vivienne westwood aprirà un bar a milano

Prevediamo code infinite.

|
29 aprile 2019, 7:18am

Fotografia di Juergen Teller per la copertina del numero di i-D "The Royalty Issue", primavera 2012. Per vedere l'immagine non ritagliata, vai qui.

Proprio lei, la più punk e ribelle della moda (e se avete ancora qualche dubbio a riguardo, siamo abbastanza sicuri questo documentario vi chiarirà le idee) ha deciso di darsi alla caffetteria e aprirà a Milano il suo Vivienne Westwood Cafè. A dirlo è Carlo d'Amario in un'intervista rilasciata all'edizione cartacea del Corriere della Sera e poi ripresa da Gambero Rosso.

Certo, Lady Viv non è la prima nell'industria della moda ad essersi imbarcata nel settore gastronomico, anzi, la lista delle grandi maison di moda che vi si sono avventurate è piuttosto sostanziosa: c'è il Ralph’s Coffee di Ralph Lauren a New York, il Thomas’ Cafè di Burberry a Londra, il Bar Martini di D&G a Milano, il Cafè Citron di Jacquemus a Parigi, il Bar Luce di Fondazione Prada featuring Wes Anderson a Milano, il Just Cavalli a Milano e l'Emporio Armani Caffè + Ristorante. In linea generale, l'obiettivo sembra essere quello di diversificare la propria offerta e raggiungere un pubblico interessato alla ormai famosissima experience, non di certo limitata alla meccanica azione di acquistare un capo d'abbigliamento.

Quindi che Vivienne Westwood voglia aprire un caffè a Milano potrebbe non sembrare una novità rivoluzionaria, ma non dimentichiamoci chi è lei e di che cosa è capace. L’idea, in realtà, ha già preso vita nel 2015 a Shanghai, dove la stilista britannica ha inaugurato il primo Westwood Cafè all'interno del K11 Art Mall. A realizzarlo è stata la designer d'interni Simona Franci, che all'interno di un contesto così moderno come un centro commerciale asiatico ha ricreato una tea room tradizionale inglese con luci soffuse e arredamento in legno. Un contrasto audace e folle, in pieno stile Westwood. La seconda sezione del Vivienne Westwood Cafè, invece, riproduce il backstage di una sfilata, creando un'ulteriore sensazione di straniamento nel visitatore.


Leggi anche: Vivienne Westwood è l'ultima vera ribelle della moda. Dalle sue radici punk al successo planetario, storia di una grande designer, donna e attivista.


Visto il successo di quel primo tentativo, è nato un altro Cafè a Hong Kong e ora è in arrivo il primo d'Europa, proprio a Milano. Sulla data di inaugurazione non sono ancora state fatte trapelare informazioni, purtroppo. Non ci resta che aspettare, e intanto dare libero sfogo alla fantasia per immaginare quali potrebbero essere le creazioni assurde, esuberanti e folli che troveremo in vetrina.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Nel frattempo, qui trovi la nostra intervista video sull'archivio di Vivienne Westwood, spiegato da Vivienne Westwood stessa: