Breve guida allo stile di Kim Kardashian

In 14 anni di "Keeping Up With The Kardashians", ripercorrere tutti i look di Kim è un'impresa piuttosto ardua. Ma abbiamo deciso di farlo comunque: eccovi i 14 look che hanno definito lo stile di KK.

di Tom George
|
24 marzo 2021, 12:43pm

Tutte le imagini via Getty Images 

Kim Kardashian è quanto di più lontano esista dal concetto di prevedibilità. Da stylist a proprietaria di boutique, da star dei reality a cantante, da regina dei selfie a autrice di best-seller, da magnate del mondo beauty a studentessa di giurisprudenza, sembra che Kim abbia vissuto una quantità indecifrabile di vite. E il suo percorso in fatto di moda replica lo stesso fenomeno.

Anche se il fil rouge della palette di color carne non ha mai abbandonato il suo stile, così come la passione per l’athleisure, la vita da vespa e le ciabatte con tacco; quel lookbook che è la sua vita contiene uno spettro di abiti e momenti di moda estremamente diversi fra loro, e tutti categoricamente indimenticabili. Da Balmain, Givenchy e Juicy Couture fino al suo periodo fluo e alla fissa per abiti stampati con il proprio volto, lo stile KK è a dir poco difficile da decifrare.

E visto che riguardare 14 anni di Keeping Up With The Kardashians (la cui ultima serie debutterà questa settimana) per ripercorrere tutti i look della star sarebbe un’impresa piuttosto ardua, abbiamo deciso di creare una breve guida per riassumere l’evoluzione di stile dell’iconica celebrity, dai suoi primi anni come personal shopper di Paris Hilton ai suoi look innovativi da studentessa di giurisprudenza.

Ecco, dunque, l’evoluzione di stile di Kim Kardashian

Breve guida all'evoluzione di stile di Kim Kardashian
Fotografia di PhotoNews International Inc./Getty Images

Kim Kardashian e Paris Hilton a Sydney per Capodanno, 2006

Come sappiamo, la carriera di Kim ha avuto inizio come stylist della sua inseparabile amica Paris Hilton, con cui si divertiva a farsi fotografare dai paparazzi indossando look coordinati. Ma Kim era anche una presenza costante nell’iconico reality di Paris e Nicole Richie, The Simple Life, e viaggiava in giro per il mondo assieme a loro per partecipare ad eventi di ogni tipo. Una volta, a Sydney, dopo alcune notti di feste folli, il duo ha passato le proprie giornate di hangover a fare shopping in look coordinati: costumi da bagno metallici sotto a tuniche e parei bianchi, scarpe basse, occhiali scuri e, ovviamente, enormi borse LV sottobraccio.

Kim Kardashian in total Juicy Couture, circa 2007

Il fenomeno Juicy Couture che, durante la metà degli anni Duemila, ha invaso i guardaroba delle star dei reality, delle icone pop e delle stelle nascenti di Hollywood è stata una visione di glamour, comfort e trash—una corrente che di recente ha avuto una consistente rinascita grazie alla nuova ondata di nostalgia per gli anni ‘00. Assieme a Paris, Nicole, Lindsay, Britney, J Lo e anche Beyoncé, Kim è spesso stata scattata in look total Juicy, le iconiche tute di ciniglia in color pastello ingioiellate di brillantini. Nel 2016, ha confessato di averle ancora tute quante, e di non essere mai stata capace di separarsene.

Mentre accompagna Khloe in prigione, 2009

Le prime stagioni di KUWTK hanno creato un mix di energia caotica che non ha avuto eguali in nessun altro reality TV. In una delle scene più iconiche del reality, Kim—al tempo ossessionata dallo stile da Valley girl, composto da una camicetta con sbuffi, collana con crocefisso e capelli a onde—si fa dei selfie in macchina mentre la famiglia è in viaggio per accompagnare Khloe in prigione per guida in stato d’ebbrezza. Una mossa azzardata, anche per la businesswoman che è riuscita a rendere la sua vita (e i suoi selfie) non solo un brand, ma anche un libro da collezione.

Breve guida all'evoluzione di stile di Kim Kardashian
Fotografia di John Shearer/WireImage

Kim al party per il debutto di Kardashian Kollection, 2011

All’inizio, KUWTK era un mezzo attraverso cui la famiglia Kardashian ha potuto fare breccia nell’industria della moda, creando una sostanziosa aurea di hype attorno alla boutique di famiglia DASH. “Quando ci è stata proposta l’opportunità di creare un nostro TV show, volevo farlo essenzialmente per portare l’attenzione ai nostri negozi. Pensavo che non sarebbe durato molto, e nel mentre avremmo potuto far crescere i nostri business ed espanderci online,” Kim ha raccontato a Variety nel 2015. “Non avrei mai pensato che sarebbe diventato quello che è oggi.” Quattro anni dall’inizio della serie, Kim stava già partecipando al lancio della collezione di un altro membro della famiglia, indossando un look total animalier con tacchi e borsa coordinati. Intanto, la serie TV stava continuando a crescere per diventare quel fenomeno culturale che tutti noi conosciamo.

Breve guida all'evoluzione di stile di Kim Kardashian
Fotografia di Larry Busacca/Getty Images

Kim Kardashian al Met Gala, 2013

Per il 40esimo Met Gala—il cui tema dell’anno era Punk: Chaos to Couture e l’ospite d’onore Riccardo Tisci—vediamo Kim mostrare fieramente la sua pancia in un incredibile abito stampato Givenchy. Combinando l’amore per silhouette attillate a quello degli abiti da sera, il design floreale dell’abito si faceva strada dalle punta delle sue dita fino ai piedi, tagliato da uno spacco vertiginoso che i piedi avvolti scarpe della stessa identica stampa.

Breve guida all'evoluzione di stile di Kim Kardashian
Photo by Neil P. Mockford/GC Images

Kim Kardashian al suo addio al nubilato a Parigi, 2014

A metà degli anni ‘10—mentre il gioco Kim Kardashian: Hollywood popolava gli schermi dei nostri telefoni—la maison Balmain è piano piano diventata sinonimo della cricca Kardashian-Jenner, nello specifico di Kim, Kendall e Kylie. Le ragazze sono spesso state viste indossare gli abiti iconici del brand, contraddistinti da uno stile militaresco e le ispirazioni rinascimentali—una relazione in parte facilitata dall’amicizia con il direttore creativo Olivier Rousteing. In questa immagine scattata a Parigi a soli pochi giorni dal matrimonio con Kanye West, vediamo Kim indossare proprio un abito Balmain azzurro, pesantemente abbellito di ricami e borchie di ogni tipo.

Breve guida all'evoluzione di stile di Kim Kardashian
Photo by Kevin Mazur/Getty Images for adidas

Kim Kardashian al debutto di Yeezy Season 1, 2015

Kim è sempre stata una delle fan più accanite di Yeezy, i quali toni monocromatici e look stratificati hanno sicuramente preso ispirazione dal suo stile personale. In prima fila assieme ad Anna Wintour, Beyoncé e Rihanna, vediamo Kim osservare la sfilata di debutto di suo marito, indossando un iconico look della collezione. Ma questa non sarà l’ultima volta in cui Kim poserà per Yeezy. Come sappiamo, al posto di organizzare una sfilata per la collezione del 2018, il brand ha chiesto a Kim di indossare segretamente i look di tutta la collezione Yeezy Season 7 in occasione di diverse apparizioni pubbliche in Giappone, creando così un lookbook intero composto da scatti rubati dai paparazzi.

Breve guida all'evoluzione di stile di Kim Kardashian
Photo by Neil Mockford/GC Images

Kim Kardashian alla cena di gala del Centenario di British Vogue a Londra, 2016

Durante il periodo di gravidanza del secondogenito Saint e poco dopo (come nel caso di questo scatto), Kim ha iniziato ad indossare maxi-abiti lunghi fino a terra. Un esempio di questa sua ossessione è l’incredibile abito Roberto Cavalli che vediamo nell’immagine, composto da intricati ricami a motivi, con foulard abbinato—una teatralità sapientemente smorzata dalla cintura-corsetto in pelle color oliva.

Breve guida all'evoluzione di stile di Kim Kardashian
Photo by Gotham/GC Images

Kim Kardashian al NBC di New York, 2017

Verso la fine del 2016, Kim si è allontanata dai riflettori per un po’, dopo essere stata derubata e minacciata durante la Settimana della Moda di Parigi. Quando ha iniziato nuovamente a fare apparizioni pubbliche a metà del 2017, c’è stato un cambiamento radicale. “Sento che in qualche modo era destino che mi accadesse qualcosa del genere. Sono una persona totalmente diversa ora,” ha raccontato ad Ellen. “Non è un segreto, lo vedete nel reality. Ero eccentrica e molto materialista prima.” Questo non significa che Kim non è più stata interessata alla moda, ma il suo stile è sicuramente diventato più minimal a confronto, come dimostra questo look composto da giacca Hussein Chalayan e pantaloni neri completi di stiletto.

Breve guida all'evoluzione di stile di Kim Kardashian
Photo by Prince Williams/Getty Images

Kim alla festa per il lancio dell’album di Teyana Taylor, 2018

Esiste uno stile più Kardashian dell’athleisure? Dai tempi di Juicy Couture, Kim ha allenato questo tipo di look fino al momento in cui ha combinato, per il lancio dell’album di debutto di Teyana Taylor, K.T.S.E, tutti gli elementi fondamentali del suo vestiario della fine degli anni ‘10: short da ciclisti, crop top, giacche oversize, felpe enormi, quegli incredibili tacchi in PVC Yeezy e stivali alti fino alle cosce.

Breve guida all'evoluzione di stile di Kim Kardashian
Photo by Hollywood To You/Star Max/GC Images

Kim al 21esimo compleanno di Kylie Jenner, 2018

Tutti noi abbiamo avuto le nostre fasi in quanto a stile, e l’estate del 2018 sarà per sempre ricordata come la fase fluo di Kim Kardashian. Spostandosi radicalmente dalla palette color terra, dei grigi e verdi che utilizzava la CEO di KKW Beauty, Kim ha improvvisamente iniziato a indossare mini abiti e costumi da bagno fluo. Altri look iconici sono le parrucche abbinate alla macchina color lime, un abito-giacca da lavoro cobalto per partecipare ad una sfilata LV e la tuta magenta per rilassarsi su uno yacht. Kim stava semplicemente rischiando e giocando con il proprio stile, perché, insomma, chi meglio di lei per farlo.

Kim Kardashian al Met Gala, 2019

Per partecipare al Met Gala del 2019 a tema Camp: Notes on Fashion, Kim si ha indossato l’ormai iconico abito in latex pericolosamente attillato firmato Mugler, gocciolante di diamanti Swarovski e ’vera e propria ode alle ragazze delle spiagge californiane. Ma il look esprimeva anche la quintessenza di Kim: la palette neutra che rivelava le forme del suo corpo e i capelli a effetto bagnato ci hanno proiettato direttamente dentro ad un sogno in cui la regina dei reality era appena uscita da un tuffo nell’oceano, dopo aver a lungo cercato quell’orecchino che aveva perso a Bora Bora molti anni fa.

Kim Kardashian alla Casa Bianca, 2019

Nel 2019, Kim ha intrapreso un cambio di rotta, seguendo i passi di suo padre nell’ambiente giuridico. Testimoniando a casi di criminali non violenti, Kim ha lavorato duramente sul sistema delle carceri americane, liberando 17 criminali ingiustamente incarcerati (e soggetti alla pena di morte) durante la campagna 90 Days of Freedom. La regina dei reality TV stava usando la propria piattaforma per salvare delle vite. Mentre alcune immagini sul suo Instagram mostrano Kim in situazioni da studentessa-tipo—felpa, tazze di caffè e libroni aperti—per parlare alla Casa Bianca, Kim ha indossato un look dal sapore anni ‘80 con ampi risvolti, e spalle drammatiche.

Nel trailer dell’ultima stagione di “Keeping Up With The Kardashians”, 2021

Durante il lockdown, Kim ha sperimentato con diversi look estremamente particolari sul proprio Instagram. Dai chaps in stile Xtina, agli abiti con stampe selfie, dai completi in total animalier, fino, ovviamente, all’abito con muscoli integrati di Schiaparelli. Ad ogni modo, nel trailer dell’ultima stagione KUWTK, Kim saluta il mondo dei reality con capelli raccolti e un completo nude che fa il giro e ritorna ad essere l’elemento chiave che ha accompagnato Kim per più di 14 anni.

Questo articolo è apparso originariamente su i-D UK

Segui i-D su Instagram e Facebook

Leggi anche:

Tagged:
Kim Kardashian
anni '00
anni duemila
7 look iconici