il 2014 è stato l’anno delle jenner

Il ramo delle Jenner nel clan Kardashian ha fatto il suo ingresso trionfale sulla scena della moda nel 2014, con Kylie che ha portato la matita per le labbra a un nuovo livello, Kris onnipresente alle sfilate di Parigi e Kendall che è diventata la...

di Anders Christian Madsen
|
17 dicembre 2014, 4:10pm

Instagram @kyliejenner

I

Instagram @kyliejenner

C'è un episodio bellissimo di Al passo con i Kardashian dove Kim, che stava già vivendo indirettamente quel sogno mai avverato di diventare una modella attraverso la sorella quattordicenne, porta Kendall a New York per spiegarle come funziona il business della moda. In quell'occasione, chiaramente con il suo tipico atteggiamento eccentrico, Kendall si spazientisce durante una lezione di portamento e se ne va. (Sì, è una vita dura). Tutti abbiamo guardato quell'episodio dubitando che una Jenner, e quindi una Kardashian, sarebbe mai riuscita ad entrare nel mondo dell'alta moda. Ci sbagliavamo.

Il 2014 è stato l'anno in cui non solo la diciannovenne Kendall è arrivata alla Mecca, ma in cui tutte le Jenner sono passate dallo stato di debuttanti di Calabasas ad habitué della moda parigina. Inclusa l'esperta di business, occasionale scrittrice di libri di cucina e superstar emergente, Kris Jenner.

Cosa abbiamo imparato da questa affascinante famiglia negli ultimi dodici mesi? Innanzitutto Kendall ha dimostrato che contrariamente alla legge scientifica è in effetti possibile essere allo stesso tempo una star dei reality e una modella d'alta moda. Il suo successo ha fatto molto discutere ed è stato denigrato da tanti; ha sfidato un mondo di snob a cui piace valutare le persone in base al loro valore sociale in relazione alla rispettabilità delle loro professioni. La fama di Kendall può aver influito nel suo percorso verso il successo da modella, ma quel lavoro dove è più importante l'aspetto che l'abilità lo sta facendo bene e anche ad alto livello. È piuttosto stupefacente vedere che il membro meno carismatico della famiglia sia quella che abbia rotto le barriere e dimostrato al mondo che le Jenner e le Kardashian possono fare molto di più che stare sedute a giocherellare con l'insalata nella loro cucina bicolore. E Kendall così ha fatto.

Grazie a lei che ha sfilato per Marc Jacobs, Giles e Givenchy all'inizio di quest'anno, e poi per quasi tutti i brand prima di aggiudicarsi le campagne per Karl Lagerfeld e Estée Lauder (che dopo l'annuncio è arrivata ai 50mila follower su Instagram), il 2014 è diventato l'anno in cui il marchio Jenner è stato impresso sui più grandi brand del mondo. È un cognome che non deve necessariamente andare a braccetto con il marchio Kardashian, anche se la cover di Vogue America con Kim e poi il matrimonio con Kanye, l'apparizione di North a diverse sfilate, il divorzio di Khloé, la nuova relazione con French Montana e le infinite gravidanze di Kourtney hanno comunque dato da fare anche a loro. L'associazione delle Jenner con il ramo della famiglia Kardashian è più profilata che mai, ma la fama di Kendall come modella sta solo accellerando la trasformazione di Kim in una sorta di Victoria Beckham passata da glamour girl a fashion star.

Questi collegamenti di carriere sono sicuramente stati preziosi per entrambe le famiglie. Durante la festa pre-matrimonio di Kim l'intera famiglia è stata invitata allo Chateu de Wideville di Valentino Garavani fuori Parigi, e le foto di Kylie, Kendall e Kris con l'elite della moda hanno subito fatto il giro del mondo via Instagram. Quello è stato un momento importante per la loro accettazione da parte dal sistema, e visto che è non è stato filmato per Al passo con i Kardashian ci hanno rimarcato su dicendo che il programma è solo uno dei loro tanti lavori, e non deve per forza riflettere le loro vite. (Lo stesso aveva fatto Kanye quando ha sposato Kim e ha deciso di non apparire nello show). Allo stesso modo, Kendall è riuscita a far uscire una sorta di romanzo per teenager, non proprio scritto da lei e dalla sorella Kylie, e fare anche un tour di presentazione senza che questo abbia influito sulla sua immagine modaiola. 

Per Kylie questo percorso di auto-insediamento è stato però diverso, perché si è trattato più della sua personalità piuttosto che del suo lavoro. Andando contro la volontà della sorella super-bossy, al matrimonio di Kim aveva le punte dei capelli blu, ed è stata poi continuamente avvistata con una sfilza di giovani potenziali fidanzati come Jaden Smith e Tyga -  tipi che impersonano entrambi quel fascino da bad boy filosofico per cui i fan di Kylie vanno matti. Con le sue prime apparizioni sui magazine di moda, il 2015 potrebbe essere l'anno d'oro per la più giovane delle Jenner. A meno che sua mamma non sconfigga anche lei. Dopo anni difficili in cui la sua reputazione era quella di una madre-manager e affamata di successo che ha usato il sex tape di sua figlia per portare la famiglia a un successo mondiale, pare infatti che ora il mondo sia finalmente pronto ad essere un po' più buono con Kris. In fondo, è solo colpevole di essere un brillante donna d'affari.

Il primo innegabile segno di approvazione da parte della moda è stata la cover di Kim e Kanye per il numero di aprile di Vogue America, con un'apparizione compiaciuta di Kris raccontata nell'intervista di Hamish Bowles. "'Qualcuno ha bisogno di qualcosa?' ha chiesto l'affascinante Kris dalla pelle d'albicocca, sbattendo le ciglia lunghe, spesse e splendenti come le ali di un colibrì ", ha scritto Bowles descrivendo Kris come "una furba donna d'affari e produttrice esecutiva". I complimenti sembrano essere stati apprezzati più di quando Kris potesse sperare e sono serviti ad evidenziare le sue esperte abilità commerciali (e la sua grandissima natura di macchina da soldi). Tornando a Wideville, Valentino l'ha chiamata "mama" e durante la festa di matrimonio di Kim abbiamo visto Kris fare un passo indietro per lasciare tutti i riflettori sulla figlia.

Quando abbiamo incontrato Mrs Jenner a settembre nel backstage di Balmain, dirigeva in silenzio e in modo professionale il photocall di Kim, Kendall, Kanye e Olivier Rousteing, e dimostrava di fare il suo lavoro quotidiano da manager spesso mal rappresentato nel suo reality, dove a volte interpreta il ruolo della 'quarta sorella' e madre affamata di successo. In questo senso, vorremo quasi sperare che il 2015 sia l'anno in cui finalmente Kris otterrà il riconoscimento che merita. E per il resto dei Jenner ovviamente non ci siamo dimenticati di un fantastico vincitore di un oro olimpico, che potrebbe sicuramente competere con le sue due controparti femminili in quanto a extension e cura personale. Il 2015 è tuo, Bruce!

Crediti


Testo Anders Christian Madsen

Tagged:
Kim Kardashian
Kylie Jenner
kanye west
Bruce Jenner
Kris Jenner
kendal jenner