Tutte le immagini courtesy di Gucci /

Max Siedentopf 

Gucci ha ufficialmente aperto la sua prima cartoleria

Ora puoi entrare anche tu nel nuovo regno incantato Gucci, fatto di scatole di carta stampata, matite colorate, taccuini volanti e fermacarte monogrammati.

di Osman Ahmed
|
09 settembre 2021, 8:55am

Tutte le immagini courtesy di Gucci /

Max Siedentopf 

Ah, il profumo della carta! L’emozione di quando compri quaderni, diari, penne e matite nuove per il ritorno a scuola a settembre. Esistono sensazioni migliori di queste? Che tu sia al tuo primo anno di università o stia tornando in ufficio dopo le vacanze estive, è impossibile resistere alla voglia di rinfrescare il proprio kit quotidiano con astucci, agende o, perché no, una semplice penna nuova. Bè, ora puoi comprare tutto questo (e molto altro) direttamente da Gucci. Il direttore creativo della maison fiorentina Alessandro Michele ha spinto il suo estro creativo anche nel reame delle matite ben temperate, infondendo in oggetti quotidiani come taccuini, penne e carta da lettera il proprio universo immaginifico. E giusto in tempo per l’inizio della scuola (e per la Milan Design Week)!

Il temporary store milanese chiamato Gucci Cartoleria diventa così il paradiso terrestre per tutti gli amanti dell’oggettistica, i quali hanno la possibilità di immergersi in un’atmosfera onirica e fiabesca, tra quaderni volanti, librerie infinite, scacchi che giocano da soli e un piccolo appartamento per topi scavato nel muro. Questo progetto segna la prima collezione ‘lifestyle’ del brand—anche se, parlando del mondo folle e bizzarro di Gucci, non è esattamente quello che ci si aspetterebbe dalla propria cartoleria locale.

Ma questo segna anche la continuazione di un trend che abbiamo visto ripetersi più e più volte nell’industria della moda, quello che vede sempre più brand inserirsi nel campo dell’oggettistica e del design del prodotto per dare forma alla propria interpretazione del concetto di lifestyle—si pensi solo ai surf di Chanel, ai preservativi Saint Laurent, alle posate Prada, ai portauova della Maison Margiela, e alle candele Loewe. Ora, Gucci ha messo la propria firma sulle penne e le matite, dando vita a una campagna surreale attraverso le immagini di Max Siedentopf.

Gucci Cartoleria fotografia di Max Siedentopf

“Quando ero bambino e andavo in cartoleria per comprare matite, penne e quaderni… la mia quotidianità si trasformata in un sogno,” racconta Alessandro Michele. “Erano oggetti precisi, ben fatti, artigianali e che, pur facendo parte della mia vita di tutti i giorni, erano in grado di sprigionare un'aura magica, misteriosa e meravigliosa.” Il direttore creativo racconta di aver immaginato la boutique milanese come una piccola camera delle meraviglie, una “Wunderkammer, come la grotta di Alì Babà” che potesse donare una dimensione fiabesca al più ordinario degli oggetti. “[È] una sorta di omaggio, un tributo che era giusto che io pagassi,” ha aggiunto. “Avrei potuto inserire questi oggetti nelle collezioni molto tempo fa, ma non erano strettamente legati all'abbigliamento o agli accessori. Per questo ho voluto costruire uno spazio stravagante dove potessero prendere vita, per restituire alla quotidianità quel senso di meraviglia che rende questi oggetti a me così cari.”

Dunque, cosa troviamo in questa collezione? I taccuini in tela stampata sono disponibili in una varietà di pattern (dal monogramma Gucci alle stampe a tema flora e fauna, persino con l’illustrazione di Paperino), e poi le scatole fatte a mano, matite, penne, fermacarte con cupole di vetro, ventagli con nappe per le giornate di caldo, astucci in pelle, e poi valigette per backgammon e set da poker e set da viaggio con mascherine per dormire, pantofole e cuscini. Il tutto fornito esclusivamente con la firma Gucci (una buona notizia per i logomaniaci) e gran parte dei materiali sono realizzati con il tessuto "Demetra™" della maison, sviluppato dai tecnici e dagli artigiani della maison e creato utilizzando lo stesso processo per la concia ma su materie prime derivate da fonti riciclate e vegetali.

Puoi visitare lo store di Via Manzoni 19 a Milano fino al 17 settembre. E se non sei a Milano, gli oggetti saranno disponibili sul sito del brand dal 10 settembre 2021.

Gucci Cartoleria fotografia di Max Siedentopf
Gucci Cartoleria fotografia di Max Siedentopf
Gucci Cartoleria fotografia di Max Siedentopf

Questo articolo è apparso originariamente su i-D UK.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Leggi anche:

Tagged:
Gucci
alessandro michele
milano design week