gli scatti inediti che ritraggono basquiat nella sua casa nell'east village

Scoprite gli scatti intimi di Jean-Michel Basquiat nell'appartamento in cui viveva con la fidanzata Alexis Adler a downtown New York.

di Jo Rosenthal
|
17 febbraio 2017, 7:05am

Basquiat in the apartment, 1980. Photograph by Alexis Adler.

La scena artistica di fine anni '70 a New York downtown ci rivela alcune immagini che esplorano il periodo in cui Basquiat viveva con la sua fidanzata Alexis Adler, tra il 1979 e il 1980.

Le immagini verranno esposte nella mostra Basquiat Before Basquiat: East 12th Street, 1979-1980, che aprirà l'11 febbraio al Museo di Arte Contemporanea di Denver, è la prima volta che il museo si focalizza sulla vita e sulle opere dell'artista nel periodo in cui viveva con Alexis nel suo appartamento al sesto piano dell' East Village di Manhattan.

Basquiat nell'appartamento, 1980. Fotografia di Alexis Adler. 

Il Museo di Denver ha anche ricostruito parzialmente l'appartamento ricreando lo stesso stile di quando Basquiat viveva lì, riproducendo i corridoi e le scale con i graffiti del suo palazzo. La mostra si concentra principalmente sul periodo della vita di Basquiat prima che iniziasse a dipingere. Alexis ha scattato più di 100 foto, raccolto oggetti d'arte e altri accessori dell'epoca da affiancare alle opere di Basquiat - che comprendono una scultura di un vecchio radiatore che ha trovato per strada e fotografie di lui mentre suona il clarinetto seduto in bagno.

Alexis ha incontrato Basquiat nel 1979, quando aveva appena compiuto 19 anni. Lui era 4 anni più giovane di lei, e lei ei suoi amici era rimasti ammaliati dai suoi graffiti e dalla sua tag SAMO© che potevi leggere per tutto il centro della città. Non molto tempo dopo, i due si trasferirono in uno squat di 400 metri quadrati a East 12th Street. Durante i mesi in cui hanno vissuto insieme, Basquiat ha trasformato pavimenti, pareti, porte e mobili in materie per le sue prime  esplorazioni creative. Gli schizzi presenti nella mostra sono diagrammi di composti chimici che l'artista aveva preso in prestito da libri di scienze di Alexis.

Leggete: L'importanza di basquiat nell'epoca del black lives matter.

Frigorifero nell'appartamento, c. 1979-1980. Fotografia di Alexis Adler. 

Durante la sua breve vita Basquiat ha avuto una lunga serie di amanti, ma mentre molte di loro hanno conservato ricordi del loro tempo con lui, questa mostra ci offre uno sguardo più intimo dei primi momenti in cui il giovane artista esplorava il suo mestiere.

Ritroviamo anche una serie di immagini personali scattate dalla stessa Alexis. Queste ci mostrano Basquiat mentre gioca con degli occhiali rotti presi per strada, dove indossa un casco da football mentre è alle prese con la sintonizzazione di una radio. Ritroviamo uno scatto del suo televisore dipinto e del frigorifero che la coppia aveva scelto per il loro appartamento.

Televisione dipinta nell'appartamento, c. 1979-1980. Fotografia di Alexis Adler.

Quando si trasferi' dall'appartamento nel 1981 Basquiat scelse un'approccio alla pittura meno street e apri' uno studio dove fare pratica. Solo sette anni dopo, nel 1988, mori' a causa di un'overdose di eroina all'eta' di 27 anni. Noi pero' non ci stancheremo mai di celebrare il suo lavoro con tutti i mezzi possibili.

Basquiat nell'appartamento, c. 1979-1980. Fotografia di Alexis Adler. 

Basquiat nell'appartamento, c. 1979-1980. Fotografia di Alexis Adler. 

Basquiat nell'appartamento, c. 1979-1980. Photograph by Alexis Adler. 

Crediti


Testo Jo Rosenthal
Immagini su gentile concessione di Kubany Ludlow e The Museum of Contemporary Art Denver

Tagged:
New York
manhattan
basquiat
jean-michel basquiat
appartamento
alexis adler