Pubblicità

cose da fare, vedere e ascoltare in italia

Non sapete cosa fare nei prossimi giorni? ecco qualche idea.

di Benedetta Pini
|
29 aprile 2019, 10:46am

Fotografia di Harley Weir

Le mostre

Manifesto
Fino al 5 maggio, Palazzo delle Esposizioni, Roma
Ultima settimana per vederla! Un collage di 13 video ispirati ai più celebri manifesti della storia dell’arte, tutti interpretati da Cate Blanchett in altrettante situazioni inaspettate che rinnovano quei testi e ne dischiudono il potenziale rivoluzionario. Definita un “manifesto del manifesti”, la mostra riflette sul tempo, sull’universalità e sulle dinamiche tra politica, arte e vita.

Romance di Latifa Echakhch
Dal 3 maggio al 27 ottobre, Fondazione Memmo, Roma
L’inaugurazione sarà il 2 maggio, ma avrete un bel po’ di tempo per organizzarvi e andarla a vedere con calma, fino a ottobre. Latifa Echakhch è un'artista visuale franco-marocchina stanziata in Svizzera, dove crea le sue installazioni multidisciplinari, passando con maestria dalla scultura alla videoarte. Muovendosi tra il surrealismo e il concettualismo, indaga le fragilità del mondo moderno con un intento critico mai superficiale.

Le Feste e i Festival

Musica Sanae
3-4 maggio, Maschio Angioino, Napoli
Napoli è una città in piena rinascita, e lo dimostra il continuo nascere di eventi, collettivi, serate e progetti culturali, tra cui il nuovo festival che vi proponiamo: Musica Sanae. Posh Isolation di Croatian Amor, Fis, C.M. Von Hausswolf, Luciano Chessa, Felicia Atkinson, Okkyung Lee, Anthony Pateras e Lucio Capece sono solo alcuni dei nomi presenti in line-up, ma bastano a darvi un’idea di quello che succederà: le migliori proposte del momento, provenienti dal panorama elettronico internazionale, prenderanno possesso di Napoli per due giorni.

Ufodazed
4 maggio, Mastronauta, Omegna (VCO)
Se non siete partiti per il ponte, vi ritrovate a essere gli unici rimasti in ufficio e l’idea di trascorrere anche questo weekend a Milano è insostenibile, eccovi una scusa per una piccola fuga dalla città. Una serata che mescola cultura, arti visive e clubbing a due passi dal meraviglioso lago d’Orta.

Spaghetti notturni
4 maggio, Pane e Panelle, Bologna
La spaghettata di mezzanotte rientra in quella categoria di idee che sembrano geniali nella nostra testa, ma quando decidiamo di realizzarle qualcosa va storto. Il risultato sono piatti di pasta stracotta, condita male e tendenzialmente immangiabile; ma tanto quando siamo ubriachi ci sembra tutto più bello. Ecco, Munchies ha deciso di intervenire per ridare dignità alla spaghettata notturna: in centro a Bologna, saranno due chef a preparare la pasta e alle 3 arriveranno i cornetti di Forno Brisa.

Il Cinema

Ancora un giorno
Dal 24 aprile al cinema
1975, l'Angola dichiara l'indipendenza dal Portogallo, ponendo fine ad anni di atrocità perpetrate dai dominatori europei a danno della popolazione autoctona per via delle immense risorse minerarie del territorio. Nonostante la desolazione e il pericolo, alcuni giornalisti seguirono in loco il conflitto per testimoniare ciò che stava succedendo. Tra loro c’era anche Ryzard Kapuscinski e il suo libro è oggi diventato un film grazie a Raúl de la Fuente e Damian Nenow.

I Concerti e le Cose di Musica

APE in Piazza #1
“Una piazza stupenda nel cuore della città. Un monumento che, come noi, rivolge lo sguardo al cielo. Un palco per decine di artisti. Un bar per dissetarvi tutti." Questo il motto di APE nel Parco, che quest’anno torna per una nuova stagione partendo da Piazza Affari. Dopo il dj set di apertura, sul palco salirà Pugile, per passare poi il testimone a SofaTalk e alla sua folle elettronica sperimentale.

Giorgio Poi
3 maggio, Circolo della musica, Rivoli (TO)
I suoi live sono ormai una certezza, in equilibrio tra elettronico e acustico. La sua forza sono le improvvisazioni, con quel mood psichedelico che è ormai il suo marchio di fabbrica, e gli inserti di strumenti che raramente vediamo sui palchi dell'indie italiano: il risultato è un sound affascinante e sofisticato che vi farà rimpiangere di non aver seguito ogni data del tour.

I Podcast e le Cose da Ascoltare

The Afterworks Drinks Club
L’aperitivo dopo lavoro con i colleghi è ormai un classico, ma di che cosa si parla? Un po’ di tutto, e attenzione a non farsi scappare il drink di troppo che ci fa dimenticare che quelle sono le stesse persone con cui la mattina dopo entreremo in ufficio alle 9 del mattino. Un podcast leggero, ma denso di argomenti di attualità che vi farà compagnia quando, dopo il lavoro, non avete davvero voglia di uscire a bere un drink.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Leggi anche la nostra intervista al curatore del Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2019, Milovan Farronato:

Crediti


Testo di Benedetta Pini
Fotografia di Harley Weir