cos'è il gioco di squadra nella moda?

E cosa rende un team di successo quando si lavora per una sfilata o uno shooting? L'abbiamo chiesto ad alcuni dei nostri designer, PR, make-up artist, stylist e nail artist preferiti.

di i-D Staff
|
06 luglio 2015, 10:00am

Mary Katrantzou autumn/winter 13

Se ci si aggira per un set durante un servizio di moda o si sbircia nel backstage di una sfilata, si rimane a bocca aperta per la quantità di attività frenetiche che si svolgono sotto i nostri occhi. L'industria della moda è una tra le più ricche di collaborazioni, oltre ad essere una delle più attive! Ci vogliono molte più persone di quel che si pensi per realizzare le fashion story da pubblicare su magazine come questo, o per dare vita a 15 minuti di sfilata. Tra modelle, stylist, parrucchiere, manicure, set designer e assistenti, si troveranno persone di tutte le provenienze che mettono insieme i propri talenti e le proprie risorse per raggiungere un obiettivo creativo condiviso. Organizzare uno show o uno shooting può essere stressante, e richiede spesso mesi di preparazione. Ma una volta che si mette insieme il tutto è anche molto gratificante per il lavoro di squadra che è stato necessario per realizzarlo! Abbiamo chiesto ad alcuni dei nostri preferiti tra fashion designer, stylist, make-up artist e nail artist quale pensano sia il segreto di un buon lavoro sul set...

"Il lavoro di gruppo si basa sull'avere una visione comune, ma anche sul lasciare che l'idea si sviluppi in modo collettivo attraverso il team. C'è qualcosa di davvero potente nel lavorare con diverse menti creative, e l'insieme di tutte non può che essere forte tanto quanto la somma delle sue parti. È importante essere aperti e ascoltare l'opinione di tutti, e lasciare che queste stimolino le discussioni, indipendentemente dall'esperienza e dal ruolo di ognuno nel gruppo. Un team di successo è un team in cui si lavora a stretto contatto, in cui ci si può spronare e supportare a vicenda. Sono sempre molto orgogliosa del mio team alla fine di ogni sfilata perché riesco a vedere una grande parte di loro nella collezione, riesco a vedere come abbiano influenzato il mio lavoro e la crescita del brand." MARY KATRANTZOU, DESIGNER

"Amo lavorare in squadra con persone più giovani perché le idee sono più fresche, innocenti. Quando si lavora con persone che sono nel settore da anni a volte per il risultato si fa riferimento ad un'unica figura e non al lavoro di squadra. Il mio team preferito è composto da Isamaya Ffrench (make-up), Anna Trevelyan (stylist) e Clemence Bollet (musa), perché ci capiamo a vicenda e vogliamo che le nostre performance o le nostre immagini abbiano come risultato lo stesso tipo di impatto." CHARLIE LE MINDU, HAIR STYLIST

"Avere un team, per me, significa lavorare con mio fratello, Charlie Le Mindu. Lui è il Sonny della mia Cher. Il lavoro di squadra è essenziale nella moda: ti permette di dare la colpa a qualcun altro!" ISAMAYA FFRENCH, MAKE-UP ARSTIST

"Lavorare in team è una questione di ascolto, di riconoscere i punti di forza e le buone idee degli altri ma anche non avere paura di prendere il controllo e la responsabilità quando ce n'è bisogno. Fiducia negli altri, buona pianificazione, senso dell'umorismo, attenzione ai dettagli e ricordare che si sta fornendo un servizio e quindi prendersi cura di chiunque sia coinvolto." DANIEL MARKS, PARTNER & DIRETTORE, THE COMUNICATION STORE

"Per gestire uno show di successo è importante che tutti i creativi nel team capiscano la tua visione. Mi piace avere un backstage divertente e mai troppo stressante. Non ho il temperamento da diva, perché sta tutto nell'essere calmi e controllati. È un momento talmente eccitante, e tutti hanno lavorato un sacco di tempo per renderlo possibile, che preferisco godermelo con tranquillità. Amo avere attorno a me spiriti entusiasti e creativi, e sono una ferma sostenitrice del 'tratta gli altri come vorresti essere trattato.' È sempre bello vedere attorno a sé volti familiari. Ci vogliono talmente tante persone per organizzare una sfilata che prima di tutto bisogna mantenere la calma. Un team appagato porta a casa uno show felice, e non posso immaginare che le cose vadano in nessun altro modo." HOLLY FULTON, DESIGNER

"Un buon lavoro di gruppo si ha quando un team è ispirato dal creativo a capo e lavora insieme con passione, per migliorare ogni aspetto della visione senza interrompere e complicare tutto con il proprio ego, con troppa agitazione o mettendo troppi paletti." MARIOS SCHWAB, DESIGNER

"Una squadra è una necessità nella moda, non possiamo esistere senza gli altri, e fiducia e convinzione sono i prerequisiti. Sapere quando parlare e quando ascoltare." GARETH PUGH, DESIGNER

"Lavorare in team nella moda significa sapere apprezzare il fatto che ci sia qualcuno che possa essere meglio di te. È importante che tutti quelli coinvolti credano nel progetto, che tutti si rispettino a vicenda e rispettino le opinioni e le capacità altrui, e che si continui a migliorare finché tutti non siano orgogliosi del risultato. È raro trovare quel tipo di connessione per cui si è sulla stessa lunghezza d'onda, ma è essenziale per me. Per me è fondamentale anche ridere per le stesse cose e avere lo stesso approccio in situazioni stressanti." ASTRID ANDERSEN, DESIGNER

"Un buon gruppo di ha quando tutti si sentono immersi nella stessa energia e capiscono quale sia l'obiettivo ultimo e il lavoro necessario per raggiungerlo. È attraverso quella sinergia di duro lavoro, determinazione e lealtà, che si ottengono i risultati migliori e più soddisfacenti..." PAM HOGG, DESIGNER

"È buona cosa lasciare il proprio ego alla porta, perché shooting e sfilate possono essere davvero stressanti, e l'ambiente è molto particolare. Mantenere la concentrazione e non perdere il proprio senso dell'umorismo è altrettanto importante. Non posso sopportare nulla che faccia sentire le persone escluse, come i mormorii sul set. Ho un team meraviglioso e lavoro solo con persone con cui posso ridere, ma che siano anche molto partecipi. So che può essere un incubo a volte, ma tutti capiscono l'importanza del lavoro ed è quello che importa. Tutti sono coinvolti nel processo decisionale, non solo io. Prima di avere il mio brand ho imparato molto ad assistere gli altri, per questo bisogna avere un buon rapporto con il proprio team, altrimenti traspare in quello che si fa, e poi così andare al lavoro è molto più piacevole!" CHRISTOPHER SHANNON, DESIGNER

"Dipende davvero, il mio team è molto piccolo e lavoriamo tutti a stretto contatto, collaboriamo con altri creativi, scambiamo idee, visioni, facciamo brainstorming, troviamo soluzioni. Questa è probabilmente la parte migliore del mio lavoro e crea una squadra molto forte. Avere un team di persone impegnate e dedicate, dai sarti ai modellisti, agli studenti allo staff decisionale è la cosa più importante per un creativo per poter realizzare la propria visione." RICHARD NICOLL, DESIGNER

"Siamo dell'opinione che non si possano avere show di successo senza un lavoro di squadra. Tutti i componenti lavorano insieme e BAM! Dietro le quinte tutti sono importanti e ne facciamo un vanto, speriamo, di farlo percepire a tutti, dallo stagista, al parrucchiere, allo staff coinvolto nell'evento. L'ego va lasciato a casa, grazie. Ci pensiamo due volte prima di lavorare di nuovo con qualcuno che stressa troppo, dato che la vita è già stressante di suo. Abbiamo chiesto ai nostri modelli della collezione primavera/estate di sorridere. Esatto, sorridere! Chi l'avrebbe mai detto! Siate felici, e affrontate la passerella con allegra sicurezza! Ma solo se se lo sentivano, non volevamo forzare nessuno. E così è andata. Indubbiamente non avremmo avuto questa lucentezza naturale se i ragazzi non si fossero sentiti a proprio agio. È andata talmente bene che hanno adottato il mood SIBLING. Questo è il perfetto lavoro di squadra!" COZETTE MCCREERY, SIBLING, DESIGNER

"Una squadra è un gruppo di individui, ciascuno con la propria esperienza e la propria visione ma è l'energia comune a creare idee e progetti creativi. Io penso che non ci sia una chiave per il successo. Se ci fosse una ricetta, tutti la conoscerebbero e tutti potrebbero farcela. Il successo ottenuto con la creatività non è per tutti, si chiama talento." KUKI DE SALVERTES, COFONDANDATORE DI TOTEM FASHION

"Lavorare in squadra significa mantenere l'attenzione di tutti quelli con cui si lavora sulla visione del designer. Esprimere collettivamente il suo punto di vista è il massimo per qualsiasi team nella moda, no?" ED FILIPOWSKI, PRESIDENTE DI KDC WORLDWIDE

"Il gioco di squadra è quando tutti quelli coinvolti portano il proprio contributo, e quando il gruppo comprende di avere una base comune. È difficile spiegare la consistenza che devono avere dei capelli o il mood che deve trasmettere un occhio, e un buon gruppo semplicemente ci arriva, sa quando le cose vanno nel modo giusto e sa come interpretare le citazioni. Un buon senso dell'umorismo poi aiuta sempre!" CATHY KASTERINE, STYLIST

"Il teamwork nella moda? È tutto. Uno show necessita di molto tempo per essere organizzato... come un film, come una relazione. Sono molto fortunato ad avere un team così meraviglioso. Lavoriamo insieme da 15 anni ed è ancora eccitante. C'è sicuramente bisogno di tempo; le persone non devono solamente essere professionali, ma devono anche essere intuitive e capire in fretta i tuoi pensieri e viceversa. E di nuovo, è come in una relazione! Bisogna fidarsi del proprio team, e loro devono fidarsi di te. Il gioco di squadra è la chiave per il successo, come in ogni cosa. Uno show o uno shooting sono un mix di estremi, e si passa da un capo all'altro, si deve amare la diversità e l'energia che nasce. La prontezza di un team a celebrare questo aspetto è quello che lo rende fantastico." ALEXANDRE DE BETAK, CREATIVE DIRECTOR E PRODUCER, BUREAU BETAK

"Durante uno shooting, la relazione fra il fotografo, lo stylist, l'hairstylist e il make-up artist crea un'energia e una visione condivisa e trasmessa su delle tele in carne e ossa, le modelle. Lo stile del magazine, la sensazione che risulta dalle immagini scattate dal fotografo, insieme alla possibilità di collaborare con lo stylist rende possibile seguire la corrente e andare in cerca dei tuoi stessi riferimenti, e da lì dare poi il massimo possibile per il servizio. La preparazione che sta dietro uno servizio permette di comunicare visivamente e avere una direzione comune. Avere questa base dà ritmo e libertà creativa. Essere parte di un team che sviluppa un proprio concept, ecco come inizia la magia!" TINA OUTEN, HAIR STYLIST

"Buona energia, ascolto, attenzione ai dettagli e divertimento, questo rende grande un gruppo! Così come la buona musica!!" MARI OHASHI, HAIR STYLIST

"Un buon gioco di squadra è essenziale nella moda. Gli elementi chiave sono in particolare il lavorare come gruppo e non come individui, il riconoscere i punti più o meno forti di ognuno in modo da condurli nella giusta direzione e l'essere consapevoli che non tutti hanno le stesse capacità, per poter delegare compiti e responsabilità in maniera oculata, per migliorare il team e farlo lavorare come si deve. Un altro punto fondamentale è avere un leader o manager che abbia i prerequisiti e l'esperienza necessaria per delegare correttamente, con la consapevolezza che ogni persona nel team ha un ruolo essenziale, e tutti i ruoli lo sono allo stesso modo.
Quando si lavora su un servizio fotografico o su una sfilata, l'ambiente può diventare estremamente stressante. Quello che lo rende di successo è un allenamento costante che porti i singoli individui a seguire le istruzioni senza problemi in quello che talvolta può essere un vero caos. È molto importante avere un manager che coordini il team e organizzi un sistema che possa funzionare efficacemente. È anche cruciale per i membri del team seguire le istruzioni del leader e non pensare a se stessi come accade quando si lavora da soli. La chiave per uno show o uno shooting di successo è che tutti nel gruppo, che talvolta si allarga e include altri come chi si occupa dei capelli, chi del make-up, chi della produzione e così via, abbiano la stessa visione e vogliano raggiungere gli stessi obbiettivi. Non ha nulla a che fare con l'ego di nessuno, ma al contrario col rispetto reciproco e con la collaborazione." MARTIN CULLEN, HAIR STYLIST

"Un servizio fotografico o uno show dipendono totalmente dal contributo di ogni persona coinvolta, perché nessuno può lavorare senza l'altro. Le decisioni creative sono parte di un lavoro di gruppo come dell'esperienza di tutti. Naturalmente ci si dirige verso le persone con cui si lavora bene e di cui si condivide la visione. Le relazioni che nascono sono importanti, perché è così che si forma una squadra." LOTTEN HOLMQVIST, MAKE-UP ARTIST

"Alcuni dei migliori team con cui ho lavorato hanno un'innata capacità di condividere un certo tipo di gusto che dà vita a un'immagine, un gusto che non può essere definito, quasi una sensazione condivisa e percepita da tutti. È questa condivisione e uniformità di gusto che permette a ogni persona di avere un proprio ruolo nel creare un'immagine che per me rappresenta il lavoro di gruppo." LUKE HARSHESON

"Sta tutto nella collaborazione, nella capacità di lavorare insieme come gruppo nel processo creativo. Amo lavorare agli show, incontrare i designer e vedere come i loro team lancino idee per i nuovi look della stagione. Bisogna essere aperti e seguire queste correnti creative per aiutare a creare immagini eccitanti e iconiche, sia per gli show che per i servizi fotografici." DIANEKENDAL, MAKE-UP ARTIST

"Il gioco di squadra nel mondo della moda significa non doversi mai scusare! Passione, duro lavoro e un buon senso dell'umorismo sono importanti perché solitamente le cose non vanno nella maniera in cui vorremmo... È quello che rende una collaborazione soddisfacente ed eccitante." HAVANA LAFFITTE, STYLIST

"Avere un team è estremamente importante perché porta diverse realtà in gioco. Se un gruppo lavora insieme come una squadra di calcio, completandosi a vicenda, ne verrà sempre fuori qualcosa di geniale." J.W. ANDERSON, DESIGNER

"Lavorare in gruppo è una questione di supporto, fiducia, e divertimento. Affinché un team abbia successo è necessario che gli individui apprezzino e rispettino il lavoro degli altri. Questo, e il divertimento!" ASHLEY JAVIER, HAIR STYLIST

Crediti


Introduzione di Holly Shackleton
Foto di Morgan O'Donovan

Tagged:
Designer
PR
Stylist
make-up artist
gioco di squadra