I cappelli sensuali, teatrali e surreali del brand Ilariusss

"La nostra professione fa parte di quelle pratiche che stanno diventando sempre più rare, e dunque sentiamo il dovere di farla conoscere, anche e soprattutto perché ha il potere di fermare il tempo e di far sorridere gli occhi."

di Giorgia Imbrenda
|
22 ottobre 2020, 9:51am

Rebel Label è la rubrica di i-D che incontra, intervista e qualche volta fotografa i brand emergenti (e non) in Italia. Oggi è il turno di Ilariusss, brand di cappelli fondato da due giovani ragazze, Ilaria Soncini e Gemma Vernò. Limitarsi a definire Ilariusss solo col termine “cappelli” sarebbe però riduttivo, perché il loro è un mondo caleidoscopico ricco di fantasia, influenzato dagli immaginari circensi e dalla moda editoriale.

La coppia di creative decide di entrare nel mondo dell’alta cappelleria nel 2016. Entrambe artigiane professioniste, per loro il fatto a mano e il Made in Italy sono l’essenza e la filosofia su cui basare la loro pratica, senza tuttavia venire meno alla ricerca nei design, sempre creativi, fuori dal comune e al limite del reale. Per la loro ultima collezione “Erotika”, hanno voluto celebrare la femminilità e la sensualità attraverso capi eleganti, drammatici e teatrali.

Intrigate dal loro immaginario, abbiamo deciso di intervistarle, per farci raccontare meglio della loro pratica e di come è nato questo progetto.

rebel-label-ilariusss

Ciao! Raccontatemi di voi: chi siete e da dove venite?
Ilaria: Ciao! Sono emiliana di origini e ho 36 anni. Ho studiato all’Accademia di Belle Arti Brera di Milano e poi mi sono trasferita a Berlino per lavorare nel mondo della cappelleria. Sei anni fa sono tornata a Milano, inserendomi nel mondo della moda e del teatro.

Gemma: Ciao! Vengo da Monza e ho 37 anni. Dopo aver studiato Moda a Milano ho passato alcuni anni a Londra per approfondire le mie conoscenze nell’ambito dei copricapi. Alla fine, ho deciso di tornare a Milano per lavorare nel settore del teatro.

Come definireste in tre parole il vostro brand?
Eclettico, ironico e sublime.

rebel-label-ilariusss

Com’è nato il vostro interesse per la moda?
Parte tutto dal teatro e dal mondo circense. Solo successivamente ci siamo avventurate nel settore della moda in senso stretto, e ci sta dando molte soddisfazioni. La nostra predisposizione creativa ci ha aiutato a entrare in questa realtà e consolidare il nostro percorso, ma il nostro cuore rimane attratto principalmente da tutto ciò che è teatralità e spettacolo.

C’è un personaggio, realmente esistito o inventato poco importa, che crediate rappresenti i codici estetici del vostro brand?
Monica Vitti, attrice italiana spontanea e di grande classe.

rebel-label-ilariusss

Per la vostra ultima collezione, Erotika, a cosa vi siete ispirate nello specifico? E quanto di voi c’è all’interno della collezione?
Nella collezione abbiamo infuso la nostra passione e visione creativa. Lavorando con le sole mani riusciamo a sublimare le nostre idee: Erotika è un’autocelebrazione che corona la femminilità e la sensualità della nostra donna ideale. Una di noi, Ilaria, è visionaria e giocosa, mentre l’altra, Gemma, è sofisticata ed elegante: insieme creiamo un mondo che ci fa sognare.

Negli ultimi anni avete realizzato collaborazioni con diversi brand. Qual è la vostra opinione sulle collaborazioni?
Ogni volta è una sfida, una scommessa, e anche una grande opportunità per mettersi costantemente alla prova. Molto spesso ci buttiamo in imprese titaniche, sia per quanto riguarda il recupero dei materiali che le lavorazioni. Abbiamo perennemente una grande voglia di conoscere tecniche differenti, sperimentare nuovi materiali e ingegnarci nel cercare soluzioni alternative.

rebel-label-ilariusss

Quanto contano per voi l’artigianalità e il Made in Italy?
Siamo due artigiane, quindi queste sono le chiavi fondamentali del nostro lavoro. Viviamo in un paese dove esistono realtà che da anni portano avanti grandi tradizioni legate al design. Venirne a contatto ci fa sentire grate di essere nate in Italia e di avere a disposizione ispirazioni e conoscenze uniche al mondo. L’aspetto più bello del lavoro artigianale è l’intesa che si instaura con ogni collaboratore sulla base della stima reciproca e della comune dedizione al lavoro, che per quanto sia fisicamente estenuante ti permette di produrre oggetti di una bellezza inestimabile.

Qual è stata la parte più difficile nel fondare il vostro brand Ilariusss?
Sicuramente l’inizio, quando nessuno ti conosce ancora e tutto sembra impossibile e irraggiungibile. È molto importante avere una grande fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, e sviluppare una visione chiara e forte. Quando ci si mette amore e dedizione, si raggiungono le vette più alte.

rebel-label-ilariusss

Se doveste scegliere tre designer con cui andare a cena stasera, chi sarebbero? E in quale ristorante li portereste?
Jean Paul GaultierTom Ford e Stephen Jones. Ci piacerebbe portarli in un ristorante molto speciale, Liberty in provincia di Mantova, un luogo speciale che ha la capacità di proiettarti completamente in un'altra epoca. Se capitasse veramente, sarebbe una serata davvero indimenticabile.

Quali sono i vostri programmi futuri e dove vi vedete tra 5 anni?
In questo futuro incerto, l’unica cosa sicura è la proiezione del nostro lavoro. Tra 5 anni vediamo il nostro laboratorio in una zona più centrale, nel cuore di Milano, con una grande vetrina. Vorremo che Ilariusss diventasse un luogo di ispirazione per i più giovani e per chi è in cerca di un sogno. La nostra professione fa parte di quelle pratiche che stanno diventando sempre più rare, e dunque sentiamo il dovere di farla conoscere, anche e soprattutto perché ha il potere di fermare il tempo e di far sorridere gli occhi.

rebel-label-ilariusss
rebel-label-ilariusss
rebel-label-ilariusss

Segui i-D su Instagram e Facebook

Guarda anche:

Crediti

Creative Direction: Ilariusss Team 
Director: Aytekin Yalcin
Art Director/ Stylist: Gabriele Papi
D.O.P / Editing: Luca Nistler
Colorist: Marco Malingambi
Movement Director: Paolo Ermanno
Make Up Artist: Juri Schiavi
Hair Stylist: Giuseppe Lorusso ( Close Up Agency)
Modelle: Perla Hidalgo Ventura e Alice Kovalevska

Tagged:
giovani talenti
designer emergenti
Gemma Vernò