il 2017 secondo adama jalloh—12 scatti di vita quotidiana a londra

Abbiamo chiesto ai nostri fotografi preferiti di selezionare per noi le immagini che meglio riassumono l'anno che sta per concludersi. Questo è il 2017 visto con gli occhi di Adama Jalloh.

di i-D Staff
|
28 dicembre 2017, 12:08pm

1. Ty della Belly Squad. È uno dei miei scatti preferiti tra quelli del primo editoriale che ho fatto per la rivista Clash.

2. Stavo facendo qualche foto del mercato di East Street durante una domenica pomeriggio e per caso mi sono imbattuto in questa improbabile coppia. Il modo in cui uno compensa l'altro mi piace moltissimo: è come se abiti e modo di camminare fossero studiati sin nei minimi dettagli.

3. Questa l'ho fatta ad Aylesbury Estate. Ho provato a fotografare questo ragazzino di nascosto, senza che lui se ne accorgesse, ma mi ha visto immediatamente lol. Non ho avuto il tempo di mettere a fuoco con precisione, ma ho scattato comunque perché non volevo perdermi questo momento.

4. Laurence Sessou. Questo è l'ultimo ritratto che ho fatto al Festival Afropunk. Avevo già iniziato a mettere via la mia attrezzatura, ma poi ho visto Laurence e mi sono fermato immediatamente: era così bella che dovevo chiederle di posare per me.

5. Il complesso residenziale di Ledbury Estate, a Londra.

6. Una postina cammina lungo la Southampton Way. Di lei mi ha colpito l'aura regale.

7. Uno degli editoriali più divertenti e rilassati a cui io abbia lavorato nel 2017. Questo è un ritratto della sassofonista basata a Londra Nubya Garcia.

8. Questa foto mi fa provare un forte senso di nostalgia per la mia infanzia.

9. Uno scatto del lookbook di Bianca Saunders. Modello: Guido Ghatti

10. Siima Itabaaza nel suo soggiorno.

11. Il fatto è che questa bambina ha un atteggiamento troppo deciso per non includerla nella selezione.

12. Questa è una delle mie migliori amiche, nonché incredibile ballerina, Sia Gbamoi. Quel giorno l'avevo accompagnata dal parrucchiere e ricordo ancora con precisione l'atmosfera rilassata e tranquilla del locale; era come essere a casa, non in un salone di bellezza.

Tagged:
Best Of
afropunk
Cultură
londra
bianco e nero
adama jalloh
un anno in foto
il meglio del 2017
bilancio di fine anno