Fotografia di Arkan Zakharov

15 domande a sasha belyaeva, musicista ultra-visionaria e aliena

È appena uscito il suo primo EP, "Greatest Illusion", e così l'abbiamo intervistata per parlare di oggi, domani e del futuro più lontano che possiamo immaginare.

di Amanda Margiaria
|
09 settembre 2019, 4:43pm

Fotografia di Arkan Zakharov

Cosa rende una traccia di tre minuti scarsi indimenticabile? Questa la domanda che ci siamo fatti quando abbiamo ascoltato per la prima volta Are, il nuovo singolo tratto dal primo EP di Sasha Belyaeva, musicista, modella e talento creativo a 360 gradi. Un brano ipnotico e coraggioso che conferma quello che già sospettavamo di Sasha: il suo modo di fare musica è visionario, tocca vette sperimentali che non ci si aspetterebbe da una ragazza appena 20enne e segue le evoluzioni sonore dell'artista in un vorticare di melodie solenni.

Russa di nascita, Sasha vive da tempo a New York, dove ha fondato la sua agenzia di management Lead+Develop. In occasione dell’uscita di Are, abbiamo fatto qualche domanda a Sasha per parlare di musica, del 2029 e del suo prossimo progetto. Che chiaramente non sarà solo visionario, ma ultra-visionario.

Ciao Sasha, che fai oggi?
Sono venuti a trovarmi degli amici e sto cercando di far cantare loro delle canzoni imbarazzanti. L’estate sta finendo e non vedo l’ora di quando il freddo si farà strada a New York, questa città è stupenda in autunno.

Dove sei cresciuta e com'è stato?
Posso dire di essere cresciuta a Mosca, anche se mi sono trasferita lì quando avevo sei anni. Ripensando alla mia infanzia la risposta a questa domanda potrebbe cambiare da un giorno all’altro, non ho costanti e cambio spesso idea; devo dire comunque di essere stata fortunata di poter crescere in una città così importante. Mi ha dato accesso a un mondo in movimento e mi ha preparato per ciò che sto vivendo qui a New York.

Qual è il tuo ricordo d’infanzia preferito?
Quello di sognare mentre gli altri stavano dormendo.

Qual è stato il successo più grande della tua carriera fino ad adesso?
Aver lasciato sia il mio primo management che la New York Agency, per iniziare Lead+Develop con il mio team. Insieme rappresentiamo la nuova generazione di creativi. Tutto ciò che sogno è realizzabile insieme a loro.

Descriviti in quattro parole.
Riflessiva, intransigente, buona (non sarebbe bello se tutti rispondessero così?) e riservata.

1568027590895-Sasha-Belyaeva-17

Descrivi anche la tua musica in quattro parole!
Sono la nuova alternativa.

Qual è la cosa che ti rende più fiera del tuo EP?
Sono fiera che l’EP sia completamente mio. Ho realizzato tutto in maniera indipendente, tutti gli aspetti creativi sono stati approvati da me. C’è libertà ad avere pieno controllo di ciò che si vuole esprimere.

A essere onesti, c'è stato un momento in cui stavo lavorando con un'etichetta davvero grande e il materiale che stavano creando non era per niente parte di me; è stata quasi una forma di umiliazione. A metà progetto ho deciso di andarmene e ci siamo uniti creando Greatest Illusion completamente da soli.

Cosa c’è in paradiso?
Posso dirti come ci si sente, finalmente liberi.

Dove ti vedi nel 2029?
Dipende tutto da come sarà il mondo nel 2019. Sogno di essere felice, sana e al sicuro. Sicuramente in dici anni vedremo dei cambiamenti emozionanti e forse pericolosi, la sentiamo tutti—l'elettricità del cambiamento è nell'aria. Sento che sarò al centro di questi cambiamenti più del previsto. Il mio obiettivo è essere parte dell’azione.

Cosa pensi che non capisca la stampa quando parla di te?
La critica è stata molto buona con me, mi hanno permesso più volte di parlare liberamente senza filtri. Detto questo, un’altra domanda sui capelli blu e i miei fan rischierebbero di addormentarsi (ah, grazie per non averlo chiesto!).

1568027679092-Sasha-Belyaeva-19

Come pensi che verranno ricordati i primi decenni degli anni Duemila?
Like e commenti.

Come pensi verrà ricordata la tua generazione, invece?
Forse saremo la generazione che riprenderà possesso della propria vita. Sento che concetti come debiti e servizi vengono visti in modo diverso dalla mia generazione. Non sembra necessario imitare il percorso dei più perché questo stesso percorso non ha portato i nostri genitori alla liberà o alla loro realizzazione, lo vediamo chiaramente. Almeno, quelli che conosco io lo vedono.

Perché fai musica?
Per me stessa e per i miei fan. Ho sempre fatto musica, è nella mia anima. È il mio modo per parlare alla gente con la mia voce.

Quali sono le tue speranze per il futuro?
Spero che vada tutto bene nel futuro, e anche nella società. Mi piacerebbe vedere le persone nella loro versione più sofisticata e originale. Spero che nel futuro la gente non si accontenti e non si faccia rovinare o atrofizzare.

C’è un senso di amnesia collettiva rispetto al misticismo insito nell’uomo, come se i misteri che stanno dentro al nostro cuore vengano completamente ignorati. Credo che nel mio piccolo cercherei di aiutare il futuro a guardarsi dentro.

Cosa farai domani?
Berrò del te, pianificherò il mio tour e inizierò a pensare al prossimo album. Farò uscire un pò dei miei pezzi al pianoforte, molto eterei; credo di non aver espresso al massimo questa parte di me. Vi ho detto di @FourthTurning? Ci ho lavorato tantissimo e l’ho quasi finito. Non vedo l’ora di condividerlo con il mondo; è il mio sito.

Il mio team ed io abbiamo organizzato delle interviste con delle personalità importanti tratte dai cerchi sociali più disparati, i fanatici che stanno spostando le barriere; e li portiamo ad avere conversazioni autentiche tra loro. Il mondo ha bisogno di questo, conversazioni dirette. Si scopre spesso che persone completamente agli antipodi, possono trovare dei terreni comuni e un pò di ragionevolezza se parlano uno con l’altro. FourthTurning è la piattaforma che rende questo possibile.

1568027699531-Sasha-Belyaeva-16

Crediti


Fotografia:
Fotografo Arkan Zakharov
Trucco Mika Shimoda
Capelli Owen Gould

Video Musicale:
Regista Jesse McGowan
Beauty Dan Avilan
Abiti Actn.1
Artista Sasha Belyaeva di Lead+Develop

Copertina dell'album:
Fotografo Ben Hassett
Trucco Marla Belt
Capelli Thomas Dunkin
Artista Sasha Belyaeva di Lead+Develop

Tagged:
music video