A young man and his pregnant wife in Washington Square Park, N.Y.C. 1965, © The Estate of Diane Arbus

diane arbus e la sua mania di fotografare i freak dei parchi di new york

Gli spazi verdi di New York City sono diventati l'ufficio de facto della fotografa, uno spazio di riflessione e interazione in cui ha immortalato uomini d'affari, lesbiche, drogati senzatetto, amanti adolescenti e Susan Sontag.

di Hannah Ongley
|
04 maggio 2017, 11:00am

A young man and his pregnant wife in Washington Square Park, N.Y.C. 1965, © The Estate of Diane Arbus

Poco dopo aver lasciato il mondo della fotografia commerciale nel 1956, Diane Arbus ha iniziato a fare quello che ogni newyorkese da poco disoccupato fa: camminare ininterrottamente per i parchi della città. Una delle sue prime fotografie come artista ritrae sei sconosciuti dall'aria elegante seduti su una panchina tra le ombre di Manhattan. Nel corso della sua carriera, gli spazi verdi di New York sono diventati l'ufficio de facto della fotografa, uno spazio di riflessione e interazione in cui ha immortalato uomini d'affari, lesbiche, drogati senzatetto, amanti adolescenti e Susan Sontag. La mostra In the Park raccoglie per la prima volta le immagini collegate dal leitmotiv dei parchi newyorkesi, e noi abbiamo selezionato le più interessanti.

Due amici al parco, N.Y.C. 1965, © The Estate of Diane Arbus

Un giovane uomo e la sua fidanzata con gli hot-dog, N.Y.C. 1971, © The Estate of Diane Arbus

"Diane Arbus: In the Park" è ospitata nella galleria Lévy Gorvy, New York, fino al 24 giugno 2017.

Bambina con basco a Central Park, N.Y.C. 1958, © The Estate of Diane Arbus

Due donne camminano per Central Park, N. Y.C. 1963, © The Estate of Diane Arbus

Crediti


Testo Hannah Ongley
Fotografia Diane Arbus

Tagged:
NEW YORK CITY
street photography
Diane Arbus
parchi
parchi di new york