Katarina wears body Arabesque Dancewear. Earring and brooch Contemporary Wardrobe. Palette 5 couleurs - 866 Eclectic. Dior blush - 746 Beige Nude. Dior Addict Lipstick - 881 Fashion Night.

il look dior

Il tocco magico di Peter Philips, direttore creativo di Dior make-up.

di i-D Staff
|
07 settembre 2015, 11:15am

Katarina wears body Arabesque Dancewear. Earring and brooch Contemporary Wardrobe. Palette 5 couleurs - 866 Eclectic. Dior blush - 746 Beige Nude. Dior Addict Lipstick - 881 Fashion Night.

Katarina indossa body Arabesque Dancewear. Orecchino e spilla Contemporary Wardrobe. Palette 5 couleurs - 866 Eclectic. Dior blush - 746 Beige Nude. Dior Addict Lipstick - 881 Fashion Night.

Sonya indossa body Contemporary Wardrobe. Top Saint Laurent by Hedi Slimane. Palette 5 couleurs - 846 Tutu. Diorblush Cheek Stick - 675 Cosmopolite Coral. Dior Addict Lip Maximize. Dior Addict Lipstick - 553 Smile.

Katarina indossa body Contemporary Wardrobe. Orecchini Gillian Horsup Antique Jewellery. Spilla Laura Nash. Palette 5 couleurs - 866 Eclectic.Dior blush - 746 Beige Nude. Dior Addict Lipstick - 881 Fashion Night.

Imogen indossa abito Swanky Modes at Contemporary Wardrobe. Dior Addict Fluid Shadow - 025 Magnetic. Palette 5 couleurs - 766 Exubérante. Diorshow Pro Liner - 092 Pro Black. Dior Addict Lip Maximizer. Rouge Dior Nude - 319 Trench.

Sonya indossa Diorblush Cheek Stick - 765 Cosmopolite Rosewood. Palette 5 couleurs - 846 Tutu. Rouge Dior - 277 Rose Déclamation.

Eliann indossa body Arabesque Dancewear. Orecchino Dior. Spilla Contemporary Wardrobe. Diorshow Iconic Overcurl Mascara - 090 Over Black. Palette 5 couleurs - 456 Jardin. Rouge Dior - 862 Rouge hypnotic.

Palpebre chiuse, disegnate con occhi trompe d'oeil; un viso ricoperto di pittura bianca, l'attaccatura dei capelli incrostata di colore ben visibile; un viso pieno di ghirigori disegnati, simili a tatuaggi tribali Maori - questo è solo uno sguardo veloce al lavoro di Peter Philips, creatore di make-up fantastici, concettuali e spesso crepuscolari per brand come Jil Sander, McQueen e Dries Van Noten.

Philips approdò all'industria della moda relativamente tardi. Ora ha 48 anni, è il Direttore Creativo di Dior make-up (dopo 5 anni come Direttore Creativo di Chanel make-up), ma ha scoperto la sua vocazione a 27 anni, quando prese in mano per la prima volta un pennello per il trucco. "Nel mio percorso quello era il momento perfetto per iniziare," dice Philip, che, come l'altro nome noto di Dior Raf Simons, ha origini belga. "Ma penso sia una buona cosa iniziare da giovani a fare il make-up artist." È preoccupato per i nuovi talenti, e pensa a come sia cambiata l'industria del make-up e quanto sia diventata ossessionata dalle celebrità. "Di questi tempi la motivazione che ti porta a lavorare con il make-up non è la stessa di quando ho iniziato io. Quando ho iniziato, amavo la moda e il make-up. Oggi la motivazione sembra voler diventare famosi." Per Philips, strafare per colpa dell'ambizione e della smania di raggiungere la fama sono motivazioni discutibili: "Penso sia un peccato perché lavorare con il make-up è una capacità che sviluppi. Spesso quando si tratta di ragazzi giovani la loro ambizione supera il loro talento e possono rimanere scottati. Il mio consiglio è di prendersi il proprio tempo per riflettere perché anche questa è una capacità che si sviluppa, non lasciate che la vostra ambizione uccida il vostro talento." 

Philips dice che il processo creativo lo fa sentire "naturalmente su di giri." Continua, "Trovare un concept, è questo che mi sprona." Ed è ciò che spera di far capire alle giovani generazioni di make-up artist. "Andare su internet e trovare un'immagine è fare esattamente la stessa cosa... È come mangiare al fast food, è una appagamento che si ottiene facilmente, ma se vuoi essere sazio a lungo, essere davvero soddisfatto, devi apprezzare il processo per trovare le idee e averne di originali." 

Nato e cresciuto ad Antwerp, Philips ha studiato moda e si è laureato alla Royal Academy nel 1993. Ha capito di aver raggiunto un traguardo nella sua carriera quando, attorno ai 30 anni, è riuscito a vivere facendo ciò che amava. Un altro trionfo importante lo raggiunse nel 2005, quando lavorò con Irving Penn per Vogue America. "Ogni immagine che faccio è una storia," dice, "Una di cui vado molto fiero è quella che ho creato con il merletto della maschera di Topolino." La maschera fu scattata da Penn, posizionata sul volto della modella Lisa Cant, che indossava una blusa traslucida di Yves Saint Laurent, con i capelli dipinti di bianco. "Il merletto era molto da alta moda, e con quella forma da pop art di Topolino sembrava qualcosa degli anni '40. È questo che rende quell'immagine davvero interessante e l'ho amata per quello shooting."

Dopo il servizio per Vogue America, Philips fu notato da Karl Lagerfeld e assunto come Direttore Creativo di Chanel make-up nel 2008. Durante il suo periodo da Chanel creò diversi prodotti cult, come lo smalto del 2009 Jade Le Vernis, che fu sold out e apparse poi su eBay per 100 dollari a bottiglia.  

La prova, se ce n'è bisogno, della natura versatile di Philip: non contento di ideare make-up per sfilate ed editoriali davvero creativi, è anche in grado di creare trucchi bestseller che le donne vogliono assolutamente comprare. Il suo amore e rispetto per le donne di tutte le età è chiaramente deducibile visto il numero di donne che trucca, dalle modelle giovani sulle passerelle alle donne più adulte di 40, 50, 60 anni e oltre. Pensa che l'industria del make-up sia incentrata più verso le donne giovani? "La parte giovane dell'industria è quella di cui si parla di più, ma credo che la bellezza in generale sia senza età." dice. "Tutti vogliono essere belli. Quando invecchi la bellezza non riguarda solo il tuo aspetto esteriore."

Philips conosce bene le opinioni riguardo all'invecchiare e pensa che dovrebbe essere un processo elegante, piuttosto che un disperato tentativo di rimanere giovani. "Quando una donna invecchia e il suo scopo è rimanere giovane, e non è una cosa molto elegante. Non significa che non puoi fare qualsiasi cosa ti vada di fare - penso si dovrebbero usare tutti i mezzi possibili, tutti i piccoli accorgimenti che si possono utilizzare per migliorare il proprio aspetto. Una piccola iniezione a volte può aiutare, ma devi capire quando fermarti," dice, parlando della tentazione della chirurgia estetica. "Se il tuo unico scopo è quello di mascherare l'età, diventi vittima della tua stessa ossessione. Non diventate schiave della giovinezza!"

Philips prevede che le donne di tutte le età ("a partire dalla 16enne di Tokyo alla donna in carriera 35enne a New York") potranno comprare e godere della sua make-up collection per Christian Dior chiamata Cosmopolite. "La donna Dior ha molti volti," dice. "Mi piaceva l'idea di un make-up per volti differenti. Creo sempre un trucco che si adatta a volti diversi, qualsiasi sia la cultura o le aspettative di una certa donna riguardo al trucco, può combinare due o tre prodotti della nostra collezione e creare il suo look Dior personale. In generale la donna Dior è una donna iper femminile; ha molte facce." Il prodotto principale della gamma, inventato con l'aiuto di scienziati dei laboratori di cosmetica, è la sesta linea di ombretti Dior Addict Fluid, che ricopre le palpebre con una texture scintillante, con una palette di ombretti editati intelligentemente - dall'argento del futuro al marrone più discreto - tutti a lunga durata.

Le case di moda astute, come Dior, stanno iniziando a creare una sinergia tra le loro collezioni make-up e le sfilate: Philips ha utilizzato Cosmopolite per truccare le modelle di Raf Simons per la sfilata autunno/inverno 15 di Dior. "Ci conosciamo da tempo," dice del creativo belga Simons. "Conosco Raf da prima che iniziasse le sue collezioni, è cresciuto nella moda. Lo conosco ma sono stato anche un suo osservatore. Ha un punto di vista unico, un punto di vista molto concettuale." Philips racconta della nail art per la sfilata, dove hanno dipinto le unghie della mano destra e sinistra delle modelle con colori diversi, dal nero carbone al verde petrolio al cachi. "È un concettualista con un tocco polulista; sembra conoscere esattamente cosa vogliono le donne, qualsiasi sia la loro età."  

Crediti


Foto Jamie Hawkesworth
Trucco Peter Philips
Moda Max Pearmain
Testo Bethan Cole
Capelli Duffy at Streeters Session and Editorial Ambassador for Vidal Sassoon
Assistente foto Tex Bishop
Assistente moda Laura Vartiainen
Assistente trucco Aminata Gueye, Kathinka Gernant
Produzione Kathryn Scahill at MAP
Modelle Katarina Sarap, Eliann Tulve, Sonya Tomson at MJ Models. Imogen Rochester at Storm.
Trucco utilizzato Diorskin Star - Studio Makeup, Spectacular Brightening - Weightless Perfection. Diorskin Star Concealer. Skinflash Radiance Booster Pen. Diorskin Nude Air Loose Powder - Healthy Glow Invisible Loose Powder. Diorshow Maximizer Lash Plumping Serum. Diorshow Iconic Overcurl Mascara - 090 Over Black. 

Tagged:
Dior