il vestito per uomo è il trend più estremo della nyfw?

Per l'autunno/inverno 15 pare che la coscia sia la nuova zona erogena dell'uomo.

di Jeremy Lewis
|
19 febbraio 2015, 2:21pm

Hood By Air fall/winter 15

Sulla passerella, un abito lavorato a maglia rimane aderente alle curve del corpo, piegandosi ad ogni passo. Viene mostrata la pelle: si intravede la coscia, o la gamba intera, svestita per il visione del pubblico. È lo sguardo dell'essere sexy assoluto che questa volta non appartiene ad una donna, ma ad un uomo.

Durante la Fashion Week di New York alcuni dei designer più coraggiosi della città hanno proposto vestiti per uomini. Invece che fare una dichiarazione sulla neutralità del genere come era successo in passato, questi sfruttano la figura maschile. Il corpo maschile viene reso oggetto, celebrato come un qualcosa di lussurioso. Ed è stato piuttosto convincente.

Domenica alla sfilata di Hood by Air è apparso un vestito in jersey nero tagliato fino all'anca. Attillato sopra, morbido sotto, il tessuto nero contro la pelle ha attirato l'attenzione solo verso la gamba nuda e la coscia muscolosa del modello. Era erotico. Più tardi poi Telfar ha fatto uscire maglioni indossati come mini vestiti con scaldamuscoli coordinati. Anche se con una vibra più casual, la coscia ancora una volta era esposta gloriosamente con il suo fortissimo sex appeal. Anche martedì sera al Gypsy Sport c'era vestiti lavorati a maglia. Ispirati ai maglioni da tennis, avevano un'aspetto più pudico, ma ciò li ha solamente resi più osé. Tra tutti e tre il trend ed è chiaro: la coscia è la nuova zona erogena di un uomo. 

Hood By Air autunno/inverno 15

Nonostante il corpo maschile sia stato mostrato con orgoglio nell'eta classica, nella nostra cultura contemporanea spesso viene nascosto, mentre i corpi delle donne vengono esposti e sfruttati senza pensarci due volte.Il femminismo nella moda vede le donne utilizzare abiti maschili ma non succede quasi mai il contrario. Clemens, Uribe e Shayne Oliver di Hood by Air molte volte in precedenza hanno giocato prendendo elementi di vestiti femminili adattandoli per gli uomini. Ma in una stagione dove il gioco di genere è diventato un tema chiave, la loro offerta sembra diversa. Piuttosto che togliere il genere e il sesso dall'equazione loro l'hanno amplificato. "Una donna vuole vedere le cosce di un uomo e l'uomo non ci rinuncerà," ha sottolineato Oliver sulla sua inclinazione a trasformare le t-shirt e le tuniche in mini vestiti che rivelano la coscia. Clemens, lavorando con la stylist Avena Gallagher sulla sua collezione, ha capito che i capi lavorati a maglia stavano meglio su un uomo la cui muscolatura era in bella vista. In questo modo, il look rimane maschile, o virile, anche se indossano un vestito.

Nonostante le allusioni sessuali dei vestiti a maglia, c'è un'applicazione pratica se non politica. "Fanno parte di un concetto più vasto e più astratto del brand, che riguarda sempre la multifunzionalità e le applicazioni unisex," spiega Telfar Clemens, alludendo al suo appeal utopico. "Gli uomini e le donne dovrebbero avere la possibilità di prestarsi i vestiti," dice Rio Uribe del Gypsy Sport. "I vestiti a maglia sembravano una buona idea per farlo." Se il femminismo è la convinzione che uomini e donne sono uguali, allora questi vestiti, otre ad indurre desiderio, sono in effetti molto giusti. 

Telfar autunno/inverno 15

Non vuole essere una dichiarazione di moda, ma un'autentica proposta di stile su cui ho iniziato a riflettere. Io ci penso e mi chiedo: potrei mai indossarli? Avrei bisogno di andare in palestra, per dirne una. E avrei freddo alle gambe. Clemens ha risposto senza peli sulla lingua quando gli ho chiesto un consiglio su come indossare i suoi vestiti, "Con meno biancheria intima possibile." Perché non andare fino in fondo? Non ha senso fare le cose senza esserne convinti del tutto. Ma dove dovrei indossarli e dove farebbero il loro migliore uso? "Ovunque," ha risposto.

Crediti


Testo Jeremy Lewis
Foto Mitchell Sams

Tagged:
NYFW
HBA