Christina wears coat Vetements. Shirt Raf Simons (menswear). Jeans vintage Levi's from What Goes Around Comes Around.

the icons: christina, anja, jessica e doutzen

Celebriamo le icone dell'industria che con i loro look, le loro personalità e il loro attitude hanno fatto la storia della moda. Qui condividono le loro esperienze e consigli per la prossima generazione di modelli e modelle.

di i-D Staff
|
14 settembre 2016, 1:04pm

Christina wears coat Vetements. Shirt Raf Simons (menswear). Jeans vintage Levi's from What Goes Around Comes Around.

Christina Kruse, 40, modella da 23 anni.

Come è cambiato il tuo rapporto con la macchina fotografica nel tempo e maturando come donna? Vorrei sorridere più spesso. Non sono mai stata brava a farlo. Sono più sicura di me ora che sono cresciuta. Quali sono le differenze - se ce ne sono - tra essere scattata da una fotografa donna piuttosto che da un uomo? Le donne sono più sensibile alle espressioni facciali, ma questa potrebbe allo stesso tempo essere una proiezione del mio lato femminile. Dai no-sees ai go-sees, quali sono i tuoi consigli per farcela in quest'industria? Dato il numero di modelle belle e di talento presenti oggi nell'industria, il mio consiglio è quello di tenere a mente che le regole sono poche dopotutto. Sono convita che uno dei fattori più importanti sia essere abbastanza fortunate da essere nel posto giusto al momento giusto. Chi è la tua eroina? Credo che ci sia qualcosa di eroico in ognuno di noi, devi solo sforzarti per vederlo.

Anja indossa maglione, camicia e pantaloni Raf Simons (collezione uomo). Scarpe Maison Margiela. Orecchini dello stylist.

Anja Rubik, 33, modella da 18 anni.

Jessica indossa canottiera Calvin Klein. Jeans vintage Levi's di What Goes Around Comes Around.

Jessica Miller, 32, modella da 18 anni.

A quanti shooting hai preso parte? Circa 3000. Come è cambiato il tuo rapporto con la macchina fotografica nel tempo e maturando come donna? Decisamente è diventato più esilarante stare davanti alla macchina fotografica. Con le esperienze di vita che ho fatto ho molto più da dare. È un ottimo posto dove esprimere le emozioni e interpretare un personaggio. Non ero abbastanza sicura di me per farlo a 16 anni. A cosa pensi quando sei davanti alla macchina fotografica? Di solito a mio marito. Come ti piacerebbe essere vista? Diversa. Raquel Zimmermann e Guinevere van Seenus sono modelle incredibili, riescono a portare sempre qualcosa di nuovo e sembrano davvero essere a loro agio. Per me è davvero molto emozionante da vedere. Spero di riuscire a portare un po' di imprevedibilità nei miei scatti. Come riesci a rimanere te stessa? Arrivo sul set pensando che il cliente ha scelto me e mi sento sicura di me stessa. Dai no-sees ai go-sees, quali sono i tuoi consigli per farcela in quest'industria? Gentilezza, gentilezza e ancora gentilezza.

Doutzen indossa giacca vintage Wrangler di Kliwatch Paris. 

Doutzen Kroes, 31, modella da 13 anni.

Come è cambiato il tuo rapporto con la macchina fotografica nel tempo e maturando come donna? Mi sento decisamente più a mio agio adesso -- per quanto riguarda capelli, trucco, luci e styling sono cambiata molto. Ora mi viene naturale rapportarmi con il team e dare vita al prodotto finale. A cosa pensi quando sei davanti alla macchina fotografica? Come tutti al lavoro, penso a un milione di cose al minuto -- ho spento la caffettiera prima di uscire di casa? Cosa staranno facendo i miei figli? La cena con mia sorella è mercoledì o giovedì? Anche pensieri seri, dipende dagli shooting -- se è una campagna per un profumo, un editoriale, e da cosa vuole il fotografo da me. Come riesci a rimanere te stessa? Rimanere fedele a me stassa è sempre stato abbastanza facile per me. Non ho mai pensato a me stessa come una modella, ma come una persona che di lavoro fa la modella. Una giornalista, un'infermiera o una autista sono tali solo quando lavorano - il loro lavoro non definisce quello che sono quando tornano a casa. Quando io sono a casa con amici e parenti, il mio lavoro non è rilevante, ed è fantastico! Sono semplicemente io. 

Crediti


Fotografia Amy Troost
Fashion director Alastair McKimm