dieci mostre da vedere durante il frieze

Se il Frieze ha stuzzicato il vostro appetito per l'arte, qui troverete qualcos'altro che dovreste vedere a Londra questa settimana.

di i-D Staff
|
15 ottobre 2015, 9:10am

The World Goes Pop al Tate Modern
Esplorando il grande e bizzarro mondo della Pop Art, la mostra estiva alla Tate Modern è incentrata sull'America e l'Inghilterra degli anni '50, lontano dai clichés di Warhol e Lichenstein, per trovare le sue influenze addirittura in America Latina, Asia e Europa dell'Est. Arriva così a mettere insieme un enorme mole di lavoro, la maggior parte del quale non è mai stato mostrato in UK prima. The World Goes Pop ci racconta nuovamente la storia della Pop Art come parte di uno stile ribelle globale che critica il dominio americano.

Abraham Cruzvillegas alla Turbine Hall del Tate Modern
Se vi trovate alla Tate Modern dovreste approfittare per dare un'occhiata al ritorno della Turbine Hall Commission, che si sta rilanciando con Empty Lot, un'installazione dell'artista messicano Abraham Cruzvillegas, solito trovare oggetti e re-immaginarli sotto forma di sculture. L'artista ha portato nella Turbine Hall 23 tonnellate di terra da spazi vicino a Londra e ha riempito 240 pianeti di legno con questa. Non è stato piantato niente di specifico, ma nel corso della sua installazione, che durerà fino all'aprile dell'anno prossimo, i fiori e le piante dovrebbero fiorire naturalmente e cambiare di settimana in settimana, di mese in mese.

Zhang Ding all'ICA
Enter The Dragon è la prima mostra in UK del giovane artista multimediale cinese Zhang Ding: per due settimane questi trasformerà il teatro dell'ICA in una scultura sonora, con una serie di performances giornaliere di musicisti (Bo Ningen, Wanda Group, Throwing Shade, Lukid) che suoneranno all'unisono, creando uno spazio di eccitazione sonora, fatta di collaborazione sperimentale e di improvvisazione.

Transformation Marathon al The Serpentine
Il decimo anniversario della serie Marathon del The Serpentine avrà luogo sabato 17 ottobre alle loro nuove gallerie Sackler, avendo precedentemente trattato discussioni sulla generazione nata dopo il 1989, riguardo giardini, memorie, mappe, e poesia; l'evento avrà come tema principale la trasformazione, promettendo di esplorare qualsiasi argomento, dalla politica dei trans, al cambiamento climatico, alla bio-ingegneria, e altro. Quest'anno parteciperanno Bruno Latour, Tino Sehgal, Grace Wales Bonner, ed Eyal Weizman.

Jon Rafman alla Zabludowicz Collection
La più grande mostra inglese dell'artista canadese è degna di nota perché presenta la sua prima iniziativa di creare un film in live action, Sticky Drama, che prevede un cast di 35 bambini, filmati a Londra nel corso degli ultimi tre mesi, affrontano i soliti temi dell'artista, ossia la stranezza, il sublime e sbalorditivo mondo di internet, ma anche guardando alla violenza, all'innocenza e all'immaginazione. La mostra riunisce inoltre molti dei pezzi poetici di Rafman, riprese ritrovate che indagano le comunità online, e un nuovo pezzo, un grande labirinto artificiale, creato usando Occulus Rift.

Abdulnasser Gharem all'Asia House
I lavori di Abdulnasser, uno degli artisti più interessanti e influenti che lavorano nel Medio Oriente al giorno d'oggi, prendono ispirazione dalla sua esperienza nell'esercito dell'Arabia Saudita e dalla questione dell'identità culturale islamica. Presentando una serie di nuovi lavori all'Asia House, dove sono presentati anche i lavori di quattro giovani artisti dal Riyadh, egli affronta le questioni della rappresentazione della nudità negli stati in cui è severamente proibita.

Then For Now alla Delfina Foundation
Tacita Dean, Mark Wallinger, Eva Rothschild, Chantal Joffe e Anya Gallacio in gruppo presenteranno la loro mostra più importante, sostenuta dalla Delfina Foundation. Ognuno di questi artisti, prima o dopo, ha collaborato con la fondatrice della fondazione, Delfina Entrecanles e i suoi studi e programmi di residenza. Tutte le opere d'arte sono in vendita, e i ricavati saranno usati dalla Delfina Foundation per supportare la prossima generazione di artisti.

Neil Rumming al The Sunday Painter
La nuova mostra di Rumming al Sunday Painter di Peckham continua il lavoro dell'artista e trasforma gli oggetti mondani in bellissime opere fatte con diverse tecniche, dalla stampa di immagini di chiodi e viti, all'applicazione di queste ai dipinti.

Hannah Black all'Arcadia Missa
La prima mostra personale di Hannah Black unisce il video making dell'artista con nuove installazioni scultoree, una serie di grandi lavori di acciaio con delle facce rudimentali legate alle attuali critiche dei neri sulla trasposizione politica e sull'appropriazione culturale. 

Hannah Perry alla Seventeen Gallery
Video, performance, scultura e installazione sono combinate insieme nella nuova mostra di Hannah Perry alla Seventeen Gallery, un'ode alla famiglia, alla vita della classe lavoratrice, e alla classe; generalmente (molti dei pezzi sono stati fatti con suo padre, un lavoratore di metallo) Hannah Perry è una delle artiste più innovatrici e singolari che si possono trovare a Londra. 

Tagged:
londra
mostre
Frieze