Quantcast
Ali en Treehouse, 2000, Fotografia di Cass Bird

la fotografa cass bird ci porta nella sua camera da letto

Emily Manning

La sua serie 'In Bed' unisce gioiosi ritratti e scatti privati di momenti che tutti abbiamo vissuto.

Ali en Treehouse, 2000, Fotografia di Cass Bird

Questo articolo è originariamente apparso su i-D UK ed è stato condensato per ragioni editoriali.

Quando telefono a Cass Bird per parlare di letti sono sdraiata sul mio. Accanto a me ci sono una miriade di riviste e un poster di Quentin Blake. Cass mi mette in attesa per andare a chiamare la moglie Ali e farla partecipare all'intervista, nella breve pausa rifletto sul fatto che, forse, le nostre camere da letto sono i nostri ritratti definitivi. Sono mausolei di chi siamo davvero, e insieme laboratori dove sperimentare chi vogliamo essere. Nella serie In Bed Cass Bird ci apre le porte della sua.

La contributor di i-D l'ha presentata in una mostra personale al Red Hook Labs, durante la quale sono stati esposti scatti dall'archivio decennale della fotografa e intime immagini della camera da letto che condivide con Ali a Brooklyn.

'Twins' (2005), Fotografia di Cass Bird

Molte delle immagini di In Bed ritraggono (sì, avete indovinato) letti. Ma la fotografa ci tiene a sottolineare che il titolo non è completamente letterale, né si concentra sul sesso. "Pensate al tempo che passate nel vostro letto senza che ci sia alcunché di sessuale. Ecco, è decisamente, infinitamente, più di quello che ci passate quando fate l'amore," fa riflettere lei. "Il 95 percento del tempo che passiamo a letto, siamo soli in compagnia dei nostri pensieri, del nostro corpo, della tua famiglia. Sei al telefono, parli con le persone a cui vuoi bene. È il luogo da cui entriamo in contatto con il resto del mondo."

Ed è proprio l'idea di connessione il fil rouge che unisce i diversi scatti della serie, tra gioiosi ritratti e scatti privati di momenti che tutti abbiamo vissuto. Entrambi i tipi di opere trasmettono sensazioni di vicinanza, sicurezza e comodità. Secondo Ali, sono simbiotici.

"L'idea di esporre qualcosa di personale in ambito professionale è qualcosa che fai continuamente, perché tocchi i tuoi soggetti nell'intimità," dice la moglie a Cass. E tra i soggetti c'è spesso proprio Ali stessa, i due figli della coppia, Leo e Mae, e modelle come Daria Werbowy, che Cass fotografa ciclicamente da oltre dieci anni. "È quasi come se la tua abilità fosse proprio quella di usare il professionale anche tra le pareti di casa," conclude Ali.

'Self Portrait with Mae' (2014), Fotografia di Cass Bird
'Heather in Yellow' (2015), Fotografia di Cass Bird
'Rianne & Heels' (2016), Fotografia di Cass Bird