dopo il rosa più rosa di sempre, anish kapoor non può più usare altri due colori

Il feudo più bizzarro dell'arte contemporanea sembra non finire mai: l'ultimo colpo sferrato dall'artista britannico Stuart Semple ai danni di Kapoor—che aveva acquistato i diritti esclusivi del nero più nero di sempre—è stata la creazione di nuovi...

di Isabelle Hellyer
|
07 luglio 2017, 2:40pm

Courtesy Stuart Semple.

L'articolo è originariamente apparso su i-D Australia/Nuova Zelanda.

Sembra che Anish Kapoor non possa davvero tirare un sospiro di sollievo. A marzo ha ricevuto dure critiche per aver acquistato i diritti in esclusiva di Vantablack, il materiale artificiale più nero mai prodotto. L'artista contemporaneo Stuart Semple ha preso particolarmente a cuore la faccenda, infastidito che Kapoor fosse l'unico a poterlo usare, e da allora è in corso una faida tra i due.

Dopo l'acquisto da parte di Kapoor di Vantablack, materiale capace di assorbire il 99.965% della luce (in altre parole, mangia tutto ciò che lo circonda), Semple ha coniato l'hashtag #sharetheblack ed è poi passato a creare il rosa più rosa di sempre, a disposizione di ogni artista, eccezion fatta proprio per Kapoor. In tutta risposta, Kapoor è riuscito ad avere comunque il rosa in questione, condividendo la notizia su Instagram.

Ma non era abbastanza, quindi Semple ha creato una versione opensource di Vantablack, gratuita e al profumo di ciliegia. E qui è dov'erano arrivati i due artisti, fino alla scorsa settimana.

Ma Anish ha nuovamente fatto infuriare Semple, questa volta a causa delle mire architettoniche del suo studio londinese: gli abitanti dell'edificio sono infatti preoccupati che l'aggiunta di un ulteriore piano allo studio comporterebbe la perdita totale di luce naturale e hanno fatto una petizione su change.org contro il progetto. Semple si è inserito nella diatriba creando un quadro come rappresaglia.

Pochi giorni fa, Semple ha poi condiviso un paio di video in cui mostra nuovi colori cangianti, corredati dall'hashtag #sharetheblack. Ancora una volta, a Kapoor è stato vietato l'acquisto dei due pigmenti, chiamati Phaze e Shift. I colori cambiano a seconda della temperatura: Phaze dal viola al magenta, Shift dal nero a toni più variopinti.

"Ogni volta che vedo una nuova opera d'arte con l'hashtag #sharetheblack mi emoziono, è una dimostrazione che l'atteggiamento di Kapoor e dei creatori di Vantablack è scorretto," ha affermato Semple a Creators. L'artista spera che Shift e Phaze siano "il colpo finale nella guerra artistica con Anish Kapoor."

Crediti


Testo Isabelle Hellyer
Image courtesy Stuart Semple 

Tagged:
arte
Cultură
diritti