i-D Premiere: La musica di Godblesscomputers ti trasporta nella (tua) isola che non c'è

Vi presentiamo in anteprima il videoclip di "Fire in the Jungle", una magica e inaspettata connessione tra Godblesscomputers e la danzatrice contemporanea Sofia Seta.

di Benedetta Pini
|
08 febbraio 2021, 5:00am

A volte, su internet, succedono anche delle belle cose. Può bastare anche un solo messaggio per dare vita a connessioni creative dagli esiti inaspettati e dirompenti. È proprio così che è nato il videoclip di Fire in the Jungle, il brano di Godblesscomputers che torna in vita a distanza di due mesi dall’uscita dell’album di cui fa parte, The Island, ma in una veste completamente nuova e inattesa, anche per l’artista stesso.

“Nato da una jam in studio insieme a Giulio Abatangelo, mio caro amico e prezioso collaboratore, Fire in the Jungle è un brano che ho scritto quasi due anni e mezzo fa. Era un momento della mia vita completamente diverso. In quel periodo ero in tour con il precedente disco e scrivevo musica nei ritagli di tempo, tra un ritorno a casa e la partenza successiva. È strano pensare a come siano cambiate le cose da allora. Ho dei bellissimi ricordi di quel periodo e il brano ne è una perfetta fotografia.” Godblesscomputers

Moniker di un progetto musicale ispirato a ritmiche e stilemi della black music, Godblesscomputer fa incontrare hip hop, dub e soul in un’alternanza di texture organiche, silenzi e pathos. Questa convivenza di rap tagliente e suoni urbani, ammorbiditi dalle suggestioni di un sofferto rhytm & blues, si declina nell’ambiente elettronico più d’avanguardia, che ha portato Godblesscomputers dritto dritto su palchi del calibro di Club 2 Club di Torino o Robot Festival di Bologna.

Più che un musicista in senso tradizionale, Lorenzo Nada, la mente e la sensibilità dietro al progetto, è infatti un collezionista di suoni e stimoli: li scova, esplora, cataloga e seziona per ricomporli in una sintesi personale, inedita e curiosa, con una mentalità sempre aperta al nuovo.

“Un giorno, ho ricevuto un video girato con il telefono in cui una danzatrice ballava sulle note di una mia canzone. Le ho subito scritto per farle i complimenti, ed è iniziato un intenso scambio di messaggi,” ci dice Lorenzo raccontandoci la nascita della collaborazione con Sofia Seta, danzatrice contemporanea e di hip hop nata a Buenos Aires e basata a Berlino, la città a cui Lorenzo è rimasto profondamente legato dopo averci vissuto per anni. Ed ecco la connessione che fa scattare la scintilla.

“Il rapporto tra improvvisazione e musica ha sempre catturato la mia attenzione, sopratutto negli ultimi anni. Credo che la musica permetta di entrare in un mondo immaginario, dando una struttura ritmica alla danza e il movimento, è una potente fonte di stimolo nel processo decisionale nell'improvvisazione,” ci spiega Sofia.

E quando la musica di Godblesscomputers ha incontrato la sua sensibilità artistica, Sofia ha contattato il regista Dico Baskoro decisa a realizzare un videoclip: “Si è interessato subito al progetto, e abbiamo girato interamente a casa mia, dove mi muovevo tra la mia stanza, il balcone e il soggiorno cogliendo i ritmi intensi della canzone, interagendo in modo insolito con i luoghi del mio spazio fisico.”

Basta guardarlo per capire immediatamente perché Lorenzo, non appena ha ricevuto il video, abbia detto semplicemente: “Wow, è perfetto.”

Crediti

Testo di Benedetta Pini

Tagged:
Godblesscomputers
videoclip
Nuova musica
musica elettronica
i-d premiere
news di musica
talenti emergenti