come le sfilate di victoria's secret sono diventate le olimpiadi della moda

Victoria 's Secret è l’azienda miliardaria che ha delle modelle che si allenano come atlete, fa in modo che le ragazze impazziscano per comprare reggiseni e, a differenza di qualsiasi altro brand, per una notte attira su di sé gli occhi di tutto il...

|
03 dicembre 2014, 5:10pm

Se cercate su Google Victoria's Secret, che cosa vi esce fuori? Più di 31 milioni di risultati. E dopo la sfilata 2014 che verrà messa online il 9 dicembre, aumenteranno sicuramente di un altro paio di milioni. Una volta conosciuto come il megabrand americano che non è riuscito a espandersi nel Regno Unito e oltre (soprattutto a causa della mancanza di outlet in Inghilterra e all'estero), il marchio è entrato nel mercato britannico nel 2012 con i negozi londinesi in New Bond Street e al Westfield Shopping Centre. Così il seme è stato piantato, ma poi cos'è successo? Due anni dopo, un'isteria di massa per il brand che raramente si era vista nel Regno Unito. Due esempi sono le code attorno al palazzo in attesa di avere un assaggio degli Angeli in azione e i costumi della sfilata dello scorso anno illuminati come gioielli della corona del brand ed esposti nelle vetrine di Bond Street. La sfilata di quest'anno è stata infatti la più grande operazione di PR del marchio in Inghilterra fino a ora, oltre che la seconda volta che lo show viene fatto fuori dagli Stati Uniti. Il marchio ha trasformato il concetto di sfilata, rendendo lo show di Victoria's Secret la cosa più paragonabile alle Olimpiadi della Moda. Spettatori inclusi.

Quest'anno la line-up della sfilata era composta da 47 ragazze in rappresentanza di oltre 20 paesi. La selezione è rigorosa, con una giuria composta da Ed Razek, Chief Marketing Officer di Victoria 's Secret, il Casting Director John Pfeiffer, la Creative Director Sophia Neophitou-Apostolou e Monica Mitro EVP delle Pubbliche Relazioni. Questo team guarda le line-up delle sfilate più importanti di Londra, New York, Milano e Parigi, e tiene d'occhio durante tutto l'anno le modelle che potrebbero avere l'X-factor. Inoltre invitano delle ragazze provenienti da tutto il mondo a New York per provare ad aggiudicarsi uno degli ambitissimi posti in passerella. Le ragazze sono giudicate in base alla loro personalità, alla loro bellezza e al loro corpo, e poi una giuria esamina il tutto. Vi sembrano troppo scrupolosi? Devono esserlo...Un posto sulla passerella di Victoria's Secret può essere la realizzazione di una carriera per una modella. Venendo da sfilate mediocri e da scarsi editoriali, per una modella essere scelta è come vincere il Biglietto D'oro di Willy Wonka della moda. Un contratto a tempo indeterminato con il marchio e la nomina ad Angelo è l'equivalente di diventare una rock star delle modelle. Gisele Bundchen, Doutzen Kroes, Adriana Lima e Miranda Kerr sono solo alcune di quelle che hanno avuto la fortuna di essere chiamate Angeli (sono rispettivamente ai numeri 1, 2, 3 e 6 sulla lista delle modelle più ricche di Forbes nel 2014). Victoria 's Secret ha la capacità di essere un catalizzatore che trasforma le ragazze in veri e propri brand.

Tra le ragazze della rosa attuale ci sono veterane come Alessandra Ambrosio e Adriana Lima e bombe bionde come Candice Swanepoel, Doutzen Kroes, Elsa Hosk, Karlie Kloss, Lily Aldridge e Behati Prinsloo. Collettivamente sono seguite sui social con un totale di 17 milioni di follower. Innegabilmente Il brand trasforma queste ragazze in superstar che fanno da ambasciatori estremamente popolari e aiutano a commercializzare il brand. Questo tipo di marketing è più personale e autentico di quello che si vede nella maggior parte dei marchi di moda, poiché proviene da ambasciatrici volutamente scelte una a una dal brand, ed è diretto a coloro che amano e ammirano ogni passo degli angeli. Una mossa astuta e intelligente per un brand che potrebbe sborsare per una doppia pagina su tutte le testate di moda.

La medaglia d'oro per un Angelo di VS è letteralmente il reggiseno, creato su misura con gioielli e diamanti per essere indossato nel finale della sfilata. Quest'anno l'onore è andato ad Alessandra Ambrosio e Adriana Lima, gli Angeli più longevi. Le ragazze si allenano per mesi e si sottopongono a tutto, dalla danza classica alla boxe fino alle rigorose corse in Central Park. Ogni cosa è sapientemente hashtaggata con #trainlikeanangel: questa preparazione è infatti fondamentale, perché è sotto gli occhi di tutti. Nel backstage dello show di ieri sera, Jourdan Dunn si stava rilassando mentre si preparava per la sua terza sfilata di Victoria's Secret. Da vera londinese, ha avuto la rara opportunità di esibirsi in fronte al pubblico di casa. "Tutto il mondo è elettrizzato per questo show", ci ha detto - "non solo il pubblico del Regno Unito e degli Stati Uniti. Il fatto che io ci sia, che io sia di Londra, e che la sfilata si faccia qui è semplicemente fantastico."

La novellina Grace Mahary, 25 anni, sembrava sconvolta del fatto di far parte di una sfilata così importante e di rappresentare il suo paese di origine, il Canada. "Sono l'unica modella canadese della sfilata. Sono così orgogliosa di rappresentare le donne canadesi."

Dalla brasiliana Isabeli Fontana e la top model polacca Magdalena Frackowiak fino alla californiana Jasmine Tookes e l'olandese Iman Hammam, tutte le ragazze sembrano profondamente consapevoli del loro ruolo nel rappresentare i loro paesi e portarlo avanti con orgoglio. Il brand sembra anche attento al fatto che un certo numero di paesi siano rappresentati: forse un segno dell'imminente invasione globale del brand, che sta cercando di espandersi all'estero. 

Lo show di ieri sera (filmato due volte per garantire che si vedessero tutti gli angoli e tutte le ragazze) è trasmesso in 192 paesi e visto da 500 milioni di persone. E' stata una rara occasione per vedere le modelle in azione, pettinate, scintillanti e in gran forma. Si tratta di una nuova versione dello show più grande del mondo, completo di grandeur e pronto a competere con qualsiasi cerimonia di apertura delle Olimpiadi. Con gli anelli del logo sostituiti dalle ali d'angelo e il podio del vincitore con l'esposizione di massa e top model che diventano celebrity.

victoriassecret.com

Crediti


Testo Lynette Nylander
Fotografia Oliver Hadlee Pearch