Pubblicità

sogni e miraggi: paolo gonzato entra in marsèlleria

Vi raccontiamo l'ultima collaborazione tra Marsèll e Paolo Gonzato e la magica performance con Veronica Sogni e Marianne Mirage.

di Eloisa Reverie Vezzosi
|
09 ottobre 2015, 1:00pm

I sogni, i miraggi e l'arte sono universi che ci portano spesso lontano dalla realtà. Siamo uomini alla ricerca di non luoghi, cacciatori di utopie ma con i piedi ben piantati per terra. Questo nostro bisogno onirico è stato appagato la sera dell'8 ottobre in Via Privata Rezia a Milano. SOGNI E MIRAGGI infatti è il titolo della performance artistica realizzata dall'artista Paolo Gonzato in occasione della presentazione della sua capsule per Marsèll. SOGNI E MIRAGGI è "un'azione circolare che crea una tensione malinconica tra gli atti di riflettersi, ascoltare, desiderare." Sogni è Veronica Sogni, modella, performer dalla meravigliosa voce e affezionata amica di i-D, e Miraggi è Marianne Mirage, giovane artista, cantante e autrice eccezionale.

Sotto la luce soffusa di una scritta al neon color rosa intenso riportante il titolo e di una serie di candele consumate, la nostra Veronica si è svelata senza rivelarsi. Muovendosi delicatamente quasi al centro della sala in un cerchio di legno e cera è rimasta imprigionata rivolgendo agli spettatori la sua maschera da geisha e le sue scarpe "carnevalesche" (secondo definizione dello stesso artista). Due stanze laterali ospitavano la collezione per Marsèll GOMME mentre in sottofondo "CLEAN THE DUST" è il pezzo inedito scritto e cantato da Marianne solo ed esclusivamente per la performance, non sarà mai più replicato e replicabile.

"Questo mio lavoro - afferma Paolo Gonzato - vuole raccontare la malinconia senza essere patetico. Veronica e Marianne si trovano dentro un disco celebrativo e l'una tende al sogno dell'altra. Il rapporto tra le due giovani è un costante gioco di riflessioni: la prima canta e sogna di fare questo nella vita, l'altra ha un disco in pubblicazione ed è questo ciò che desidera. Sono i loro sogni e il percorso che le lega è il tratto che mi interessa. Veronica è la geisha come dimostra la sua maschera, rappresenta quindi l'arte (secondo la stretta traduzione del termine giapponese) e non soltanto in senso stretto ma in tutte le sue forme. Tutte le mie opere sono una dimostrazione di questo mio bisogno di non fermarsi all'arte puramente intesa."

SOGNI E MIRAGGI è un cerchio, chiude un percorso fatto di 10 anni di vita, miraggi e arte. Ed è condivisione di vita stessa tra l'artista, la sua stessa opera e i suoi spettatori.

E per te Veronica, far parte di questo progetto cosa ha significato?
"Per me è stato appunto onirico. Mi sono totalmente estraniata e ho cercato di diventare un personaggio, diverso dalla mia solita me."

E dopo aver ringraziato Paolo, restiamo in trepidante attesa di nuovi miraggi.

Crediti


Testo Eloisa Reverie Vezzosi