5 film da tenere d'occhio al X Divergenti, Festival Internazionale di Cinema Trans

Online dal 26 al 28 novembre, interamente in streaming gratuito.

di Benedetta Pini
|
23 novembre 2020, 2:20pm

Still dal film Alice Junior

Due anni di pausa per racimolare le idee e ripartire con ancora più carica in questo 2020, un anno che richiede il doppio del coraggio per far qualsiasi cosa, a maggior ragione realizzare un evento culturale e pensarlo secondo modalità che fino a qualche mese fa erano ancora inedite e impensabili per il settore. Ma sono proprio questi i momenti in cui si ha più bisogno che mai di iniziative culturali che vadano a colmare i vuoti lasciati dalla crisi in corso e ci offrano strumenti importanti di analisi e riflessione.

È proprio questo che fa Divergenti - Festival Internazionale di Cinema Trans—il più longevo festival in Italia sul tema e uno dei pochi in tutto il mondo—dando una risposta culturale innovativa, efficace e ragionata ad una situazione in continuo mutamento. Ideata e organizzata da M.I.T. - Movimento Identità Trans, con la direzione artistica di Nicole De Leo e Porpora Marcasciano, questa decima edizione sviscera un tema attuale e coerente con la situazione: migrazioni trans, “intese come spostamento e ricerca di luoghi meno ostili, esodo per sfuggire a fame, guerre e soprattutto pregiudizi transfobici,” si legge nel comunicato stampa. Perché, come scrive la co-direttrice Porpora Marcasciano nel suo libro Favolose Narranti

Noi trans siamo migranti in tutti i sensi, migranti di genere e in genere, verso un corpo più nostro, verso un paese più familiare, verso una terra meno ostile.

Quindi 11 film, tra documentari e opere di finzione, nazionali e internazionali, che offrono diverse sfaccettature e punti di vista sull’immaginario trans, oltre a due proiezioni evento, un convegno, un seminario e la sezione speciale riservata ai Vlog (disponibili sul canale YouTube di Richard Thunder durante i giorni del festival), allo scopo di promuovere la conoscenza della questione transessuale e transgender nelle sue diverse declinazioni, contrastando le barriere e i pregiudizi e stimolando una narrazione diversa, al di là degli stereotipi. Tema, quest’ultimo, a cui sarà dedicato il seminario su Zoom “Per un archivio di storia trans - Tavoli di studio ed elaborazione politica trans” (venerdì 20 novembre, dalle 15 alle 17.30)

Il tutto sarà fruibile online gratuitamente dal 26 al 28 novembre, su piattaforma docasa.it, la piattaforma creata dall’associazione DER - Documentaristi dell’Emilia Romagna per fare fronte alla chiusura delle sale dovuta alle misure di contenimento della pandemia.

Il fil rouge che attraversa il programma, andando ad approfondire il tema di questa decima edizione di Divergenti, sarà esplorato nel convegno su Zoom “Migrazioni Trans: attivismo, accoglienza, ricerca” (da giovedì 26 a sabato 28 novembre, dalle 18 alle 20), il primo incontro sull’argomento che si tiene in Italia, dove si affronteranno le questioni dell’accoglienza e della tratta e sfruttamento delle persone trans, alla presenza di esperti e operatori del settore.

Per darvi una mano a orientarvi nel fitto programma del festival, ecco i 5 film assolutamente da non perdere:

Alice Junior di Gil Baroni (giovedì 26 novembre)

Film rivelazione della Berlinale 2020 e fresco di tre premi all’ultimo Lovers Film Festival, che racconta con leggerezza e ironia la storia di Alice Júnior una studentessa transgender, interpretata dalla blogger e youtuber trans brasiliana Anne Celestino Mota, alla prese con i pregiudizi e le discriminazioni omofobiche della nuova scuola in cui si è trasferita.

Sunken Plum di Xu Xiaoxi e Roberto F. Canuto (26 novembre 2020)

Nella Cina dei nostri giorni, la storia di una donna transgender che lavora in una discoteca di Chengdu, sullo sfondo di una società chiusa e ostile nei confronti della diversità e dell’auto affermazione individuale. Per non dare mai per scontato che ogni persona in ogni parte del mondo possa godere del privilegio di avere i nostri stessi diritti.

I Tanti Triangoli Rosa di Luca Gaetano Pira (venerdì 27 novembre 2020)

b705062564-poster (1).jpg

Presentato in anteprima assoluta, questo documentario del fotografo e fotoreporter italiano basato a Madrid Luca Gaetano Pira nasce dal suo omonimo progetto fotografico. Entrambi, vogliono raccontare le storie di persone della comunità LGBTQ+ che hanno subito persecuzioni, incarceramento e torture sotto le dittature militari di Spagna, Cile, Argentina e Uruguay. Storie lontane che necessitano di risuonare in tutto il mondo, per non essere dimenticate.

Amaranto di Noemi Marilungo (sabato 28 novembre 2020)

x-divergenti-festival-internazionale-di-cinema-trans-2020

Un’indagine sugli effetti dell’emergenza Covid sulla vita professionale delle sex workers trans in attività sul territorio bolognese, per conoscere e raccontare una storia che raramente trova spazio sui media istituzionali.

Allah Loves Equality di Wajahat Abbas Kazmi (sabato 28 novembre 2020)

x-divergenti-festival-internazionale-di-cinema-trans-2020

Documentario di denuncia del regista pakistano, italiano di adozione, e attivista dei diritti umani Wajahat Abbas Kazmi, realizzato grazie a un crowdfunding e sostenuto dal patrocinio di Amnesty International. Il film dà voce al mondo LGBTQ+ nella Repubblica islamica del Pakistan, uno dei paesi islamici più integralisti al mondo.

La X edizione di Divergenti - Festival Internazionale di Cinema Trans, sarà fruibile in streaming gratuito sulla piattaforma docacasa.it. Tutti i film sono visibili nel giorno di programmazione a partire dalle ore 10 e per le 24 ore successive. Segui la pagina Facebook per tutte le altre informazioni. 

Crediti

Testo di Benedetta Pini
Immagine: still dai film

Leggi anche:

Tagged:
cinema
Festival
transgender
LGBTQ