Fantabody, il brand che ti spiega perché la moda green è la più sexy di tutte

Sostenibilità e sensualità possono andare molto, molto d'accordo.

di i-D Staff
|
17 gennaio 2020, 6:05pm

Rivivere gli anni '80 in chiave sostenibile sembra un totale controsenso, un'utopia, un'assurdità. Un decennio letteralmente passato alla storia per essere stato l'apice del consumismo, dei packaging in plastica e per l'ascesa e il dominio commerciale degli spray per capelli. Pensare a tutto questo, ma specialmente alle tinte sgargianti che accompagnano la cultura visuale di questo momento storico (molto spesso ottenuti con processi di tintura molto aggressivi e certamente poco sostenibili), può stridere rispetto a quella visione nostalgica e romanticizzata che abbiamo di quegli anni. È quindi forse impossibile immaginarsi il decennio degli ombretti fluo, delle camicie con i pattern più assurdi e dei tailleur con le sneakers in maniera sostenibile?

La campagna A/I 21 di Fantabody rende questo sogno impossibile una realtà, e ci dimostra che grazie all'utilizzo esclusivo di fibre, tecniche e tecnologie totalmente sostenibili si possono ritracciare degli immaginari collettivi, ed essere comunque in totale accordo con il pianeta. Ecco che il softcore anni '80, una nicchia di linguaggi e colori a sé stante, diventa il luogo in cui la fondatrice e art director del brand Carolina Amoretti decide di far muovere capi realizzati in fibre ottenute da bottiglie di plastica. Sì, quelle stesse bottigliette che si vedono su ogni scrivania di qualsiasi film ambientato in un ufficio nella New York degli 80s (e non solo).

Grazie alla tecnologia Green Soul, all'uso di queste fibre vengono applicati anche processi di tintura e finitura ecologici, che non compromettono il comfort e la durevolezza del tessuto. La collezione, totalmente prodotta da imprese artigianali a conduzione familiare, è composta da 10 silhouette disponibili in 3 varianti di colori; una palette che riprende i toni della natura come il beige e il verde foglia. La new entry è il Fantadress, un capo realizzato in velluto e fibra riciclata, ma non mancano i pezzi iconici vome i body e i sotto giacca, che sono presto diventati il punto di forza del brand milanese.

Con la collaborazione dei brand italiani "Come For Breakfast", "Arcosanti" e "Arianna Fabiano Jewels", la campagna di Evergreen firmata Fantabody ci ha fatto rivivere gli anni delle working girl, della tenacia e della potenza visiva delle donne anni '80. Il tutto, in maniera più friendly.

Fantabody_FW20
Fantabody_FW20
Fantabody_FW20
Fantabody_FW20
Fantabody_FW20
Fantabody_FW20
Fantabody_FW20
Fantabody_FW20
Fantabody_FW20
Fantabody_FW20
Fantabody_FW20
Fantabody_FW20

Segui i-D su Instagram e Facebook

Leggi anche:

Crediti

Immagini su gentile concessione di Fantabody

Tagged:
fantabody
nostalgia anni '80