Arriva a Milano la nuova mostra di Anna Franceschini

Si chiama "Did you know you have a broken glass in the window?" e rielabora un tema caro all'artista, cioè la vetrina in quanto display artistico.

di Alina Cortese
|
03 febbraio 2020, 2:27pm

Artista nata nel 1979 a Pavia, Anna Franceschini studia e si specializza nell’utilizzo dei media e, dal 2004, viaggia per il mondo grazie alle sue installazioni e performance, ma soprattutto grazie ai suoi film. Did you know you have a broken glass in the window? unisce questi due mondi, andando a creare uno spazio dove artista e pubblico possono esplorare il rapporto tra opera cinematografica e display, che diventano come una vetrina tra l’oggetto esposto e lo spettatore.

Proprio la vetrina è anche protagonista del titolo, tratto dall’allestimento realizzato da Gene Moore per Tiffany nel 1984. Un bicchiere - volutamente - rotto nell’installazione avrebbe, infatti, portato un cliente a porre la domanda: “Did you know you have a broken glass in the window?”

Ma lo sa che c'è un vetro rotto nella vetrina?

Anna Franceschini mostra milano

Le teche del visionario designer americano sono le protagoniste del nuovo film realizzato da Anna Franceschini, reinterpretate attraverso l’occhio e l’estetica ormai riconoscibile dell’artista. Immagini fotografiche e in movimento, in unione a espositori da vetrina e props di scena, creano una realtà concentrata sul mostrare e sull'esibire, non lontana da quella in cui viviamo tutti i giorni, on e offline.

Sei fotografie inedite concludono la mostra. L’estrema accuratezza nella tecnica di Anna Franceschini trasforma gli oggetti delle vetrine ritratti nelle immagini in sculture meticolosamente posizionate in scenografie teatrali, come fossero nature morte post-materialiste.

L’ambiente che ospita le opere è come una bolla senza tempo e senza spazio, un mondo a sé in cui lo spettatore e gli oggetti esposti comunicano: una vetrina che diventa specchio del desiderio di possesso dell’uomo contemporaneo.

Anna Franceschini porta, dunque, sotto i riflettori un altro elemento chiave della nostra società, se attraverso i tre film della serie CARTABURRO indagava sullo sguardo e sulle sue implicazioni emotive ed erotiche ispirandosi al lavoro dell’artista Carlo Mollino, in Did you know you have a broken glass in the window? il rapporto tra essere umano e oggetto diventa la chiave di lettura dell’importanza dello sguardo. L’artista non si pone come giudice del materialismo intrinseco della società, ma, anzi, crea un luogo sicuro in cui lo spettatore può immergersi nelle opere, indagando nel profondo il significato personale degli oggetti rappresentati.

La mostra è visitabile a Milano presso Vistamarestudio dal 4 febbraio 2020 al 21 marzo 2020. Per tutte le informazioni consultare il sito.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Tagged:
arte
milano
mostre d'arte
Anna Franceschini
Did you know you have a broken glass in the window?