Da star di TikTok a volto di BOSS: intervista a Khaby Lame

Per l’uscita della capsule collection “BOSS x KHABY”, abbiamo incontrato il creator per parlare di moda, autoespressione e forza interiore.

di i-D Staff
|
17 giugno 2022, 3:30pm

HBME_110_W22PF_BOSSxKhaby_ID_4x5_010_sRGB.jpg

Immediatezza, ironia e tematiche generazionali: a grandi linee, sono queste le caratteristiche che accomunano la maggior parte dei contenuti che incontriamo su piattaforme come TikTok e Instagram. Ma nell’infinità di volti che incontri scrollando più o meno passivamente, ce n’è uno che non può non esserti rimasto impresso per l’approccio diretto e ironico dei suoi contenuti. Stiamo parlando di Khaby Lame, creator piemontese che da marzo 2020 commenta i video che diventano virali con il linguaggio più universale di sempre: quello del proprio corpo. 

HBME_110_W22PF_BOSSxKhaby_ID_4x5_014_sRGB.jpg

Utilizzando espressioni facciali sempre riconoscibili e gestualità specifiche, negli anni Khaby Lame ha costruito intorno ai suoi contenuti ironici e genuini una vera e propria carriera, diventando letteralmente il capo di se stesso. E sono proprio la sua intraprendenza, autenticità e spontaneità ad avere attirato l’attenzione di BOSS, il brand simbolo di una moda diretta e risoluta che ha scelto il creator come volto della nuova campagna del brand di una capsule collection composta da t-shirt, felpa, giacca e uno speciale puppet con le sembianze di Khaby—nel quale le silhouette minimal di BOSS si uniscono all’ironia pungente del creator.  

HBME_110_W22PF_BOSSxKhaby_ID_4x5_011_sRGB.jpg

In occasione dell’uscita della capsule collection BOSS x Khaby, abbiamo incontrato il creator per farci raccontare del suo lavoro, dei valori che condivide con il brand e della sua prima sfilata per BOSS.

Ciao Khaby! Raccontaci di te… Com’è stato il tuo primo approccio a TikTok e Instagram?
Realizzavo video su YouTube già da piccolo, ma li guardavano solamente mio padre e mio zio. Ed è stato con TikTok che ho capito di aver trovato la piattaforma ideale per me, dove caricare i miei video autoironici e comici. Con Instagram è stato diverso, lo usavo esattamente come la maggior parte delle persone—per postare video e foto della mia quotidianità—, solo più tardi ho iniziato a postare anche lì i miei lavori.

Sei uno dei tiktoker più popolari del momento. Come hai intenzione di usare questa tua piattaforma?
Voglio continuare a usarla per mostrare le mie capacità, crescere, a livello sia professionale che personale, e continuare a inseguire i miei sogni. Voglio dimostrare alle persone quanto la passione, la costanza e la determinazione possano portare a grandi risultati. Mi piace intrattenere le persone con la mia ironia, ma è solo uno strumento per ottenere quello che mi interessa realmente: incoraggiare chi mi segue a lottare per raggiungere i propri obiettivi.

La campagna #BeYourOwnBOSS è basata sulla sicurezza in sé e sulla crescita personale. Credi che i social media possano aiutare a trovare la propria forza interiore e a essere “il proprio boss”?
Sì, in un certo senso i social possono essere considerati una sorta di palestra per la propria forza interiore. Quando si decide di rendere pubblica la propria vita privata, le proprie passioni e il proprio volto, non sempre i commenti che si ricevono sono positivi. Per potersi esporre sui social è importante credere molto in sé e trovare la forza di non prendere troppo sul serio le critiche distruttive di chi commenta negativamente solo per il gusto di farlo.

HBME_110_W22PF_BOSSxKhaby_ID_4x5_013_sRGB.jpg

Stare al passo con la moda: quanto è importante per il tuo lavoro?
La moda è una parte fondamentale del mio lavoro. Sono appassionato di streetwear, ma con Boss sto imparando a uscire dalla mia comfort zone e a mettermi in gioco abbracciando anche stili diversi.

La collezione BOSS x Khaby prevede un puppet con le tue sembianze. Com’è nata l’idea di introdurlo e cosa rappresenta?
È nato dall’incontro della mia immaginazione con quella del team di BOSS, e dalla voglia di divertirsi—chi non vorrebbe avere un Khaby sempre con sé, pronto a ricordarti che tutto è possibile? Mi piace pensare di poter essere un esempio per le persone, anche tramite il puppet: se ce l’ho fatta io, possono farcela anche loro.

HBME_110_W22PF_BOSSxKhaby_ID_4x5_006_sRGB.jpg

Che consigli daresti a un new talent che vuole avere successo sui social media e farne un business?
Non arrenderti mai e insegui sempre i tuoi sogni. Non smettere solo perché qualcuno ti ha detto che non puoi farcela. Io sono la prova vivente che chiunque può migliorare la propria vita, non importa da dove provenga. L’importante è restare sempre fedeli alla propria identità e fare ciò che si ama. Se ci si impegna e si lavora con costanza, il resto verrà da sé.

Quali valori condividi con BOSS?
BOSS crede in chi insegue i propri sogni con coraggio e convinzione, in chi definisce il proprio percorso e in chi ha un’inarrestabile gioia di vivere. Io condivido pienamente questi valori e penso di esserne un esempio. Sono una persona semplice e piena di passioni, che crede nei propri sogni e non si fermerà finché non li avrà raggiunti.

HBME_110_W22PF_BOSSxKhaby_ID_4x5_019_sRGB.jpg

Alla scorsa Milano Fashion Week Donna hai chiuso la sfilata di BOSS, sfilando insieme ad alcuni dei modelli e delle modelle più rilevanti del panorama della moda internazionale. Come hai vissuto quel momento? E che cosa ti ha permesso di imparare?
Mi sono divertito un sacco! Non avrei mai pensato di avere un’opportunità del genere, ho cercato di godermi ogni momento per poterlo conservare per sempre. In quel momento, ho capito realmente che la vita può cambiare da un giorno all’altro e che avevo imboccato la strada giusta per me.

I tuoi piani per il futuro?
Vorrei andare negli Stati Uniti e iniziare a fare cinema come attore comico.

HBME_110_W22PF_BOSSxKhaby_ID_4x5_022_sRGB.jpg
HBME_110_W22PF_BOSSxKhaby_ID_4x5_017_sRGB.jpg

Crediti

Testo: Carolina Micella

Fotografie: Rosario Rex Di Salvo
Direzione creativa: Gloria Bertuzzi
Stylist: Giorgia imbrenda
Grooming: Silvia Acquapendente

Digital: Marco Arici
DOP: Stefano Grilli
Prima assistente fotografia: Maria Luisa Zoccoli
Seconda assistente fotografia: Lisa Pohl
Assistente DOP: Davide Maltese

Assistente direzione creativa: Ana Maria Matasel
Assistente stylist: Nicla Pizzolorusso

Senior Account Director: Valentina Curti
Senior Account Manager: Benedetta Borioni
Senior Client Partner: Gijs Wabeke

Produzione: Rexindustries
Producer: Marcella Ciappi
Producer: Guglielmo Del Signore
Produzione: Eleonora Rossini
Assistenti produzione: Andrea SimulaMattia Chindamo

Tagged:
Hugo Boss
khaby