Fotografia di Ryan McGinley

i nudi più estremi di ryan mcginley

Freddo? Dopo aver visto la serie "Winter" vi sembrerà di vivere ai tropici.

di Hana Beach
|
31 ottobre 2015, 11:45pm

Fotografia di Ryan McGinley

Ryan McGinley è un maestro nel reinventarsi. È da oltre 16 anni che scatta gli amici, gli artisti e i creativi più cool di New York, e sebbene li abbia già immortalati tra boschi autunnali e praterie verdi, con la sua serie intitolata Winter porta la visione del nudo a un livello completamente nuovo, scattando questa volta i suoi soggetti tra i ghiacci degli angoli più selvaggi dello Stato di New York, poco lontano dalla Grande Mela.

Come potete immaginare scattare modelli nudi a temperature polari non è semplice. Sono state prese innumerevoli precauzioni per evitare il congelamento di mani e piedi. In molti scatti i modelli si arrampicano sulle guglie di ghiaccio, perciò sono stati usati materiali tecnici da scalata e vari metodi per riscaldarsi e poter portare a termine la serie di fotografie senza morire assiderati.

Il risultato finale è agghiacciante, ma in senso buono. Nonostante le condizioni estreme in cui si è svolto lo shooting i modelli appaiono sempre rilassati e a loro agio. Le immagini danno un senso di pace e hanno un allure angelica. "Winter è solo una parte di un lavoro più' complesso", ci svela Ryan. E non vediamo l'ora di poter ammirare il resto.

Crediti


Testo Hana Beach
Foto Ryan McGinley