9 film che abbiamo amato quest'anno, semplicemente

Divisi per piattaforma su cui (ri)vederli.

di Benedetta Pini
|
18 dicembre 2020, 2:31pm

Best of 2020: un nome una garanzia. Dalla musica alla moda, passando per cinema e cultura, in questa rubrica di fine anno vogliamo ripercorrere i momenti e i personaggi più interessanti del 2020, l’anno più strano della storia.


Quest’anno è stato una tragedia per il settore culturale, incluso quello cinematografico. Dalla produzione alla distribuzione, la filiera è andata completamente in tilt. Risultato: sono usciti pochi film e ne sono stati prodotti ancora meno. Abbiamo già riflettuto sulle conseguenze di questa crisi, che ha costretto un settore stagnante a riflettere sulle proprie dinamiche interne.

Quello che ci ha davvero fatto capire il 2020 è che non ci sarà più spazio per la quantità indiscriminata e votata alla mediocrità. Lo spazio sarà sempre meno e sarà la qualità a determinare chi se lo prenderà. Per questo, abbiamo selezionato 10 film usciti (in Italia!) nel 2020 sulle diverse piattaforme disponibili, cioè tra cinema, streaming, eventi speciali online e chi più ne ha più ne metta.

Molti hanno raccolto pareri discordanti, ma l'esperienza dovrebbe ormai averci insegnato che sono proprio questi i prodotti culturali di cui vale davvero la pena parlare, discutere e persino litigare. Quelli che ti ricordano quanto sia bello e importante mettersi sempre, costantemente in discussione.

In ordine di preferenza, ecco 10 film che abbiamo amato quest’anno

1) “Ema”, Pablo Larraín

Estetica da videoclip, street attitude e cultura pop. Tutto questo è Ema ed è anche Ema, la sua protagonista, il simbolo di una generazione che sta sperimentando nuove forme espressive, modalità relazionali e dinamiche sociali. Ecco perché Ema a molte persone non è piaciuto: è una celebrazione della libertà assoluta nel gestire il proprio corpo e le proprie relazioni, autodeterminandosi nel mondo con una potenza inarrestabile.

Manifesto di una femminilità fluida, di un'erotismo che stravolge la sessualità binaria e straborda da ogni sterile tentativo di arginarla entro schemi precostituiti, Ema è abusiva, al limite del tossico come tante mascolinità mostrate in passato dal cinema. Ema è una donna che spaventa/attrae gli uomini, cattura/respinge le donne. Un'emancipazione da cui abbiamo molto da imparare.

Dove guardarlo in streaming?

Ormai, tempo scaduto. Durante l’estate Ema è stato disponibile per sole 24 ore su MUBI e per un unico appuntamento online su MioCinema. Vi consigliamo di continuare a tenere d’occhio queste piattaforme, e pure CHILI, perché potrebbe risaltare fuori nel prossimo futuro.

2) “Storia di un fantasma”, David Lowery

La dimostrazione che per girare un film d'impatto non servono grossi budget: ciò che conta è l'idea e la capacità di trasformarla in una sceneggiatura che sappia arrivare al cuore e/o alla mente degli spettatori.

Con un lenzuolo bianco, un paio di location, una manciata di attori e silenzi assordanti, A Ghost Story è il film della quarantena, e quindi del 2020: amore, morte, trauma, dolore, perdita e solitudine.

Dove guardarlo in streaming?

Storia di un fantastma era su Netflix, e ve lo consigliavamo già qualche mese fa, ma è stato tolto dal catalogo. Ora puoi acquistarlo o noleggiarlo su Amazon Prime Video, YouTube o Google Play. Ne vale la pena.

3) “Apples”, Christos Nikou

Siamo nel pieno di una pandemia globale, ma non è il Covid-19. Il virus di Apple causa un’improvvisa amnesia. Per aiutare i pazienti senza ricordi a ricominciare da capo, vengono sviluppati dei programmi di recupero che dovrebbero supportarli nella costruzione di una nuova vita.

Vita che, in questo scenario distopico, significa eseguire compiti che vengono impartiti quotidianamente tramite audiocassette. Film alienante e ansiogeno, Mele è una riflessione sui meccanismi della memoria, delle emozioni, dei traumi e del nostro rapporto col passato.

Dove guardarlo in streaming?

Apples è disponibile su MUBI.

4) “The Lighthouse”, Robert Eggers

Ogni tanto arriva un film così potente da entrare immediatamente nel Pantheon dei classici del genere. The Lighthouse è uno di questi. L'ultimo film del regista di The Witch è un agghiacciante horror psicologico che pesca a piene mani dai canoni tradizionali del genere, rivisitandoli con un taglio unico e originale.

Il film dimostra tutto il suo potenziale già a partire dalla trama. Il guardiano di un faro e il suo nuovo assistente, interpretati rispettivamente da Willem Dafoe e Robert Pattinson, arrivano su una tempestosa costa di rocce del New England nel XIX secolo. È lì che trascorrono insieme la stagione più rigida e ventosa dell'anno, entrando in un loop di psicosi e deliri.

Dove guardarlo in streaming?

The Lighthouse è disponibile su CHILI.

5) “La ragazza d’autunno”, Kantemir Balagov

Un film che fa male, malissimo. Leningrado, dopo la fine della seconda guerra mondiale, è una città distrutta, abitata da corpi senz'anima, da simulacri di persone che non ci sono più, da occhi svuotati di ogni energia vitale che vagano senza meta nella disperata ricerca di una ragione per andare avanti. Una guerra che il giovanissimo regista russo (classe 1991!) decide di non mostrare mai, per concentrarsi esclusivamente sugli esseri umani che ne subiscono le conseguenze e si sono arresi, rinunciando persino a reagire.

La storia è quella di due donne che si incontrano al fronte, in un contesto così disperato che le forza a stringere un rapporto simbiotico senza capirne realmente il motivo, forse per colmare un vuoto ormai irrecuperabile. Una relazione malsana fatta di sguardi, gesti, corpi e mai verbalizzata, che oscilla tra l'ingenua tenerezza e la spietata freddezza, fondato su un'intimità violenta e abusiva che però non possiamo fare a meno di comprendere.

Dove guardarlo in streaming?

La ragazza d’autunno è disponibile su Amazon Prime Video. In alternativa puoi acquistarlo o noleggiarlo su YouTube o Google Play.

6) Le sorelle Macaluso, Emma Dante

Maria, Pinuccia, Lia, Katia e Antonella, dalla più piccola alla più grande, sono le sorelle Macaluso, cresciute senza genitori in un appartamento all'ultimo piano di un palazzo della periferia di Palermo. Una casa buia, malandata e che sta sempre più stretta, eppure rassicurante, sempre aperta ad accoglierle tutte, in qualsiasi momento e in qualsiasi stato, senza chiedere mai spiegazioni.

Le sorelle Macaluso è un film senza trama, la cui carica emotiva esonda dalla narrazione per avvinghiarsi alle viscere. È un film fatto di cinque storie, di volti, sguardi e gesti che fanno sobbalzare il cuore di gioia o lo straziano di dolore. Un film di sole donne, donne imperfette, autodeterminate, schiacciate e ostinate. Un film sullo spazio e sul tempo, e su come le emozioni ne modifichino i contorni e la percezione.⁣

Dove guardarlo in streaming?

Le sorelle Macaluso è disponibile per il noleggio su Google Play.

7) “Shakedown”, Leilah Weinraub

Documentario sperimentale di Leilah Weinraub presentato alla Berlinale del 2018 e distribuito ora da PornHub come primo contenuto non hard della piattaforma. Il film ripercorre la storia di uno strip club lesbico di Los Angeles posseduto e gestito da donne nere all’inizio dei 2000, intervistando il proprietario e le ex-ballerine, oltre a una costellazione di personaggi che hanno fatto esperienza di quel luogo.

Leilah Weinraub, regista ma anche artista concettuale e CEO di un brand di streetwear, cuce insieme 60 minuti di ricordi, testimonianze, video di repertorio, balli seducenti e interviste commoventi con uno sguardo completamente scevro da ogni giudizio.⁣⁣

Dove guardarlo in streaming?

Shakedown è disponibile su PornHub.

8) “Alice Junior”, Gil Baroni

Film rivelazione della Berlinale 2020 e fresco di tre premi all’ultimo Lovers Film Festival, racconta con leggerezza e ironia la storia di Alice Júnior, una studentessa transgender—interpretata dalla blogger e youtuber trans brasiliana Anne Celestino Mota—alla prese con le discriminazioni omofobiche della scuola in cui si è trasferita.

Abbiamo scoperto Alice Junior alla decima edizione del Divergenti Film Festival, insieme a un altro film che vogliamo consigliarvi: Allah Loves Equality. Documentario di denuncia del regista pakistano, italiano di adozione, e attivista dei diritti umani Wajahat Abbas Kazmi—che abbiamo intervistato qui—realizzato grazie a un crowdfunding e sostenuto dal patrocinio di Amnesty International, il film dà voce al mondo LGBTQ+ nella Repubblica islamica del Pakistan, uno dei paesi islamici più integralisti al mondo.

Dove guardarlo in streaming?

Al momento, purtroppo, Alice Junior non è disponibile nel catalogo italiano di Netflix. Tocca attendere pazientemente, sicuramente arriverà presto. Ma la buona notizia è che Allah Loves Equality lo puoi vedere su YouTube.

9) “Sto pensando di finirla qui”, Charlie Kaufman

Avete presente Synecdoche, New YorkSe mi lasci ti cancello? Dietro a entrambi c’era la mente geniale di Charlie Kaufman, nel primo come regista e sceneggiatore, nel secondo solo come sceneggiatore.

Dopo aver scritto, diretto e prodotto Anomalisa, un film d’animazione complesso e sofferente su un uomo affetto dalla Sindrome di Fregoli, si rimette sul set per Sto pensando di finirla qui, il comic-drama di una donna che va a conoscere i genitori del suo compagno in una fattoria sperduta nella neve e si rende conto di essere piena zeppa di dubbi, ma evidentemente non è così semplice uscirne.

Dove guardarlo in streaming?

Sto pensando di finirla qui è disponibile su Netflix.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Benedetta Pini
Immagine di copertina: still dal film Ema

Leggi anche:

Tagged:
Film
cinema
cosa guardare
migliori film 2020