente un effetto comico, dove ogni azione intima maschile è vista come un biglietto di sola andata per il mondo gay. Per la massa gli uomini bisessuali praticamente non esistono. Anche l'eroe fittizio bisessuale e comico John Constantine è stato tramutato in etero per il suo debutto sul grande schermo. In Game of Thrones' c'era Oberyn Martell, un personaggio mascolino consapevole della sua sessualità ma che era anche stato accusato di vivere in un modo in cui incesti e violenze rappresentavano la norma, e in House of Cards Frank Underwood sostiene che far sesso con persone di entrambi i sessi è semplicemente una forma di manipolazione. 

Quando viene mostrata la bisessualità maschile, questa è spesso ridotta all'atto sessuale - il personaggio è promiscuo, sessualmente dipendete, e via così. Pensate alla chiacchierata commedia con Bowie e Iggy, che è vista semplicemente come un prodotto della scena musicale piena di droghe degli anni Settanta. Se cercate esempi di relazioni autentiche e piene d'amore tra uomini bisessuali nella cultura pop allora continuerete a cercare per molto tempo senza risultati. La nostra incapacità di comprendere la bisessualità, legata alle rigide regole della società che accetta solo l'eterosessualità maschile, e la mancanza di esempi di uomini bisessuali, significa che è praticamente impossibile per chi è bi uscire allo scoperto ed essere preso seriamente. Ecco che l'apertura di Miller e di Hutchinson rappresentano l'inizio di un cambiamento verso una maggiore accettazione relativa a mascolinità e sessualità. 

Crediti


Testo Jean Kemshal-Bell
Foto David Pomponio

Tagged:
omosessualità
bisessualità
bisessualità maschile