celine by hedi slimane: cinque cose da sapere assolutamente

Le anticipazioni sulla nuova direzione intrapresa da Celine con l'arrivo di Slimane si fanno sempre più consistenti. Meglio mettere ordine.

|
set 3 2018, 10:23am

Tra poche settimane l'attesa terminerà: alla Settimana della Moda di Parigi potremo finalmente ammirare la prima collezione firmata Celine by Hedi Slimane, che come annunciato a gennaio è il nuovo direttore creativo, di immagine e artistico della maison. Da qualche giorno, però, le anticipazioni sulla nuova direzione del brand si sono fatte sempre più consistenti, così abbiamo deciso di raccogliere le news uscite finora in cinque agili punti. Almeno non ci si perde nulla, no?

Il logo è cambiato

Non più Céline, ma Celine. Per la gioia di tutti i non francofoni di nascita che si trovano spaesati di fronte a quegli accenti acuti, grevi, alle cediglie e a tutti gli altri misteri ortografici di questa lingua, dal nome del brand è stato eliminato l'accento sulla seconda lettera. Come dichiarato da Celine stesso (in un post scritto tutto in caps lock, chissà che il futuro non ci riserverà una collab con MYSS KETA) su Instagram, "il nuovo logo è ispirato alla versione originale degli anni '60 [...] per creare proporzioni più semplici e armoniose, ricordando le collezioni Celine degli anni '60, quando l'accento veniva usato di rado."

Il debutto è firmato Lady Gaga

Prima per gli arrondissement di Parigi, poi a Venezia, dove si trova per la 75esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia per il debutto di A Star Is Born (definito da alcuni "il migliori film di sempre"), Lady Gaga si è presentata tra bistrot, canali e gondole sfoggiando con nonchalance la prima creazione in assoluto firmata Celine by Hedi Slimane. Si tratta di una borsa in pelle nera da portare al braccio, con dettagli in oro e linee morbide. Il primo avvistamento è stato all'interno del Louvre, davanti alla Mona Lisa. Insieme al nuovo accessorio, Lady Gaga indossava un cappotto d'archivio Azzedine Alaïa (dell'autunno/inverno 1991), quasi a suggerire che l'epoca di Celine by Hedi Slimane sarà contrassegnata da una solida compresenza di elementi nuovi e vintage.

Slimane ha la benedizione di LVMH

Bernard Arnault, Presidente e Chief Executive del gruppo LVMH di cui fa parte Celine, ha dichiarato a gennaio di essere "particolarmente felice alla notizia che Hedi tornerà a far parte di LVMH e prenderà in mano le redini della maison Celine." Aggiungendo poi che si tratta di "uno dei designer più talentuosi del nostro tempo. Il suo arrivo in Celine non fa che confermare le grandi ambizioni che LVMH ha in serbo per questo brand." Considerato che nei primi tre anni di Slimane in casa Saint Laurent i profitti della maison sono più che raddoppiati, continuando poi a crescere a un ritmo vertiginoso negli anni successivi, abbiamo come la sensazione che il board di LVMH si aspetti grandi cose dal designer.

Ci sono somiglianze con il debutto in Saint Laurent

In gergo tecnico si chiama rebranding, o in italiano "processo di rivitalizzazione del marchio", e consiste nel mettere in atto una serie di operazioni di marketing finalizzate al cambiamento dell’immagine aziendale. Hedi Slimane conosce bene questo termine, perché nel 2012 ha attuato questo meccanismo in casa Saint Laurent, cambiando nome e logo della maison precedentemente conosciuta come Yves Saint Laurent e rivoluzionando la percezione generale del brand da parte del pubblico. Inoltre, dall'account Instagram di Celine sono stati cancellati tutti i precedenti post dell'era Phoebe Philo, proprio come accaduto sei anni fa al profilo Saint Laurent. I due indizi suggeriscono una cosa sola: la direzione di Slimane non sarà all'insegna della celebrazione del passato, ma più probabilmente un'unione di elementi di rottura e novità all'interno del forte heritage Celine.

Ci sarà una linea uomo, una couture e una di profumi

Dal punto di vista professionale, Hedi Slimane si è formato in casa Dior Homme. Anche dopo il trasferimento in Saint Laurent ha continuato a disegnare silhouette maschili e ha quindi perfettamente senso che il suo arrivo in Celine segni la nascita di una linea uomo del brand, finora limitatosi all'abbigliamento donna (nonostante le linee pulite e a tratti maschili di molti capi firmati Phoebe Philo). A questo si aggiungerà una collezione Haute Couture—sfida questa non indifferente dal punto di vista non solo creativo, ma anche produttivo—e una serie di profumi. Non un compito leggero, ma chi, se non Hedi Slimane potrà portarlo a termine con successo?

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Noto per la sua riservatezza, Hedi Slimane rilascia raramente interviste. Una delle ultime risale al 2013, ed è sorprendente quanto ancora attuale sia: