Immagine di sinistra: borsa Sunvitale Studio, Immagine di destra: editoriale con capi Soraya e accessori Skorpyo

11 nuovi brand handmade da conoscere

Maglieria delicata, resine pop o screenprinting core: ecco i progetti che hanno fatto proprie tutte queste tecniche (e non solo) per dare forma ai loro immaginari.

di Carolina Davalli
|
08 luglio 2021, 10:37am

Immagine di sinistra: borsa Sunvitale Studio, Immagine di destra: editoriale con capi Soraya e accessori Skorpyo

Se l’estate 2020 è stata contraddistinta da una moda ispirata al cibo, possiamo affermare senza ombra di dubbio che il trend definitivo di questi mesi estivi sarà l’estetica handmade. La pandemia, infatti, ha innescato una rinascita del fatto a mano e del DIY e, tra la fissa per il tufting e l’uncinetto, la scena creativa indipendente non è rimasta immune a questa corrente di sperimentazione progettuale.

Mai come in questo momento abbiamo visto una proliferazione di piccoli brand handmade, progetti di maglieria, accessori e moda che si stanno inserendo all’interno del panorama indipendente per definire il proprio immaginario a colpi di ferri e colate di resina. Un humus creativo così denso che spesso diventa difficile da decifrare, dove estetiche, correnti e trend si fondono in un pastiche audace ed eterogeneo di stili.

Così, abbiamo voluto immergerci in questo magma ribollente di progetti personali, spesso nati dalle ossessioni, dalle passioni e dalla storia personale di giovani designer e creativi, per individuare alcuni dei brand emergenti handmade più interessanti e innovativi, spesso improntati a una visione della moda etica e sostenibile.

Ecco 10 brand handmade emergenti che dovresti tenere d’occhio

Ketten Studio

brand handmade da seguire ketten studio

"Crazy, sexy, handmade!”, così si definisce Ketten Studio, il brand di capi fatti a mano che sfidano le regole e le convenzioni legate alla pratica della maglieria. Manodopera e lavorazioni artigianali si uniscono per creare una moda avanguardista e contemporanea, capace di esporre il corpo senza mai compromettere la comodità. Un progetto di moda che si fa espressione di libertà e fluidità.

Segui Ketten Studio qui.

Almace

brand handmade da seguire almace

Brand sostenibile fondato dalle due sorelle Cecilia e Martina, Almace è un progetto di maglieria che utilizza solamente fili di scarto dell’industria tessile per creare un abbigliamento su misura e su ordinazione. Durante la quarantena, il marchio indipendente ha collaborato con la beauty guru Leitalienne facendosi mezzo espressivo di un nuovo istinto progettuale, guidato dalla voglia di sperimentare e creare una capsule genderless, fluida ed essenziale, realizzata interamente in cotone organico e bioviscosa.

Segui Almace qui.

Kick and Bite

brand handmade da seguire kick & bite

Direttamente dalla cameretta di Rebecca Isabel Consolandi, Kick and Bite è un progetto totalmente handmade che parte dalla volontà di portare alla luce l’immaginario della designer, un universo “fluido di stelle danzanti, acrobati disarticolati e dolcissimi militanti.” Utilizzando processi di upcycling di capi vintage, la mano della designer è capace di creare pezzi unici attraverso operazioni di taglio, cucito e inserzioni grafiche realizzate a mano con svariate tecniche. E un sapore core non manca di certo.

Segui Kick and Bite qui.

Skorpyo

brand handmade da seguire skorpyo
Capi Soraya, accessori Skorpyo

La passione per l’uncinetto accompagna da sempre la creativa Francesca Cavalcanti, un talento che prende forma in Skorpyo, il brand 100% sostenibile di accessori in maglia nato durante il lockdown milanese. Colori brillanti, manualità e leggerezza sono i punti chiave del marchio, il cui obiettivo era (ed è) quello di tracciare un universo dinamico e multiforme.

Segui Skorpyo qui.

Soraya

brand handmade da seguire Soraya

Le studentesse di Fashion Design Chiara e Benedetta hanno ideato un progetto eco-friendly durante la quarantena. Soraya è infatti un brand che si basa sul riutilizzo di vecchi abiti, tessuti di tappezzeria e filati di scarti, dai quali nascono top, corsetti, e gioielli realizzati interamente a mano mano. Dietro al progetto c’è un forte senso etico ed estetico, che spinge le creative a realizzare prodotti a basso impatto ambientale attraverso un lavoro che unisce il crochet e il riciclo.

Segui Soraya qui.

Piinkshelly

brand handmade da seguire Piinkshelly

Bold, pop e extra, non c’è nulla di più anni ‘90 di Piinkshelly, il brand di gioielli in resina nato durante la pandemia dalla mente creativa di Raffaella Silva. Ogni pezzo è unico e fatto a mano, e ha come obiettivo quello di offrire un’alternativa ironica e sperimentale al design del gioielli classico, sperimentando con l’utilizzo di colori accesi e silhouette audaci.

Segui Piinkshelly qui.

Bice Filati

brand handmade da seguire bice filati

Viaggio personale e biografico di Beatrice Rossi—Bice era il nome di sua nonna—Bice Filati nasce dalla voglia della creativa di stabilire un legame con sua madre durante i mesi di lockdown. Da lì nasce il progetto di maglieria sostenibile custom che vede Beatrice come designer e sua madre come artigiana, un brand che unisce la visione dell’una e dell’altra in un mix di palette e stili eterogeneo e delicato. Da filati naturali prende forma una realtà progettuale a misura e tempo umano: quella di una manodopera sostenibile e attenta alla cura di ogni dettaglio.

Segui Bice Filati qui.

Jusans

brand handmade da seguire Jusans

Nato nell’ottobre 2020 nel suo appartamento a San Paolo, Jusans è il marchio emergente di Juliana Santos i cui capi sono realizzati senza fretta e 100% a mano. L’uncinetto è da sempre parte integrante della biografia della designer, nonché principale fonte di guadagno per sé e i propri genitori. Da qui, la voglia di sperimentare, creando un brand che fosse non solo un mezzo d’espressione creativa e di valorizzazione dell’artigianato, ma anche una fonte di benessere mentale e di empowerment.

Segui Jusans qui.

RKRKRK

nuovi brand handmade italiani da seguire RKRKRK

Spirito di adattamento e fluidità è ciò che contraddistingue RKRKRK, progetto di moda che nasce dall'incontro tra tessitura e artigianalità. Ogni pezzo unico deriva da un fortuito paradosso, che lega profonda ricerca, intuizione e progettazione spontanea. RK si articola negli ambiti della maglieria e dell'accessorio, e la prima capsule mostra l’identità del brand appieno, unendo capi in maglia riciclata a borse di tessuti tecnici forniti da aziende italiane—provenienti da scarti aziendali o pezze fallate. Il logo del progetto è una tartaruga maya, simbolo che per la designer Rebecca Zauli incarna la ciclicità del riuso, del riciclo, del tempo.

Segui RKRKRK qui.

Sunvitale Studio

nuovi brand handmade italiani da seguire sunvitale studio

Dalla collaborazione tra i due giovani designer Alessandro e Giovanna nasce il brand based in Bologna Sunvitale Studio, un progetto di moda artigianale, prodotto esclusivamente con i “materiali che il loro habitat ha da offrire”. Parliamo di mercati rionali, retrobottega di negozi storici e angoli nascosti del proprio quartiere, che diventano l’arena in cui materiali, idee e processi si materializzano, sovvertendo tutte le logiche del fashion system. Tra intrecci di filati vintage e tessuti di scarto, la coppia di designer realizza accessori e capi unici, green e dall’estetica sognante.

Segui Sunvitale Studio qui.

Pepeisupcycle

nuovi brand handmade italiani da seguire pepeisupcycle

Dalla sua fase embrionale dei mesi di lockdown, Pepeisupcycle è cresciuta come realtà di upcycling e mezzo espressivo della designer Pepe, la quale adotta la pratica del riutilizzo per creare capi in cui indefinitezza e mismatch la fanno da padroni. A breve il brand diventerà la base di partenza per una nuovo progetto creativo, una collaborazione che prenderà il nome Independent Ass e che unirà l’estetica multiforme di Pepe a quella di una nuova collaboratrice, Barbie.

Segui Pepeisupcycle qui.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Carolina Davalli
Immagini per gentile concessione dei brand

Leggi anche:

Tagged:
DIY
handmade
sostenibilità
maglieria
brand emergenti