Pubblicità

la nuova mostra di ​blondey mccoy è un inno alla dissolutezza

Il nostro skater, designer e artista preferito è tornato con una mostra ispirata a Soho, i Pogues e i tabloid inglesi.

di Felix Petty
|
11 novembre 2016, 9:36am

La quarta personale di Blondey McCoy si chiama, giustamente, Fourth Fancy. La descrive come una mostra sul "rendere normale la dissolutezza" — il comunicato stampa inizia con un testo dei Pogues, che recita "Tirato su dagli sbirri e colpito nelle palle", preso dalla loro ode alle sporche strade di Soho, The Old Main Drag. 

Partendo da ciò, il 19enne ha sviluppato una serie di lavori che vanno dai collage incollati a degli specchi a enormi stampe su tela. Le opere riprendono i motivi tradizionali di Bondey: cianfrusaglie vintage, scritte su banconote e ritagli di tabloid. C'è anche un cenno al pub di Blondey preferito, The Cross Keys a Covent Garden, dato che ha trasformato gli scontrini in opere. 

La mostra ha qualcosa di profondamente esistenziale: "Voglio far riflettere su ciò che sprona un giovane ragazzo oggi," spiega Blondey. "Ma soprattutto mi auguro che la mostra suggerisca vagamente che la gente, vecchia o giovane che sia, dovrebbe fare ciò che si sente. È un omaggio all'espressione di se, pura e semplice e sexy e lurida." 

Metà dei ricavi verranno donati a Together for Mental Wellbeing.

Fourth Fancy si terrà alla Heni Gallery a Londra dal 19 al 27 novembre. 

Crediti


Testo Felix Petty