come gli uomini nella vita di stella mccartney hanno ispirato la sua collezione maschile

Dopo il lancio della sua linea uomo abbiamo chiesto a Stella come gli uomini attorno a lei abbiano ispirato le sue collezioni.

di Lynette Nylander
|
18 novembre 2016, 1:12pm

Stella è figlia di Paul McCartney, sposata con l'elegante direttore creativo Alasdhair Willis e perennemente circondata da uomini cool, (per citarne alcuni: Kanye West, Woody Harrelson, Mario Sorrenti e Mark Ronson) - tutti utili come fonte d'ispirazione quando si tratta di dare vita ad una linea uomo per la prima volta.

Stella McCartney è da quindici anni una delle designer più acclamate, ed è riuscita a rendere la sua linea di lusso uno dei più importanti della moda britannica, guidando il futuro della moda verso un etica più responsabile e sostenibile. Per la sua linea uomo Stella ha superato la rigidità della sartoria formale, donandoci dei capi giovanili e moderni.

La collezione unisce il suo passato e le sue fonti d'ispirazione per creare un prodotto moderno e adatto a tutti gli uomini. Abbiamo perciò chiesto a Stella perché ha deciso che era proprio ora il momento giusto per presentarci l'uomo Stella McCartney.

Qual è stato il punto di partenza per questa collezione uomo?
Ho preso ispirazione da tante cose diverse durante il processo creativo, è difficile per me definire un punto di partenza in particolare. Ho preso spunto da tutti gli uomini della mia vita, dalla Gran Bretagna e ovviamente dalla musica. Negli hanno ho creato qualche abito per i miei amici. Ho sempre amato il modo in cui mio padre si vestiva e volevo incorporare stili presi da ogni decade della moda che lui ha vissuto.

Quanto gli uomini della tua vita ti sono stati d'ispirazione?
Molto. Ho guardato a tutti gli uomini della mia vita per la progettazione di questa collezione; mio marito, mio padre, i miei amici. Ho anche guardato ai grandi uomini del mondo, artisti, scrittori, fotografi; le persone che sono state d'impatto.

I tuoi inizi da Savile Row ti sono stati d'aiuto?
La mia formazione da Savile Row entra in gioco in ogni aspetto del mio processo di progettazione, sia per gli uomini che per le donne. Dal momento in cui lavoravo lì frequentando ancora il college, è diventato parte integrante delle mie creazioni; è sempre stato nel DNA del mio brand. Voglio essere in grado di creare un guardaroba per uomo, e penso che una parte importante sia la sartoria tradizionale.

Chi è l'uomo Stella in relazione alla donna Stella McCartney?
Credo che l'uomo Stella completi la donna, sia per quanto riguarda il suo modo di essere che per il modo di vestire.

Quanto ha influito Londra nel momento in cui sceglievi il mood della collezione?
Londra ha giocato un ruolo immenso in questa collezione; tutto è legato alla storia della musica londinese e alle diverse sottoculture nate qui. Volevo catturare l'atmosfera unica di Londra e lo spirito del menswear.

Cosa trovi fantastico dello stile maschile britannico?
Penso ci sia un senso di rilassatezza nella moda maschile, ammiro molto il loro modo di indossare gli abiti. Adoro lo street style di Londra; gli uomini non hanno paura di esprimersi. Questa è una qualità che voglio nell'uomo Stella, e voglio essere in grado di creare un guardaroba che gli permetta di esprimersi come meglio credono.

Crediti


Testo Lynette Nylander

Tagged:
stella mccartney
Menswear