chanel vi ha portati al supermarket, ora è arrivato il momento di andare in palestra

Esattamente come il meteo a Glastonbury, la vita amorosa di Cheryl Cole e la quantità di tempo che passate su Instagram (che varia fra le 7 e le 11 ore al giorno), le maree della moda sono in costante mutamento. Ciò che un momento è la cosa più ambita...

di Tish Weinstock
|
20 luglio 2014, 12:30am

All'inizio di quest'anno, il supermercato di Karl Lagerfeld per l'autunno/inverno 14 era tutto ciò di cui chiunque potesse twittare. Dagli scaffali pieni di prodotti firmati Chanel a bellissime modelle intente a far la spesa, nessuno aveva mai visto nulla di simile prima d'ora. Dopo aver caricato un milione di foto su Instagram, le blogger hanno riempito le borse di bottiglie di Eau de Chanel, mentre Rihanna e Cara hanno trovato il tempo di divertirsi con un carrello assieme a Joan Smalls. Quello che è seguito è stato un numero infito di pezzi sul fast fashion e sulla nostra società iperconsumista, galvanizzati da Jeremy Scott che aveva appena mostrato le sue patatine da fast food per Moschino. Comunque, entro la fine del mese, tutta la confusione si era calmata e prima di accorgervene eravate passati al livello successivo di Candycrush, Cara aveva rotto con Michelle, Kanye e Kim avevano avuto la loro copertina di Vogue e il Chanel Shopping Center aveva chiuso per la stagione.

Cinque mesi dopo, una preview della campagna Chanel per l'autunno/inverno 14 è stata finalmente rivelata (grazie @caradelevingne) e le chiacchiere sono di nuovo iniziate. Ma questa volta la reazione non è stata così positiva. Perché invece della stravaganza fatta di cestini della spesa che tutti ci aspettavamo, la nuova campagna Chanel ci ha portati in palestra, dove Binx e Cara si mettono in forma e tirano su pesi. Fino a ora, Facebook è furioso, Twitter è piuttosto arrabbiato, e, nelle più profonde profondità di Isengard, gli Orchi di Internet si stanno sfregando le mani con soddisfazione al pensiero di carne fresca di stupidi troll. Ma perché sono tutti così contrariati? Secondo vari forum online, questo nuovo concetti di andare in palestra è fatto ''totalmnte a caso'' e davvero lontano dal supermarket di Chanel. Ovviamente, non stanno capendo nulla.

Non è casuale, è rivoluzionario. Karl ha premuto l'accelleratore sulla già spaventosamente alta velocità della moda. Invece di aspettare la prossima stagione per introdurre un nuovo concept, Karl ha ri-acceso, ri-posizionato e re-interpretato la sua collezione autunno/inverno 14, solo qualche mese dopo averla mostrata a Parigi. Cambiando costantemente le cose e andando avanti, Karl ha tenuto la Morte della Moda a bada. Per lui il supermarket chic è passato, è finito non appena è stato instagrammato, e ora si tratta di andare in palestra. Pensate a questo come se doveste aggiornare le app del vostro iPhone: è sempre la stessa tastiera delle Emoji ma le scimmie sono più carine, la faccia che urla lo fa ancora più forte e la signora che balla sembra muoversi più elegantemente.

In più, il senso del supermarket era di esplorare la nozione di quotidiano e quel senso di routine nell'alta moda, che è esattamente ciò che Karl sta facendo con la sua ultima campagna. Esattamente come fare la spesa, andare in palestra è parte della vita di tutti i giorni. Oggi la donna moderna passa più tempo con le scarpe da ginnastica che con i tacchi alti, ed è più a suo agio nel vestirsi casual piuttosto che con un corsetto. Il che è qualcosa a cui Karl ha risposto (ricordate a gennaio quando ha fatto sfilare le scarpe da ginnastica?). La nuova ragazza Chanel è cool, casual e ha stile senza sforzarsi. Vive la sua vita di tutti i giorni, è stata al supermarket, ha fatto la spesa e adesso è arrivato il momento di andare in palestra!

Crediti


Testo Tish Weinstock
Foto Mitchell Sams

Tagged:
Cara Delevingne
Chanel
palestra
Μόδα
Read
Moschino
supermercato
Tish Weinstock
binx