Pubblicità

​cameron russell invita l'industria della moda a sfidare trump

La modella e attivista ha pubblicato una lettera aperta in cui incoraggia l'industria della moda a combattere contro la discriminazione e proteggere chi verrà messo in pericolo dalla presidenza Trump.

di Tish Weinstock
|
11 novembre 2016, 9:50am

Donald Trump è stato eletto presidente degli Stati Uniti e, siamo sinceri, l'intero mondo è sconvolto. Sono passati solo due giorni, ma numerose proteste di massa sono emerse in tutto il globo. Quelli tra noi che non sono scesi in strada, fissano increduli i propri schermi, chiedendosi cosa accadrà.

La modella americana Cameron Russell ha espresso la propria frustrazione su Twitter, pubblicando una lettera aperta diretta all'industria della moda in cui incoraggia gli amici a farsi avanti, far sentire la propria voce e proteggere chiunque non sia un abbiente maschio bianco americano cisgender. Ciò che intende dire è: assumere, pagare in modo equo ed ascoltare i bisogni di donne, disabili, membri della comunità LGBTQ e persone di colore.

"ASSICURATEVI che qualcuno del vostro team faccia parte di quelle categorie di persone messe in pericolo dalla presidenza di Trump," scrive, prima di incoraggiare l'industria a non ignorare i media e le figure politiche che di qui in avanti cercheranno di normalizzare Trump per paura di un crollo dei mercati. "Ascoltate le parole che usano per descrivere un uomo incompetente, razzista e sessista che ha visto solo fallimento nel corso della sua carriera ed è stato accusato di violenza sessuale e truffa." Incitando i suoi follower, conclude la lettera con questo grido di guerra: "assicuratevi di dare ascolto alle persone che sono esposte alla sua violenza... dobbiamo ascoltarle e unirci alla loro battaglia quando più ne hanno bisogno." Beh, speriamo che la gente sia in ascolto.

Crediti


Testo Tish Weinstock
Foto Amy Troost
Fashion Director Alastair McKimm