The VICEChannels

      musica Isabelle Hellyer 19 aprile 2017

      le migliori canzoni di lana del rey che non avete mai ascoltato

      Prima di Lana Del Rey era May Jailer

      12 anni fa, una Lana Del Rey ventenne ha preso una chitarra, imparato quattro accordi e affittato uno studio di registrazione. All'epoca non era ancora Lana Del Rey, era May Jailer e ha registrato due EP, Young Like Me e From the End, e un LP chiamato Sirens. Nessuno degli album è mai stato ufficialmente pubblicato, ma questo non vuol dire che Lana — ops, May — abbia rinunciato al suo sogno. Nel 2007 ha infatti registrato una demo dal titolo No Kung Fu, nella speranza di trovare un produttore per il suo primo album in studio. E ci è riuscita, firmando con David Kahne, produttore che aveva collaborato con gli Strokes e i New Order. Aveva un nuovo pseudonimo musicale, Lizzy Grant, ed era riuscita a trovare chi avrebbe prodotto il suo primo CD — no, non quello che l'ha resa famosa.

      Insieme, David e Lena hanno registrato l'EP Kill Kill e il suo quasi-omonimo-ma-non-proprio LP del 2010 Lana Del Ray A.K.A. Lizzy Grant (che ha poi modificato nel ben più celebre Del Rey), riuscendo ad attirare l'attenzione della stampa locale; un articolo dell'Huffington Post ne applaudiva i suoni, definiti "volutamente anti-genere," visione valida tutt'ora per la sua musica. L'anno successivo ha firmato con Interscope e Polydor, e il resto è ormai storia.

      Complessivamente, online si trovano circa 200 canzoni di Lana Del Rey che non sono mai state ufficialmente pubblicate, dai brani di May Jailer alle registrazioni in sala prove escluse dagli album, tanto che il materiale 'non ufficiale' è più vasto della sua discografia ufficiale. Per chi pensa che Lana sia una cantante che non sa uscire dal seminato, la diversità stilistica di questi brani è una prova dell'esatto contrario — ci sono esperimenti hip-hop come St Tropez o Live or Die, e brani dalle chiare influenze EDM come Ride Or Die. E in ogni caso, non importa sotto quale pseudonimo siano state registrate o a quale genere appartengano, queste canzoni sono l'espressione della Lana che tutti noi conosciamo. Nella sua anima c'è sempre stata la stessa idea visionaria, solo che ora può concretizzarla davanti a un pubblico internazionale.

      Come ha detto a Pitchfork nel 2011, "canto a Brooklyn da quando ho 17 anni e nessuno nell'industria musicale se n'è mai interessato. Da allora, non sono cambiata. Eppure sembra che tutto sia cambiato." La scorsa settimana, Lana ha condiviso con i suoi adoranti fan il teaser del suo quinto album, Lust for Life; siamo sicuri anche questa fatica musicale occuperà il primo posto delle classifiche internazionali per diverso tempo, ma oggi vogliamo celebrare i brani che non sono mai arrivati in classifica, anche se se lo sarebbero meritato.

      Bird of a Feather, 2005
      Nel periodo May Jailer, i temi di cui Lana cantava erano gli stessi di oggi — dipendenze, amore e delusioni sentimentali — ma i suoi testi non erano ancora zeppi di riferimenti a tramonti, strade di Hollywood e il Chateau Marmont. Birds of a Feather è la traccia finale di Sirens, ed è da notare lo spiccato uso dell'auto-tune in puro stile Believe di Cher, qualcosa che Lana non ha mai più tentato in futuro. Ma scrivere canzoni d'amore e serenate alle figure che hanno cambiato la sua vita? Questo è quello che ha continuato a fare e sui cui ha costruito un'intera carriera.

      Jimmy Gnecco, 2007
      Questa ode all'omonimo vero musicista americano (e, si dice, ex di Lana) fa parte della demo del 2007 No Kung Fu. È una bellissima e rara vetrina di suoni veloci grazie a una voce modulata in ansimanti e crescenti acuti. Oggi Lana tende a preferire ballate più lente, dai ritmi meno incalzanti, ma sa eccellere anche nelle veloci battute di Jimmy Gnecco.

      Get Drunk, 2007
      Altro brano tratto da No Kung Fu, Get Drunk vede Lana interpretare il ruolo della donna in cerca di vendetta, non quella che sta morendo di mal d'amore che i suoi detrattori spesso dipingono. Come gran parte delle canzoni presenti in No Kung Fu, Get Drunk è spontanea, non c'è la ricercatezza vocale che caratterizza Born to Die. E così, la frase "ti piaccio ancora?" diventa ancora più crudele. Non è bello vedere Lana diventare cattiva?

      Yayo, 2007 
      Lana ha pubblicato diverse versioni di Yayo in quattro produzioni, ma la nostra preferita è questa performance live in cui la sua voce brilla di luce propria (un must-watch per chi crede che non sia poi così brava dal vivo). È vibrante, emozionante e in un certo senso country — ricorda Twiggy durante la sua carriera come cantante. Forse non è la canzone migliore che abbia mai scritto, ma è una delle più emotive.

      Disco, 2007 
      Disco è una delle tracce mai pubblicate di Lana più divine e mature, offrendoci uno scorcio di come avrebbe potuto evolversi la sua carriera se non avesse abbandonato la chitarra: una potenziale star del folk americano — invece ha deciso di lavorare sodo per diventare una pop star mondiale.

      Kill Kill, 2007
      Inserire Kill Kill in questa lista non è precisamente corretto, perché questa è la prima traccia di Lana Del Ray A.K.A. Lizzy Grant, il suo primo album in studio, ma era troppo inusuale e meravigliosa per non essere menzionata. C'è quell'apertura minacciosa, cupa che lascia lo spazio a vibrazioni più tropicali, e Lana è esattamente questo: spaziare tra diversi generi musicali in un'unica canzone.

      Put Me In A Movie, 2007
      In tipico stile Lana, anche questo brano ha diverse versioni. C'è quella acustica di No Kung Fu e quella più ricca di strumenti contenuta in Lana Del Ray A.K.A. Lizzy Grant. Un buon esempio di referenze incrociate che la cantante tende a inserire nei suoi testi: "Lights, Camera, Action" è presente anche in Heavy Hitter e High By the Beach, tra le altre.

      Heavy Hitter, 2009 
      Lana ha passato gran parte del 2009 tra vari studi di registrazione di New York alla ricerca di un produttore che sapesse apprezzare il suo stile così personale. Dal punto di vista testuale, Heavy Hitter — collaborazione con il produttore hip-hop Blockhead — è un classico di Lana. E se Blockhead non era così soddisfatto del risultato finale, rispettava comunque Lana come artista, anche dopo la sua debacle al Saturday Night Live.

      Maha Maha, 2009 
      i
      l produttore newyorkese Princess Superstar sostiene che i due abbiano collaborato nel 2009, e se Maha Maha non è la classica traccia mai pubblicata di Lana rimane comunque un'ottima dimostrazione della sua versatilità artistica. Invece di usare suoni dark e noire dagli echi jazz, Lana ha inaspettatamente scelto di costruire il brano attorno a una campionatura in stile Bollywood che funziona alla grande.

      Raise Me Up (Mississippi South), 2010 
      In Raise Me Up, Lana regala ai suoi fan una delle performance più punk della sua carriera — se punk è l'aggettivo giusto. Raramente la si sente urlare, ed è per questo che il brano ha catturato la nostra attenzione. È poi stato pubblicato ufficialmente all'interno del suo album di debutto, Lana Del Ray, ma abbiamo comunque deciso di includerlo in questa lista.

      Kinda Outta Luck, 201
      Lana ha pubblicato questo brano sul suo canale YouTube nello stesso periodo di Video Games corredato da video musicale fatto in casa. Ha fatto parlare di sé all'epoca, ma con Video Games come hit internazionale, Kinda Outta Luck non ha avuto tutto il successo che merita. Assomiglia molto a Chick Habit, e anche qui si parla di un padre che fa una brutta fine. Ironico, o no? 

      You Can Be The Boss, 2010 
      Proprio come Kinda Outta Luck, anche You Can Be The Boss è stata una delle canzoni con cui Lana ha fatto il suo debutto su YouTube nel 2010 prima di entrare nel panorama musicale internazionale l'anno successivo. Si dice che questa traccia fosse nella shortlist per Born to Die, e capiamo il perché: è un condensato di tutti i temi che hanno reso quell'album così controverso. Infine, è anche un brano che Lana ancora apprezza molto, suonandolo anche durante il suo Endless Summer Tour.

      Crediti

      Testo Isabelle Hellyer

      Fotografia Chuck Grant via Wikia

      Connettiti al mondo di i-D! Seguici su Facebook, Twitter e Instagram.

      Tematiche:musica, lana del rey, may jailer, youtube, canzoni lana del rey poco conosciute

      comments powered by Disqus

      Oggi su i-D

      Altro

      featured on i-D

      Consigliati