adele sceglie xavier dolan per un ritorno solenne e poetico

Analizziamo il nuovo video della cantante.

di Colin Crummy
|
26 ottobre 2015, 12:05pm

La decisione di Adele di lavorare con Xavier Dolan per il suo nuovo video Hello è geniale. Basta dire che a 26 anni Xavier potrebbe essere considerato il giovane talento più interessante nel mondo del cinema d'autore. Inoltre nei suoi lavori troviamo idee universali come quelle di Adele.

In Hello, il nuovo video per la prima canzone di Adele dopo quattro anni di silenzio, la cantante ripercorre i sentieri della sua vita. Ritorna in quella casa polverosa dove riaffiorano le memorie di un vecchio amore e varie telefonate vanno perse. O peggio, risponde e la chiamata finisce in un lampo. È il classico repertorio da canzone pop struggente, proprio come Hello, che in modo molto semplice rievoca il passato. Ma Dolan dà ad Adele una solennità - rispecchiata nella tristezza regale che pervade la canzone - portando l'apparente essenzialità a un livello più alto.

In Hello ci sono molti momenti che rispecchiano lo stile di Dolan. L'autunno è un turbine confuso, le emozioni sono percepibili nell'aria, i capelli sono mossi dal vento. Ma è l'intimità la chiave di tutto: quella singola lacrima negli occhi di Adele e il vecchio cellulare Motorola che non prende (è da notare come il regista riesca ad esprimere questa qualità anche grazie alla mancanza di ordine degli oggetti).

È stata una scelta molto astuta quella di lavorare con Dolan. "È stato un privilegio dirigere il video di questa canzone di Adele, bellissima e struggente. Quando l'ho sentita la prima volta tutte le immagini mi apparivano nitide nella mente - e la sua fiducia e generosità mi ha permesso libertà di azione nella creazione del video." ha detto Dolan riguardo alla collaborazione.

In altre parole, ce l'ha fatta. Ha capito perché Adele ha una risonanza universale. Il lavoro di Dolan è quasi sempre stato trasgressivo ed eccentrico, ma costantemente radicato nell'esperienza di vita dei suoi personaggi. La scelta della musica riflette questo aspetto. Recentemente ha vinto il premio della giuria a Cannes grazie ad un CD misto con canzoni di Dido, Oasis e Celine Dion.

In Mommy, il problematico teenager Steve fa skateboard nelle strade di periferia con Wonderwall degli Oasis che lo guida insieme alle sue grandi cuffie bianche. Come se fosse appena uscito dalla sua vita e fosse entrato in un video musicale, un momento che offre spensieratezza e libertà.

Il video è ripreso in pellicola in rapporto 1:1, che sullo schermo gli conferisce una forma quasi da scatola, dandoci l'impressione di entrare in una scena privata. Steve - immaginando di essere nel suo personale video musicale, spezza il confine tra realtà e finzione, allontana letteralmente l'inquadratura e trasforma il filmato in puro cinema.

Dolan è un giovane maestro che mette sullo schermo gli aspetti della vita più intensi e personali. Il suo precedente lavoro Laurence Anyways, parla del cambio di sesso di un insegnante del college; il dramma di tutto questo è combinato alla decisione della fidanzata di rompere la loro relazione. Ecco ancora che i personaggi di Dolan trovano la possibilità di espressione o fuga in un perfetto binomio di suono e visione. La fidanzata, Fred, entra in una sala da ballo di fantasia, tenuta a galla da Fade to Grey dei Visage. Lei e Laurence si trovano in nuovo mondo dal cielo blu, a ritmo di New Error dei Moderat, mentre dal cielo piovono vestiti.

Questi momenti fanno si servono della musica per esprimere quello che i personaggi non riescono, proprio come nella vita noi usiamo la musica per esprimere le nostre esperienze. Un'altra scena da Mommy è quella in cui uno dei suoi momenti più intimi. In una cucina di periferia Steve attacca On Ne Change Pas di Celine Dion e trascina sua madre e Kyla, la vicina della porta accanto, in una danza. Quando le parole e la musica si connettono è un momento di pura alchimia. Steve è la star vestita di nero e con l'eyeliner sugli occhi, che dà tutto il suo cuore a Celine, ma in realtà sono le due donne che trovano se stesse nella musica. Kyla è esitante e timida, ma per un momento riesce a lasciarsi andare.

Il lasciarsi andare è qualcosa che Dolan fa invece per lavoro. Parlando della sua regia per Hello ha detto: 'Adele mi ha permesso di tuffarmi in questo turbine e di abbandonarmi artisticamente e emozionalmente, come fa sempre lei.'

Il risultato è un video bellissimo per una grande stella del pop.

Crediti


Testo Colin Crummy

Tagged:
video
adele
hello
Xavier Dolan